La mafia come impresa. Analisi del sistema economico criminale e delle politiche di contrasto
Autori e curatori
Contributi
Leonardo Angelone, Amedeo Argentiero, Michele Bagella, Clotilde Champeyrache, Bruno Chiarini, Sandro Clementi, Giuseppe Di Vetta, Elisabetta Marzano, Luisa Picozzi, Maria Francesca Romano, Federico Sallusti
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 304,      1a edizione  2017   (Codice editore 364.191)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 35,00
Disponibilità: Discreta




Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788891750082
Informazioni sugli e-book

Clicca qui per provare l'e-book
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 24,50
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788891757852
Disponibile anche in:
Informazioni sugli e-book


Clicca qui per provare l'e-book

In breve
L’internazionalizzazione dei mercati richiede tecnologie complesse, servizi internazionali differenziati e un sistema finanziario multi localizzato. Questa evoluzione del sistema produttivo coinvolge anche le organizzazioni criminali e necessariamente le politiche di contrasto. Esiste un’indubbia difficoltà di comprensione dei modelli adottati dalle organizzazioni criminali; le ricerche presenti in questo volume ricorrono nelle loro analisi alle tecnologie della conoscenza e allo studio delle relazioni interne ed esterne al sistema economico criminale.
Presentazione del volume

Eurostat ha chiesto ai Paesi membri dell'Unione Europea di inserire nei conti nazionali alcune tradizionali attività produttive illegali - droga, sfruttamento della prostituzione, contrabbando di tabacco - ma la lista di tali produzioni è ben più lunga. L'internazionalizzazione dei mercati richiede tecnologie complesse, servizi internazionali differenziati e un sistema finanziario multilocalizzato. Questa evoluzione dell'apparato produttivo coinvolge anche le organizzazioni criminali e necessariamente le politiche di contrasto. Esiste un'indubbia e prevedibile difficoltà di comprensione dei modelli adottati dalle organizzazioni criminali e le ricerche presenti in questo volume suggeriscono di ricorrere alle tecnologie della conoscenza e allo studio delle relazioni interne ed esterne al sistema economico criminale.
Un esito di queste ricerche è uno schema che definisce il conto satellite dell'economia criminale da integrare con gli analoghi schemi relativi all'economia sommersa e all'economia legale. Promettenti sviluppi sono inoltre il risultato delle ricerche sulle imprese legali della criminalità organizzata, operanti come supporto alle attività criminali oppure finalizzate all'investimento.

Guido M. Rey (Bologna, 8.12.1936). Ha insegnato Economia politica, Econometria, Politica economica e finanziaria nelle Università di Urbino sede di Ancona, Firenze, la Sapienza di Roma, Roma Tre, Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa. Dal 1980 al 1993 è stato presidente dell'Istituto nazionale di statistica (Istat) e, dal 1993 al 2001, presidente dell'Autorità per l'informatica nella PA (Aipa). Gli argomenti principali delle sue pubblicazioni sono: modelli econometrici, politica economica e sviluppo dell'Italia, ruolo economico della PA, economia sommersa, economia criminale, ruolo delle ICT nelle imprese e nelle pubbliche amministrazioni.

Indice
Guido M. Rey, Introduzione
Luisa Picozzi, Impostazione di un conto satellite delle attività illegali
Clotilde Champeyrache,
La non neutralità dell'identità del proprietario: elementi di teoria dell'impresa legale-mafiosa
Leonardo Angelone,
Il valore dell'informazione nelle organizzazioni criminali
Maria Francesca Romano,
Dalle parole ai numeri: estrarre dati dalle sentenze della magistratura
Federico Sallusti, Imprese criminali e filiere illegali: informazione e conoscenza nelle strategie organizzative
Giuseppe Di Vetta,
Mafia imprenditrice ed imprenditore mafioso. Modelli sociocriminologici, paradigmi giurisprudenziali e prospettive politico-criminali
Amedeo Argentiero, Michele Bagella, Bruno Chiarini, Elisabetta Marzano, Natalità di impresa e usura: evidenze empiriche per le province italiane in una fase recessiva
Sandro Clementi,
Dimensione economia criminale. Problematiche legate alle misurazioni.