Il Disegno nella Scuola di Ulm
Autori e curatori
Contributi
Giovanni Anceschi
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 130,      1a edizione  2018   (Codice editore 85.105)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 19,00
Disponibilità: Discreta





Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 13,00
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (ePub) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 13,00
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: Epub con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare

In breve
Attraverso uno studio sui tratti connotativi del Disegno nella Hochschule für Gestaltung di Ulm, la Scuola di Design che ha contribuito a rinnovare molteplici discipline ad esso intrinsecamente connesse, il volume tenta di ampliare e approfondire l’orizzonte culturale della Rappresentazione, con l’auspicio di stimolare ulteriori processi di innovazione.
Presentazione del volume

Questo libro, che si inserisce in un'ampia e consolidata tradizione di studi e ricerche sulla Storia della Rappresentazione, vuole segnalare i tratti connotativi del Disegno nella Hochschule für Gestaltung di Ulm, la Scuola di Design che, nel formulare una radicale trasformazione teorica, metodologica e culturale del progetto, ha contribuito a rinnovare molteplici discipline ad esso intrinsecamente connesse.
L'affermazione della fondamentale dimensione etico-sociale del design, l'orientamento verso un processo progettuale di natura scientifico-metodologica, il rinnovamento concettuale relativo all'estetica dei prodotti - considerata autonoma da forme artistiche di 'abbellimento' -, il profondo rinnovamento didattico orientato all'insegnamento integrato di contenuti tradizionali e nuove discipline scientifiche (cibernetica, teoria dei sistemi, teoria dell'informazione, semiotica, ergonomia, linguistica, ecc.), sono temi che esprimono una generale visione 'progressista' che riguarda fortemente anche le procedure funzionali alla rappresentazione del progetto.
Segnalare i temi più significativi del rinnovamento teorico-culturale e tecnico-metodologico del Disegno è lo scopo principale di questo libro che vuole contribuire ad ampliare e approfondire l'orizzonte culturale della Rappresentazione con l'auspicio di stimolare ulteriori processi di innovazione.
Il libro è articolato in tre capitoli:
- il primo riguarda le ragioni storiche (politiche e culturali) che hanno permesso la nascita della Scuola;
- il secondo affronta gli aspetti teorico-metodologici e didattici dell'HfG, mettendo in evidenza il contributo fondamentale di Tomás Maldonado, il teorico riconosciuto dalla critica come il maggiore protagonista della Scuola, figura centrale ed emblematica di quell'orientamento 'progressista' che segna profondamente la fisionomia culturale di Ulm;
- il terzo capitolo, infine, vuole approfondire il significato culturale e il ruolo didattico attribuito dall'HfG al Disegno, il cui noto sovrasenso nominale, che proietta il gesto rappresentativo nell'ambito conformativo delle idee, ovvero nel progetto, richiama ancora l'attenzione sulla necessità di un confronto culturale e operativo sul noto tema del 'Disegno per il Design'. Chiudono questo capitolo due interviste rilasciate da Tomás Maldonado e da Giovanni Anceschi.

Enrica Bistagnino, architetto, è professore associato di Disegno presso il Dipartimento Architettura e Design (dAD), Scuola Politecnica dell'Università degli Studi di Genova. Ha insegnato presso la Facoltà di Architettura dell'Università Mediterranea di Reggio Calabria e presso la Facoltà del Design del Politecnico di Milano.

Indice
Giovanni Anceschi, Prefazione
Introduzione
La Hochschule für Gestaltung di Ulm: note sulle ragioni della fondazione e della chiusura
(La 'reeducation' democratica; La Hochschule für Gestaltung di Ulm: dalla fondazione alla chiusura)
Nuove visioni per la teoria e la didattica del design: il contributo di Tomás Maldonado
(Note introduttive; Oltre il Bauhaus, verso un nuovo modello teorico; Il 'superamento' dell'arte come portatrice di valori nel Disegno Industriale; Verso un'estetica scientifica del progetto; Filosofia dell'educazione per una nuova didattica; Modernità della didattica di Ulm)
Teoria e didattica del Disegno
(Il Disegno (prologo); Il Disegno per il Design; Conversazione sul Disegno con Tomás Maldonado; Conversazione sul Disegno a Ulm con Giovanni Anceschi).