Educare è altra cosa. Vita come conoscenza, scuola con coscienza
Livello
Saggi, scenari, interventi. Testi per insegnanti, operatori sociali e sanitari
Dati
pp. 154,   1a ristampa 2016,    1a edizione  2015   (Codice editore 292.3.40)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 19,00
Disponibilità: Buona




Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788891713582
Informazioni sugli e-book

Clicca qui per provare l'e-book
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 13,00
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788891724137
Disponibile anche in:
Informazioni sugli e-book


Clicca qui per provare l'e-book

In breve
La Scuola oggi ha perso energia relazionale, ha trascurato studi e competenze umane, ha abbandonato la difficile strada dell’educare per quella più facile dell’insegnare. In questo libro, rivolto a tutto il sistema formativo, gli autori sentono l’obbligo e il dovere di affermare che Educare è altra cosa.
Presentazione del volume

Oggi la nostra Scuola, oltre a vivere fra le rischiose crepe delle sue vecchie mura, sembra pure aver smarrito la via maestra per cum-prehendere che è la Vita la più importante fonte di Conoscenza.
È sulla Vita e per la Vita che ogni sapere scolastico avrebbe dovuto impegnare pertinenze e priorità per giungere a costruire un più sano futuro per le nuove generazioni. Purtroppo, quella che abbiamo di fronte è un'istituzione che ha perso energia relazionale, ha trascurato studi e competenze umane, ha sofferto di teoria bulimica tradotta in pratica anoressica, ha demandato la risoluzione dei suoi problemi all'entusiasmo dell'autonomia e delle nuove tecnologie digitali, ma soprattutto ha abbandonato con leggerezza la più difficile strada dell'educare per quella più facile dell'insegnare.
La nostra più che denigrata realtà scolastica ha così smarrito il suo umano equilibrio. Il peso caricato sul "piatto" della fredda conoscenza disciplinata ha svuotato sempre più quello della coscienza emozionata. La Scuola, acquisendo consapevolezza di ciò che non va e di ciò che potrebbe andar meglio, diverrà più bella, forte, etica e umanizzante. In questo libro rivolto a tutto il sistema formativo, gli autori sentono l'obbligo e il dovere di affermare che Educare è altra cosa.

Andrea Iovino è presidente della Biennale delle Arti e delle Scienze del Mediterraneo (BIMED), ente formatore per docenti del Ministero dell'Istruzione e Associazione di Enti locali per la cultura, l'educational e la legalità. Specializzato in Storia dell'Arte e Comunicazioni di massa, dal 1997 si occupa di pedagogia organizzando iniziative di formazione per il corpo docente del contesto nazionale e in ambito alla Biennale promuove annualmente programmi e progetti di ottimizzazione dell'offerta formativa per le scuole di ogni ordine e grado. È autore di diverse pubblicazioni afferenti all'arte e al ruolo del fare arte in favore della qualificazione e della promozione del contesto Paese.
Maurizio Spaccazocchi, già docente nel Conservatorio Rossini di Pesaro e nell'Università di Urbino, è autore di numerose pubblicazioni di ricerca, studi e didattica scolastica per le case editrici Ricordi, Suvini Zerboni, La Scuola, Franco Angeli, Scolastiche Mondadori, QuattroVenti, Progetti Sonori, Carocci, ecc. Svolge da tantissimi anni laboratori, corsi e convegni di formazione in tutto il territorio italiano. È docente presso le scuole di Musicoterapia di Assisi-Cittadella, Napoli-Isfom, Catania-Gabriel Marcel. È membro del comitato scientifico del Centro Studi Sociali Maurizio Di Benedetto (CSMDB) di Lecco. Collabora come esperto formatore con la Biennale della Arti e delle Scienze del Mediterraneo (BIMED).

Indice
Andrea Iovino, Maurizio Spaccazocchi, Introduzione
Primo non nuocere!
Perpetuare la vita
Riconoscere umanità
Fateci "uscire"!
Mio padre danza e mia madre fa boxe
Umorismo pedagogico
La Scuola delle conferme
Danzare la trama ondulante dell'universo
Ho visto una forchetta mangiare con le mani
Mindful body
E il mio bagaglio mnemonico?
Creare "oggetti" d'amore
Dalla cittadinanza alle cittadinanze
Per una Scuola dei volti
La Scuola della dipendenza
Realtà o ordine immaginato?
La Scuola fra neofilia e neofobia
Pertinenza e priorità
La voce è la Scuola
La Scuola come "città ideale"
Scuola: logos vs pathos
Precocità e velocità cognitiva
La Scuola e la Bellezza
Non tutti siamo intonati
Bibliografia.