Dalla quotidianità alla cerimonia. Fondamenti sociologici e antropologici della cerimonialità
Autori e curatori
Collana
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 116,      1a edizione  2018   (Codice editore 1520.787)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 15,00
Disponibilità: Discreta





Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 10,50
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (ePub) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 10,50
Formato: Epub con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare

In breve
La vita quotidiana per il suo essere routinario si dà per scontata, la cerimonia rappresenta invece l’eccezione, un evento unico, che accompagna e caratterizza le tappe della vita sociale e/o personale. La cura della cerimonia deve pertanto essere affidata a figure di riferimento, i cerimonialisti, che nella modernità rappresentano una nuova professionalità, a garanzia di una perfetta organizzazione di un evento celebrativo.
Presentazione del volume

La vita quotidiana per il suo essere routinario si dà per scontata, la cerimonia rappresenta invece l'eccezione, un evento unico in un determinato spazio temporale, che accompagna e caratterizza le tappe della vita sociale e/o personale stabilendo a volte una serie di scadenze prevedibili, altre occasionali che delineano comunque la storia culturale e sociale di un Paese e il suo livello di civilizzazione. Proprio l'eccezionalità della celebrazione di un evento è il momento culminante della vita sociale, ne conferma le tradizioni, conferisce continuità alla società stessa pur adeguandosi alle trasformazioni socio-politiche-culturali in atto. In una società ben strutturata la cerimonia è il punto di arrivo della vita sociale con i suoi stadi formali atti a collegarsi alla tradizione e proiettarsi verso il futuro. Per questo la cura della cerimonia viene affidata a figure di riferimento, i cerimonialisti, che nella modernità rappresentano una nuova professionalità, a garanzia di una perfetta organizzazione di un evento celebrativo, commemorativo, a volte con caratteristiche di interculturalità che richiede una specifica capacità di mediazione tra la committenza e i destinatari.
I rapporti tra gli uomini sono metaforicamente un tessuto il cui ordito e la cui trama sono dati dal reciproco coinvolgimento. La vita sociale è comunque regolamentata e ciò che avviene nella sfera pubblica necessita della presenza di un professionista accreditato. Il volume disegna la cornice della vita sociale ispirandosi al pensiero di Cassirer che definisce la quotidianità e la cerimonialità parti più o meno ristrette o allargate della nostra vita.

Mariselda Tessarolo, già professore ordinario di Sociologia dei Processi culturali e comunicativi, è studiosa senior dello Studium Patavinum. Tra i suoi lavori: L'espressione musicale e le sue funzioni (Giuffrè, 1983); Minoranze linguistiche e immagine della lingua (FrancoAngeli, 1990); Divismo vecchio e nuovo (Cleup, 1998); La poesia tra individuo e società (Unipress, 2003); Moda e comunicazione (Il Poligrafo, 2004); La comunicazione interpersonale (Laterza, 2007-2013), L'arte contemporanea e il suo pubblico (FrancoAngeli, 2009); "The last 'touch' turns the artist into a user", in A. Scarinzi (ed), In Aesthetics and the Embodied Mind (Springer, 2015); "Seriality and globalization of fairy tale narratives in postmodern culture", in E. Polyudova (ed), Once Upon a Time in the contemporary World (Cambridge Scholars Pub., 2016).

Indice
Premessa
Il cerimoniale come necessità sociale
(Introduzione; L'individualismo e la società; La vita quotidiana; La società delle buone maniere)
I processi di differenziazione sociale e il cerimoniale
(Radici storiche; Il senso comune e la routine; La natura della deferenza e del contegno; I contatti visivi; L'abbigliamento; Sedersi a Tavola; Intenzionalità collettiva; Conclusioni)
Il cerimoniale in corso
(Premessa; Cenni storici; Il cerimoniale; Il cerimonialista; Le occasioni cerimoniali; Note conclusive)
Bibliografia di riferimento.