Benessere e intercultura. Nuove prospettive per favorire l'inclusione di malati e disabili migranti
Autori e curatori
Contributi
Franco Bochicchio
Livello
Textbook, strumenti didattici. Testi per insegnanti, operatori sociali e sanitari
Dati
pp. 120,      1a edizione  2018   (Codice editore 487.18)
Peer reviewed content
Peer Reviewed Content

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 15,00
Disponibilità: Discreta




Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788891768865
Informazioni sugli e-book

Clicca qui per provare l'e-book
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 10,50
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788891783318
Disponibile anche in:
Informazioni sugli e-book


Clicca qui per provare l'e-book

In breve
Nei contesti e nelle comunità sempre più multiculturali, quali sono le esigenze dei migranti? Come cambiano e ne sono sorte di nuove? Un disabile o un malato migrante ha modo di accedere ai servizi e alle strutture preposte? Gli enti e le associazioni sono preparati a dare risposte concrete? Il testo si rivolge a educatori, pedagogisti, insegnanti, nonché ai professionisti socio-sanitari che nella loro realtà lavorativa possono trovare persone particolarmente vulnerabili a forte rischio di marginalizzazione.
Presentazione del volume

In anni di flussi migratori diversificati, che danno luogo a comunità sempre più marcatamente multiculturali, appare improrogabile prestare attenzione alle esigenze dei migranti, monitorandone cambiamenti ed evoluzioni.
Negli ambiti educativi e del prendersi cura, segnatamente, si rileva la sempre maggiore presenza di situazioni problematiche delicate che richiedono urgenti soluzioni. Disabili e malati migranti hanno modo di accedere ai servizi e alle strutture preposte?
Enti e associazioni sono preparati a dare risposte concrete? E in tutto questo, dove si colloca l'educazione interculturale e qual è il suo ruolo?
Il volume propone un argomento trasversale fra l'educazione interculturale e la pedagogia speciale: la concezione di benessere, di salute e di disabilità nelle diverse culture. Dalla diversità nel pensare e descrivere tali concetti conseguono infatti differenti modi di relazionarsi con le persone disabili, nonché diverse pratiche di riabilitazione e cura nell'ottica di una concezione olistica della persona e di un rapporto integrato tra servizi e tra professionisti, avvalorata dalla ricerca condotta dall'autrice presso esperti e professionisti italiani e stranieri.
L'opera si rivolge a educatori, pedagogisti, insegnanti, nonché ai professionisti socio-sanitari che nella loro realtà lavorativa incontrano persone particolarmente vulnerabili a forte rischio di marginalizzazione.

Samantha Armani è dottore di ricerca in Migrazioni e processi interculturali presso l'Università di Genova, dove è stata docente di Pedagogia della vulnerabilità e della marginalità ed Educazione interculturale e attualmente insegna Didattica e Pedagogia speciale ed Educazione interculturale (laboratorio). Insegnante di scuola primaria, si è occupata per anni di supporto alla genitorialità attraverso progetti educativi mirati a sostegno di adolescenti e bambini vulnerabili. Ha pubblicato in questa stessa collana Partecipare per apprendere l'intercultura a scuola (2013) e, con G. F. Ricci, ha curato Cittadinanza attiva e cultura euromediterranea (2014), vincitore del Premio Internazionale Francesco Saverio Nitti per il Mediterraneo 2017, indetto dall'Università Suor Orsola Benincasa di Napoli.

Indice
Franco Bochicchio, Presentazione
Introduzione
Le nuove sfide della pedagogia speciale: le vulnerabilità multiple
(L'eredità dalle precedenti esperienze; Comprendere i nuovi fenomeni; Le vulnerabilità multiple e la pedagogia speciale)
I concetti di salute, malattia e disabilità nelle diverse culture
(La relazione educativa e di aiuto nei contesti multiculturali; Disabilità, malattia e salute nelle diverse culture; Una dimensione altra della cura)
"Cosa possiamo fare per voi?". Il lavoro di rete a supporto del disabile migrante e della sua famiglia
(Prendersi cura e supporto della rete professionale; Rischi e potenzialità nel mondo multiculturale; Nuovi orizzonti per l'approccio integrato di tipo interculturale)
La ricerca svolta: setacciando fra esperti del settore a livello internazionale e nazionale
(Dove desideriamo arrivare: gli obiettivi; Chi abbiamo coinvolto e come: il campione e gli strumenti di ricerca; Come abbiamo lavorato: la conduzione delle interviste e l'elaborazione dei dati)
Temi rilevanti e primi risultati
(Riflessioni sulla lettura del materiale; Altre considerazioni interessanti; Una dimensione fondamentale: la famiglia)
Proposte operative a favore dell'inclusione
(Nuove opportunità educative; Creazioni "creative" per il benessere)
Conclusioni
Bibliografia
Sitografia.