Garanzia giovani in Veneto. Un modello di sussidiarietà basato sulla forza delle reti e sul valore dell'accompagnamento
Contributi
Agostino Bonomo, Elena Donazzan, Martino Pesavento, Giorgio Sbrissa, Monica Verzola
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 110,      1a edizione  2017   (Codice editore 1490.60)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 14,00
Disponibilità: Buona





Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 9,49
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (ePub) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 9,49
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: Epub con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare

In breve
Avviato in sordina e circondato da un’aura di scetticismo, il programma comunitario Garanzia Giovani per l’Italia ha assunto un profilo più convincente, stemperando il suo carattere originario di derivazione scandinava e immergendosi nei contesti regionali. Questa ricerca è dedicata al caso del Veneto, più virtuoso rispetto alla media e senz’altro portatore di un modello che può insegnare molto anche per il futuro.
Presentazione del volume


Avviato in sordina e circondato da un'aura di scetticismo, il programma comunitario Garanzia Giovani per l'Italia ha assunto un profilo più convincente, stemperando il suo carattere originario di derivazione scandinava e immergendosi nei contesti regionali.
Questa ricerca è dedicata al caso del Veneto, più virtuoso rispetto alla media e senz'altro portatore di un modello che può insegnare molto anche per il futuro. La Regione ha adottato subito il metodo della sussidiarietà a livello di partenariati e relazioni tra Pubblica Amministrazione (Province, Centri per l'Impiego, Comuni) e soggetti privati (associazioni di categoria, enti di formazione, agenzie per il lavoro).
In questo modo, nei territori si è affermato un ampio spazio di auto-organizzazione che ha alimentato un funzionamento processuale, operativo, smart della Pubblica Amministrazione, non appesantito dall'autoreferenzialità burocratica, rivolto al risultato e non alle procedure, facilitando la costruzione di reti diffuse e molto ben funzionanti, in cui l'uso professionale della comunicazione, l'interazione tra i diversi attori e il clima di condivisione fattiva si sono tradotti in specializzazione e complementarietà.
Non meno importante è stato l'affermarsi di una relazione di nuova qualità tra le imprese, in particolare le piccole, e il mondo della formazione, impegnato a soddisfare la domanda non immediatamente codificata di questo composito e vitalissimo arcipelago di aziende con un'offerta non irrigidita su standard routinari.
Ciò ha permesso di porre il giovane inoccupato al centro dell'intero processo. Gli indici della presa in carico e dell'occupabilità testimoniano quale importante passo avanti si sia fatto, trasformando un esangue contesto di garanzie assenti o puramente passive in garanzie proattive, incentivanti l'iniziativa personale e l'accompagnamento dei soggetti, con particolare attenzione alle loro fragilità, pigrizie e convenienze.

Luca Romano
, Direttore di Local Area Network a Padova, svolge attività di consulenza strategica con numerosi enti pubblici e privati. La sua pubblicazione più recente è La metropoli policentrica. Funzioni e governance della Pa.Tre.Ve. (Marsilio, 2015).

Indice
Agostino Bonomo, Presentazione
Elena Donazzan, Presentazione
Giorgio Sbrissa, Monica Verzola, Presentazione
Martino Pesavento, Presentazione
Introduzione. Gli acrobati dell'incertezza
Che cos'è Garanzia Giovani
Il pianeta (quasi) sconosciuto dei Neet
Garanzia Giovani in Veneto: un quadro conoscitivo
Il modello di governance: una buona pratica
Il focus sui territori: Vicenza e Rovigo
Nota finale
Bibliografia.