La forma della luce nella pittura di Francesco Lojacono. Una lettura della sua opera nel quadro di alcune esperienze della pittura di paesaggio italiana ed europea del XIX secolo
Autori e curatori
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 300,      1a edizione  2019   (Codice editore 1579.2.28)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 39.00
Disponibilità: Discreta




Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788891771681
Informazioni sugli e-book

Clicca qui per provare l'e-book
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 27.00
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788891792631
Disponibile anche in:
Informazioni sugli e-book


Clicca qui per provare l'e-book

In breve
Lo studio ha inteso fornire gli elementi per un nuovo e più ampio sguardo sulla pittura di Francesco Lojacono, attraverso l’indagine delle tappe fondamentali del suo percorso artistico, al fine di riscattarlo, in qualche modo, dal giudizio che la critica e gli osservatori locali coevi dettero di lui di “principe dei paesisti siciliani”, dal quale la sua pittura, come di un’indelebile etichetta, non sembra essersi ancora definitivamente liberata.
Presentazione del volume

Artista prevalentemente studiato con un'ottica essenzialmente locale che ha limitato, in parte, l'effettiva portata della sua personalità artistica e il valore della sua opera, Francesco Lojacono (Palermo, 1838-1915) fu, invero, un pittore nato in Sicilia ma di statura italiana, per il contributo da lui dato al rinnovamento della pittura paesaggistica della seconda metà dell'Ottocento in Italia. Inoltre, la più ampia prospettiva di valutazione adottata nell'analizzare la sua produzione artistica ha fatto emergere numerose affinità tra suoi dipinti e talune pitture di paesaggio di alcuni tra i principali protagonisti della pittura di paesaggio europea, come Joseph Mallord William Turner, John Constable e Jean-Baptiste-Camille Corot, ed ha evidenziato l'esistenza di connessioni con specifiche opere, in particolar modo quelle realizzate durante il soggiorno a Portici, del pittore catalano Mariano Fortuny y Marsal. L'indagine, pertanto, attraverso l'esame delle tappe fondamentali del suo percorso artistico ha inteso fornire elementi per un nuovo e più mirato sguardo sull'opera di Lojacono che lo riscattasse, in qualche modo, dall'etichetta di "principe dei paesisti siciliani" di cui la sua pittura, come di un indelebile marchio, sembra non essersi ancora del tutto liberata. La scoperta che, per il pittore siciliano, in virtù di una sorta di immedesimazione da lui operata tra la luce che fa esistere l'oggetto e l'oggetto che per suo mezzo esiste, la rappresentazione dell'immagine della luce, o meglio della sua forma, avviene attraverso quella dell'oggetto che essa manifesta ha costituito l'ultimo approdo di questo lavoro.

Anna Ciotta, insegna Storia dell'arte contemporanea nell'Università degli Studi di Torino. Ha pubblicato il volume La cultura della comunicazione nel piano del Centro Mondiale di Hendrik Ch. Andersen e di Ernest M. Hébrard (FrancoAngeli, 2011), saggi sulla pittura di paesaggio dell'Ottocento in Italia - in particolare, sulla poetica e l'estetica della cosiddetta "scuola di Rivara" - con riferimenti a quella di altri paesi europei, e articoli su opere di alcuni artisti del Novecento.

Indice
Introduzione
Ringraziamenti
Le tappe del percorso formativo di Francesco Lojacono
(Il periodo di apprendistato a Palermo (prima del 1856) e a Napoli (1856-1859). La temperie artistica palermitana e napoletana; Il naturalismo palizziano e la sua lezione nelle opere di Francesco Lojacono; Echi della Scuola di Resina, e, in particolare, delle opere di Marco De Gregorio, di Federico Rossano e di Giuseppe De Nittis nelle pitture di Francesco Lojacono; L'esperienza formativa a Firenze (1861-1865); Le relazioni tra la pittura di Francesco Lojacono e quella dei Macchiaioli: assonanze e dissonanze)
Francesco Lojacono e Giovanni Verga. Pittura e letteratura a confronto
(Il comune mondo poetico; Il linguaggio narrativo ed evocativo di Francesco Lojacono e il linguaggio pittorico di Giovanni Verga; Opera pittorica e testo letterario a confronto: complementarieta e interazione tra due differenti linguaggi artistici)
Francesco Lojacono e il rapporto con la fotografia e la botanica nel quadro delle sue esperienze artistiche
(Francesco Lojacono e la fotografia: un rapporto di fruttuosa reciproca interferenza; L'interesse di Francesco Lojacono per la botanica)
Francesco Lojacono, protagonista in Sicilia della pittura di paesaggio del suo tempo
(Francesco Lojacono e la nuova visione del paesaggio da lui inaugurata in Sicilia; Il concetto di paesaggio e la ricerca della forma della luce nella pittura di Francesco Lojacono)
Le relazioni europee nell'opera di Francesco Lojacono
(L'opera di Francesco Lojacono e la pittura di paesaggio di Joseph Mallord William Turner (1775-1851), John Constable (1776-1837) e Jean-Baptiste-Camille Corot (1796-1875): analogie, relazioni e corrispondenze; La concezione e l'estetica del paesaggio in Lojacono, Turner, Constable e Corot; L'organizzazione dello schema compositivo nelle opere di Lojacono, Turner, Constable e Corot; Il valore e la funzione della luce nella pittura di Lojacono, Turner, Constable e Corot; Le connessioni di Lojacono con la produzione paesaggistica dell'ultimo periodo porticese di Mariano Fortuny y Marsal)
Epilogo
Bibliografia generale
Indice dei nomi dei principali autori
Indice dei nomi dei principali pittori
Indice dei nomi dei principali fotografi
Elenco delle illustrazioni
Crediti fotografici
Avvertenze
Apparati
(Francesco Lojacono. Vita e opere, repertorio bibliografico; Referenze bibliografiche sulla vita e sull'attività di altri artisti).


Le nostre spedizioni verranno sospese dal 19 Dicembre al 6 Gennaio (inclusi).
Pubblicità