Una nuova transizione al socialismo. Il ruolo chiave di Cuba e del Centro America
Autori e curatori
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 174,      1a edizione  2018   (Codice editore 380.396)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 24,00
Disponibilità: Discreta




Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788891762139
Informazioni sugli e-book

Clicca qui per provare l'e-book
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 17,00
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788891766298
Disponibile anche in:
Informazioni sugli e-book


Clicca qui per provare l'e-book

In breve
Questo saggio sostiene la possibilità di una nuova organizzazione produttiva e, con essa, di una nuova transizione al socialismo. Cuba e il Centro America potrebbero esserne un avamposto.
Presentazione del volume

In tutti i Paesi socialisti la pianificazione centralizzata si è scontrata con una contraddizione cruciale: la non corrispondenza tra modo formale e modo reale di appropriazione dei mezzi di produzione, a causa di un insufficiente grado di interdipendenze e integrazioni delle loro strutture produttive. Si era ritenuto che tale non corrispondenza fosse solo di ordine cronologico, cioè che potesse essere superata puntando ad una crescita accelerata dell'economia. Ma, con la fine del fordismo e l'esigenza di un'offerta sempre più differenziata, a fianco della storica tendenza alla concentrazione e alla centralizzazione è emersa una seconda tendenza esattamente opposta, la deconcentrazione e la decentralizzazione. Di conseguenza, si è ritenuto che fosse inevitabile ammettere un'organizzazione in cui il mercato prendesse sempre più rilevanza rispetto al piano, con un evidente rischio: il ritorno al capitalismo. Al contrario, in questo saggio, grazie a un coordinamento strategico e paritario, si sostiene la possibilità di una nuova organizzazione produttiva e, con essa, di una nuova transizione al socialismo. Cuba e il Centro America potrebbero esserne un avamposto.

Marco Canesi è professore di Urbanistica presso la Scuola di Architettura Urbanistica Ingegneria delle Costruzioni del Politecnico di Milano. Le sue ultime più importanti pubblicazioni sono state: L'altra globalizzazione. Una nuova offerta produttiva nell'area del Mediterraneo (Franco Angeli, 2004); Questione epistemologica e potere accademico. Opposte visioni dell'economia e implicazioni urbanistiche (Punto Rosso, 2008); Le macchine utensili e il made in Italy, (Franco Angeli, 2012); Egemonismo del capitale e autodeterminazione dei popoli. Una proposta per il Centro America e i Caraibi (Franco Angeli, 2015); La Valtellina. Economia montana, sviluppo alternativo, nuovo soggetto sociale (Franco Angeli, 2017).


En todos los Países socialistas de planificación central se enfrentó a una contradicción fundamental: la falta de correspondencia entre el modo formal y real de apropiación de los medios de producción, a causa de un grado insuficiente de interdependencia e integración de la estructura productiva. De esta forma, se observa que la ausencia de correspondencia es explicada por razones de tiempo, así, podría ser superada apuntando a un crecimiento acelerado de la economía. Sin embargo, con el fin del fordismo y la necesidad de una oferta cada vez más diferenciada, acompañado por la histórica tendencia a la concentración y la centralización, se estableció una segunda tendencia exactamente opuesta: deconcentración y descentralización En consecuencia, resulta inevitable admitir una organización en la cual el mercado tomase siempre mas relevancia frente a la planificación, con un evidente riesgo: la vuelta al capitalismo. Al contrario, en este ensayo, gracias a un coordinamiento estratégico y paritario, se sostiene la posibilidad de una nueva organización productiva y, con ella, una nueva transición hacia el socialismo. Cuba y Centro America podrían ser los mas avanzados en esta dirección


Marco Canesi es profesor de Urbanismo de la Scuola Architettura Urbanistica Ingegneria delle Costruzioni en el Politecnico de Milan. Sus ultimas publicaciones mas importantes son: L'altra globalizzazione. Una nuova offerta produttiva nell'area del Mediterraneo (Franco Angeli, 2004); Questione epistemologica e potere accademico. Opposte visioni dell'economia e implicazioni urbanistiche (Punto Rosso, 2008); Le macchine utensili e il made in Italy, (Franco Angeli, 2012); Egemonismo del capitale e autodeterminazione dei popoli. Una proposta per il Centro America e i Caraibi (Franco Angeli, 2015); La Valtellina. Economia montana, sviluppo alternativo, nuovo soggetto sociale (Franco Angeli, 2017).

Indice
Premessa. Dall'amministrazione diretta dei flussi materiali a una gestione pianificata delle risorse finanziarie
Il nuovo quadro strutturale a livello mondiale: una crisi di sovrapproduzione relativa o una crisi di sovrapproduzione assoluta?
Una nuova transizione al socialismo
Santiago, il grande hub dell'emisfero occidentale
Una strategia in grado di innescare un processo di industrializzazione rapido, ma parziale
Una seconda strategia complementare, in grado di garantire che il processo di industrializzazione non sia solo rapido ma anche generale
Il contesto subcontinentale: necessità di un'area integrata e gli interventi fondanti
Perché un sistema dei trasporti intermodale a struttura anulare
I fattori induttori di un nuovo valore aggiunto
L'entità dell'investimento e l'impatto sul sistema produttivo
Il finanziamento e la sua sostenibilità economica
Conclusioni
Riferimenti bibliografici.