Una storia di rigore e di passione. Saggi per Livio Antonielli
Contributi
Luigi Provero, Paolo Grillo, Giuliana Albini, Daniela Novarese, Grado Giovanni Merlo, Rodolfo Savelli, Claudio Povolo, Emanuele Pagano, Alessandro Buono, Paola Bianchi, Saverio Russo, Fabrizio Costantini, Loris De Nardi, Giuseppe Ambrosino, Silvia Marzagalli, Alessandra Dattero, Vincent Milliot, Carlo Capra, Daniele Edigati, Miguel A. Melon Jiménez, Vittorio Criscuolo, Brigitte Marin, Michael Broers, Antonino De Francesco, Patrizia De Salvo, Alessandro Giovanazzi, Vittoria Calabrò, Silvia Bobbi, Francesca Sofia, Maria Malatesta, Giulia Lami, Marco Meriggi, Maria Luisa Betri, Gianluca Albergoni, Laura Di Fiore, Enza Pelleriti, Gian Maria Varanini, Simona Berhe, Giacomo Demarchi, Pasquale Beneduce, Andrea Romano, Michela Minesso, Giorgio Bigatti, Luigi Vergallo, Ivano Granata
Collana
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 866,      1a edizione  2018   (Codice editore 2000.1505)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 67,00
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788891779946

In breve
I quarantasette saggi raccolti nel volume vogliono rendere omaggio a un maestro, un amico e un collega che conclude la carriera universitaria, Livio Antonielli. Queste pagine testimoniano l’ampio spettro di interessi che ha accompagnato la carriera accademica e scientifica di questo studioso e più in generale la sua curiosità per ogni aspetto della vita dell’uomo e della storia, anche oltre i temi da lui più assiduamente frequentati.
Presentazione del volume

Una raccolta di saggi per rendere omaggio a un maestro, un amico e un collega che conclude la carriera universitaria è forse un'idea consueta, ma ci è sembrato il modo migliore di esprimere la stima, la riconoscenza e l'affetto che sentiamo per Livio Antonielli.
I quarantasette saggi di cui questo volume si compone vogliono essere un segno dell'importanza che l'incontro con Livio ha rivestito per ciascuno di noi, pur in tempi e in modi diversi, così dal punto di vista scientifico e accademico, come da quello umano. Dell'influenza o dell'impronta che il lavoro di Livio nel campo della storia istituzionale ha esercitato il lettore troverà qui molte tracce. Queste pagine testimoniano altresì l'ampio spettro di interessi che ha accompagnato la carriera accademica e scientifica di questo studioso e più in generale la sua curiosità per ogni aspetto della vita dell'uomo e della storia, anche oltre i temi da lui più assiduamente frequentati.

Scritti di: G. Albergoni, G. Albini, G. Ambrosino, P. Beneduce, S. Berhe, M.L. Betri, P. Bianchi, G. Bigatti, S. Bobbi, M. Broers, A. Buono, V. Calabrò, C. Capra, F. Costantini, V. Criscuolo, A. Dattero, A. De Francesco, G. Demarchi, L. De Nardi, P. De Salvo, L. Di Fiore, D. Edigati, A. Giovanazzi, I. Granata, P. Grillo, M.Á. Melón Jiménez, G. Lami, S. Levati, M. Malatesta, B. Marin, S. Marzagalli, M. Meriggi, G.G. Merlo, V. Milliot, M. Minesso, S. Mori, D. Novarese, E. Pagano, P. Pelleriti, C. Povolo, L. Provero, A. Romani, S. Russo, R. Savelli, F. Sofia, G.M. Varanini, L. Vergallo.

Stefano Levati insegna Storia moderna e Storia culturale dell'età moderna presso l'Università degli Studi di Milano. È membro del Comitato di direzione della rivista di studi storici "Società e storia" e coordinatore del Centro di Ricerca "Bruno Caizzi" per la Storia della Svizzera. La sue ricerche si sono concentrate in prevalenza sulle dinamiche sociali - ed in particolare sul mondo della negozio e della finanza - nel delicato passaggio tra fine dell'ancien régime e la restaurazione. Tra le sue pubblicazioni più recenti ricordiamo Storia del tabacco nell'Italia moderna (Viella 2017).

Simona Mori insegna Storia delle istituzioni politiche all'Università degli Studi di Bergamo. É parte del comitato scientifico delle riviste "Società e storia" e "Storia Amministrazione Costituzione". Si è dedicata a ricerche di storia istituzionale sulla Lombardia settecentesca, sullo stato amministrativo del primo XIX secolo e sull'organizzazione territoriale e poliziesca dello Stato italiano post-unitario. Tra le sue pubblicazioni più recenti, Polizia e statualità nel primo Ottocento (Rubbettino 2017).

