I tre lati del territorio nell'innovazione trasversale. Dalla teoria alla pratica
Autori e curatori
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 250,      1a edizione  2017   (Codice editore 380.397)

Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 23,00
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788891773555
Clicca qui per provare l'e-book

In breve
Il volume intende scindere il territorio in tre diverse componenti – tre “lati” –, che, pur interagendo, si declinano in policy industriali diverse tra loro, rispetto al grado di complessità, i tempi di attuazione e le connessioni a monte e a valle e i soggetti coinvolti. Il territorio viene quindi declinato come sistema relazionale, come sistema di governance e infine come spazio fisico. L’interazione tra i lati diventa cruciale nelle policy per l’innovazione in presenza di ciò che il testo definisce innovazione trasversale.
Presentazione del volume

In questo libro intendiamo scindere il territorio in tre diverse componenti, che pur interagendo, si declinano in policy industriali diverse tra loro, rispetto al grado di complessità, ai tempi di attuazione e alle connessioni a monte e a valle e ai soggetti coinvolti. Abbiamo chiamato queste componenti i tre lati del territorio.
Il territorio può essere declinato come sistema relazionale; come sistema di governance ed infine come spazio fisico. Alcune policy industriali possono prendere in considerazione un solo lato del territorio, talvolta due, ancor più raramente l'interazione tra i tre i lati. Tale interazione diventa cruciale nelle policy per l'innovazione in presenza di ciò che abbiamo definito innovazione trasversale.
Il libro è diviso in due parti. La prima analizza i tre lati del territorio da una prospettiva teorica. La seconda incentrata sull'analisi empirica di due progetti, di valenza regionale ed europea, che sono ricollegabili ad uno o più lati del territorio. Il primo caso proviene da una ricerca all'interno del progetto europeo FORT che pone a confronto le policy per l'innovazione realizzate da dieci regioni europee partecipanti al progetto nell'arco di dieci anni. Alcune regioni hanno puntato prevalentemente sull'aspetto relazionale, altre sono state in grado di avviare azioni incisive di governance della conoscenza, altre hanno utilizzato il territorio come spazio fisico. Il secondo caso analizza il lato del territorio principalmente come governance. Si tratta di un'analisi dettagliata del PRRIITT della regione Emilia-Romagna, all'interno del quale abbiamo provato a "misurare" l'emergere dell'innovazione trasversale. La sfida competitiva globale sembra annullare lo spazio territoriale, diluendolo su distanze immensamente sconfinate. In realtà lo rivitalizza se concepito come un ganglio nervoso di un sistema straordinariamente articolato e vasto.

Lucio Poma
, Ph.D. in Economia, è professore di Economia applicata presso il Dipartimento di Economia e Management dell'Università degli studi di Ferrara dove insegna Economia e politica industriale, Economia dello sviluppo e Storia economica. È anche responsabile scientifico dell'area Industria della società di studi economici Nomisma. È stato responsabile scientifico di progetti di ricerca europei e nazionali sulle tematiche dell'innovazione e della conoscenza. Per Franco Angeli ha pubblicato numerosi libri.

Indice
Introduzione
I tre lati del territorio
(Il territorio come sistema relazionale; Il territorio come governance; Il territorio come spazio fisico)
I tre lati del territorio in un confronto regionale europeo
(Regioni oggetto di analisi e istituzioni per l'innovazione coinvolte; Analisi aggregata delle policy per l'innovazione; Obiettivi raggiunti; I contenuti delle policy per l'innovazione; Piattaforme tecnologiche; La dimensione territoriale; Fondi pubblici; Processo di selezione e accessibilità alle policy; Coinvolgimento degli attori territoriali nei progetti; Gli attori territoriali che hanno implementato i progetti)
Il territorio come governance dell'innovazione trasversale. Il caso del PRRIITT della regione Emilia Romagna
(L'importanza del contesto e dei lati del territorio; Il programma della regione Emila Romagna per la Ricerca Industriale; I risultati della misura 3.1A terzo bando del 2008; La variabile territoriale: l'ambito provinciale; I nuovi ricercatori; La rete dei laboratori; L'innovazione trasversal; I risultati dei bandi del 2004 e del 2005; L'indagine sul campo)
Conclusioni
Indice delle figure
Riferimenti bibliografici.