Shoe Report 2015. Settimo Rapporto Annuale sul contributo del settore calzaturiero al rafforzamento del Made in Italy
Autori e curatori
Contributi
Cleto Sagripanti
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 400,      1a edizione  2015   (Codice editore 1820.284)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 40,00
Disponibilità: Discreta




Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788891713131
Informazioni sugli e-book

Clicca qui per provare l'e-book
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 28,00
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788891722706
Disponibile anche in:
Informazioni sugli e-book


Clicca qui per provare l'e-book

In breve
Tramite l’analisi della congiuntura, rilevando le opinioni dei produttori italiani e degli operatori internazionali intervenuti a theMICAM nel mese di settembre 2014, il 7° Shoe Report, promosso da ASSOCALZATURIFICI ITALIANI e realizzato dalla società Ermeneia – Studi & Strategie di Sistema, fa il punto sull’andamento del settore nell’anno 2014.
Presentazione del volume

Il 7° Shoe Report, promosso da ASSOCALZATURIFICI ITALIANI e realizzato dalla società Ermeneia - Studi & Strategie di Sistema ha fatto il punto sull'andamento del settore nell'anno 2014: tramite l'analisi della congiuntura, rilevando le opinioni dei produttori italiani e degli operatori internazionali intervenuti a theMICAM nel mese di settembre 2014; tramite l'analisi di alcuni processi emblematici di trasformazione, attivati anche a seguito della crisi da parte delle imprese, nonché tramite l'analisi delle tendenze di più lungo periodo, valutate utilizzando gli indicatori di sistema concernenti i fenomeni degli ultimi quindici anni.
Si è posto l'accento in particolare su alcuni processi-chiave che le aziende hanno introdotto o rafforzato come reazione attiva nei confronti del ciclo economico attuale: il rafforzamento del processo di internazionalizzazione, tenuto conto anche del tipo di soggetti utilizzati come riferimento dalle imprese; l'apertura di queste ultime nei confronti dell'e-commerce; la registrazione degli eventuali segnali di rilocalizzazione in Italia di attività produttive precedentemente trasferite all'estero; l'attenzione verso una gestione "attiva" del patrimonio delle risorse umane, che tende pericolosamente a prosciugarsi a causa dell'invecchiamento degli addetti e della difficile sostituzione con nuova manodopera.
Inoltre si è voluto esaminare il quadro europeo di riferimento, dopo un'analoga analisi condotta nello Shoe Report 2013, attraverso un esame che privilegia la tutela dei consumatori oltre che la difesa delle imprese: e questo è avvenuto per quanto riguarda il Made-IN (per il quale si è anche condotta un'apposita indagine sulla "domanda" di Made-IN da parte dei consumatori europei), la difesa dalla contraffazione, l'effettiva applicazione della normativa REACH sulle sostanze nocive, nonché l'evoluzione degli accordi in tema di barriere doganali (esplicite ed implicite) che frenano una competizione più equa tra i Paesi.
Il tutto è stato completato da una lettura trasversale dell'andamento del settore calzaturiero attraverso la crisi, ripercorrendo i precedenti sei Shoe Report che hanno seguito, anno per anno, le reazioni del sistema delle imprese e la capacità di queste ultime di fronteggiare i problemi e le sfide nuove via via emerse.

Ermeneia - Studi & Strategie di Sistema è una società di consulenza e di ricerca, che opera per conto di singole aziende, di soggetti della rappresentanza economica e sociale, di soggetti istituzionali a livello nazionale e locale. Si occupa con particolare attenzione dello sviluppo delle imprese, dell'evoluzione dei diversi settori economici e delle loro articolazioni territoriali, nonché di evoluzione dei sistemi associativi.
Assocalzaturifici Italiani rappresenta le imprese del settore calzaturiero che sono in grande maggioranza di dimensione media, piccola o addirittura micro. Fa parte del Sistema Confindustria a livello nazionale ed è anche parte integrante del CEC - Confederazione Europea dei Produttori di Calzature. Oltre alla rappresentanza del comparto nei confronti delle associazioni sindacali, dei consumatori e del Governo, Assocalzaturifici Italiani eroga servizi ai propri associati, organizza manifestazioni fieristiche in Italia e all'estero e predispone periodiche informazioni statistiche riguardanti l'evoluzione del settore.