Indice
Stefano Levati, Simona Mori, Premessa
Luigi Provero, Le forche del priore: giustizia e comunità nella Val di Susa del Duecento
Paolo Grillo, I signori, le città e la guerra. La campagna antiviscontea dell'autunno 1356 e la battaglia di Casorate
Giuliana Albini, Prevenire le epidemie, assistere i malati: officiali di sanità, medici e ospedali nella società visconteo-sforzesca
Daniela Novarese, "Perché in qualsivoglia Città e Repubblica si deve avere somma avvertenza che non si commetta frode". Modalità e norme di controllo di merci e mercati nella Sicilia medievale e moderna
Grado Giovanni Merlo, Rigidità istituzionali e tensioni religiose nella cristianità occidentale tra XV e XVI secolo
Rodolfo Savelli, Sulla stampa del Corpus iuris civilis nel Cinquecento. Standardizzazione, innovazioni, contaminazioni
Claudio Povolo, Voci liberar bandito (Repubblica di Venezia, 1580-1592): narrazioni di un'etnografia della violenza in età moderna
Emanuele Pagano, Un ufficiale di polizia d'antico regime. Il Capitano del divieto di Mantova
Alessandro Buono, Anziano, calpixqui, shaykh, nanushi. Note per una storia globale dei "ruoli inter-gerarchici" e del vicinato
Paola Bianchi, Gli spazi del "militare" nel controllo del territorio. Note a margine di studi sugli antichi Stati italiani
Saverio Russo, La polizia della Dogana di Foggia: il corpo dei "cavallari" tra Sei e Settecento
Fabrizio Costantini, Governare una periferia. Controllo del territorio e contrabbando a Crema nel Sei-Settecento
Loris De Nardi, 29 giugno 1673: la "straordinaria escrescenza" del Lago di Como. Pratiche costruttrici di rischio e gestione istituzionale del processo disastroso
Giuseppe Ambrosino, Parlement e crisi politiche sotto il regno di Luigi XV
Silvia Marzagalli, Agenti economici, politiche statali e relazioni internazionali: per una rilettura sistemica del commercio coloniale settecentesco e del ruolo del contrabbando e della guerra
Alessandra Dattero, Sei mesi di guerra: l'inverno 1733-1734
Vincent Milliot, La police parisienne dans la tourmente. La bousculade de la rue royale et ses retombées (Paris, 30 mai 1770)
Carlo Capra, Prima dei Prefetti. I Regi Delegati nella Lombardia teresiana e giuseppina (1755-1784)
Daniele Edigati, Fra giustizia e polizia nella Toscana di fine Settecento. Di alcune memorie ritrovate di Jacopo Biondi e Giuseppe Giusti
Stefano Levati, La privativa del tabacco nel Granducato di Toscana tra controllo del territorio e politiche liberiste in alcuni memoriali sette e ottocenteschi
Miguel Á. Melón Jiménez, Jueces y policías para una provincia fronteriza entre España y Portugal. Extremadura (1790-1824)
Vittorio Criscuolo, La "questione" del giacobinismo italiano: le origini
Brigitte Marin, Migliorare l'ordine pubblico. Idee e pratiche di polizia nei memoriali di inizio Ottocento (Napoli, 1800-1803)
Michael Broers, Honour or Equality? Embedding the Napoleonic legal codes in the Kingdom of Italy
Antonino De Francesco, Il sogno italiano di Gioacchino. Qualche nota ancora sulle operazioni militari di Murat nel biennio 1814-1815
Patrizia De Salvo, "Nel Congresso del passato anno si occupò il Parlamento del grande oggetto di riconoscere se una Marina ... fosse necessaria ed utile per la difesa del Regno istesso". La Regia Marina del Regno di Sicilia nel dibattito parlamentare durante il decennio inglese
Alessandro Giovanazzi, La nascita della giustizia amministrativa nell'Italia napoleonica: una prospettiva storico-istituzionale
Vittoria Calabrò, 1813-1823: il capitano Francesco Romeo e il progetto per la riorganizzazione "d'una polizia e d'una Armata in Sicilia"
Silvia Bobbi, La realizzazione del naviglio di Pavia tra età napoleonica e Restaurazione
Francesca Sofia, Revue des progrès des peuples vers la liberté: uno scritto (quasi) inedito di Sismondi
Maria Malatesta, Nobili patrioti. Appunti per un'antropologia della nobiltà italiana durante il Risorgimento
Giulia Lami, Il Risorgimento italiano fra i Russi e gli Ucraini
Marco Meriggi, Un Garibaldi per tutti e per nessuno. Morte e celebrazioni del capo dei Mille nel racconto della stampa tedesca del tempo
Maria Luisa Betri, Un medico "di lumi e di cuore" tra Sette e Ottocento: Luigi Sacco
Simona Mori, L'impronta dei prefetti. Storie di polizia in provincia dalle fonti mantovane preunitarie
Gianluca Albergoni, Un professore molto "ordinario" nella Lombardia della Restaurazione: Carlo Maveroffer tra famiglia, insegnamento e letteratura
Laura Di Fiore, La polizia in platea. Il controllo su teatri e spettacoli nel Regno delle Due Sicilie
Enza Pelleriti, La Guardia nazionale del Regno delle Due Sicilie nei progetti di Pasquale Borrelli (1820) e Francesco Paolo Bozzelli (1848)
Gian Maria Varanini, Uno sguardo ai primordi dell'insegnamento superiore della paleografia in Italia. Silvio Andreis (1837-1869) fra Rovereto, Berlino e Firenze
Simona Berhe, "Gli intenti schiettamente nazionali della nostra guerra": le truppe coloniali libiche nel primo conflitto mondiale
Giacomo Demarchi, "Ist Preussen ein Land"? Weimar, il suo territorio e l'inizio di un percorso
Pasquale Beneduce, Fra censura e Costituzione. Il caso Dolci nell'età dei processi
Andrea Romano, Alle origini di due costituzioni
Michela Minesso, Cittadinanza e modernizzazione degli apparati dello Stato. Alle origini del Corpo di polizia femminile
Giorgio Bigatti, Tra politica e storia. La breve esperienza del Centro per la storia del movimento contadino in Italia
Luigi Vergallo, La polizia milanese e un interessante caso di contrabbando e di ricettazione
Ivano Granata, Wembley, maggio 1963: il Milan campione d'Europa nei giudizi della stampa milanese.