Indice
Cleo Sagripanti, Presentazione
Considerazioni introduttive e di sintesi
Parte I. Un percorso inesausto di trasformazione delle imprese
L'attraversamento di un ciclo economico alternante grazie al traino dell'export; L'adesione ad un processo selettivo che richiede una resilienza permanente; L'internazionalizzazione come motore determinante dell'evoluzione competitiva; I nuovi processi che sfidano la tenuta e la crescita delle imprese; La messa al centro del processo di rinnovamento delle risorse umane)
Parte II. L'andamento della congiuntura nelle opinioni dei produttori italiani e degli operatori internazionali
Le valutazioni dei produttori italiani
(La conferma di un fenomeno di polarizzazione delle imprese con dei segnali di logoramento; Una flessione di ordinativi, fatturato e clima di fiducia stimata per il 2014; Il valore permanente dell'export, pur con qualche problema; La forza dell'immagine della calzatura italiana)
Le valutazioni degli operatori internazionali
(Una divaricazione che vira sul negativo; Una contrazione di ordinativi più che di fatturato e di clima di fiducia; Un rafforzamento dell'immagine della calzatura italiana all'estero; Il posizionamento percepito del sistema calzaturiero nazionale)
Parte III. Il check-up dei processi che trasformano le imprese
L'attraversamento del ciclo come esercizio di rafforzamento da stabilizzare
(Sei anni di interpretazione del settore attraverso lo strumento dello Shoe Report; Le valutazioni in sintesi della selezione avvenuta; Un andamento di ordinativi e fatturato in prevalenza positivo, ma rallentato e con aspettative prudenti per il 2015; L'occupazione manifesta qualche tendenza in più verso la diminuzione; Un consolidamento consapevole delle strategie perseguite)
Un'internazionalizzazione evoluta da perseguire e da sostenere
(Una spinta in crescita, ma differenziata nei confronti dell'export; Un processo di internazionalizzazione da far evolvere; I soggetti e le proposte di accompagnamento delle imprese; La risorsa di theMICAM e delle altre attività espositive)
I segnali di rilocalizzazione da mettere sotto osservazione
(Una situazione in (lento) movimento; Le delocalizzazioni produttive delle imprese calzaturiere; L'orientamento eventuale verso il rientro in Italia)
Un'apertura nei confronti dell'e-commerce da sostenere
(L'aumento di attenzione per lo strumento; Le ragioni principali dell'eventuale rinuncia; Le valutazioni delle aziende orientate allo strumento)
Un nuovo ciclo di attenzione per le risorse umane da intraprendere
(I problemi più avvertiti sul fronte del personale; Le valutazioni di alcune proposte dirette a migliorare il reclutamento)
Parte IV. Un ruolo attivo per l'Europa dei consumatori e delle imprese
La domanda (disattesa) dei consumatori europei e la difficile introduzione del Made-IN
(Un percorso a ostacoli; L'orientamento favorevole verso il Made-IN di consumatori e imprese; L'esigenza di riattivare il processo di approvazione)
La difesa dei consumatori e delle imprese nei confronti della contraffazione
(L'evoluzione e le caratteristiche del fenomeno in Europa; L'approfondimento della situazione nazionale; Cultura e comportamenti dei consumatori italiani; La necessità di un approccio integrato nei confronti della contraffazione)
La protezione dei consumatori e delle imprese rispetto ai materiali impiegati (REACH)
(Finalità, obiettivi e soggetti obbligati; Le disposizioni per il settore calzaturiero; Il necessario passaggio all'applicazione effettiva)
Le barriere da superare per una competizione maggiormente fair
(I negoziati tra Unione Europea e Stati Uniti; I negoziati tra Unione Europea e Russia; I negoziati tra Unione Europea e Giappone; Un tema molto complesso da affrontare)
Parte V. Gli indicatori statistici
I lineamenti fondamentali del settore calzaturiero
Le aziende e gli addetti
La produzione, l'export e l'import
I consumi delle famiglie italiane
Il settore calzaturiero nella UE e nel mondo
Allegati
La metodologia utilizzata
Le tabelle di dettaglio del panel congiunturale
Le tabelle di dettaglio dell'indagine sulle imprese.