Adolescenti in connessione. Un modello flessibile di presa in carico educativa
Contributi
Raffaele Mattei
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 188,      1a edizione  2019   (Codice editore 1130.342)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 24,00
Disponibilità: Discreta




Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788891780348
Informazioni sugli e-book

Clicca qui per provare l'e-book
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 17,00
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788891785107
Disponibile anche in:
Informazioni sugli e-book


Clicca qui per provare l'e-book

In breve
Il volume vuole presentare un modello di presa in carico efficace ed efficiente, rivolto a quegli adolescenti così originali che molti definiscono “difficili”, “persi” o addirittura “irrecuperabili”. Adolescenti di strada, senza casa e senza riferimenti adulti, connessi al web ma non alle reti sociali istituzionali, fortemente refrattari ai luoghi di accoglienza tradizionali, così come alle famiglie e alle figure adulte che li hanno spesso delusi.
Presentazione del volume

Questo testo è frutto di una messa alla prova sul campo, di una ricerca appassionata che ha verificato la correttezza di alcune intuizioni educative.
Il progetto Adoc (Adolescenti in connessione) della Fondazione Amilcare ha compiuto dieci anni e ha già sedimentato risultati così significativi che non possono essere taciuti. L'obiettivo del testo è dunque quello di presentare un modello di presa in carico efficace ed efficiente, rivolto a quegli adolescenti così originali che molti definiscono "difficili". Adolescenti di strada, senza casa e senza riferimenti adulti, connessi al web ma non alle reti sociali istituzionali, fortemente refrattari ai luoghi di accoglienza tradizionali, così come alle famiglie e alle figure adulte che li hanno spesso delusi.
Di questo modello di presa in carico vengono presentate le basi teoriche, le scelte metodologiche e quelle organizzative. Il lettore potrà seguire il percorso storico del gruppo di lavoro che ha concepito e formulato alcune idee formidabili per creare nuove connessioni, metter su casa, crescere in consapevolezza.
La narrazione si intreccia all'illustrazione sistematizzata di opzioni metodologiche, soluzioni operative e tecniche esportabili in altri contesti. Il lettore potrà quindi comprendere come la flessibilità contingente, concetto cardine di questo cammino, abbia permesso di perfezionare molti aspetti, generando un modello facilmente esportabile e replicabile, perché centrato sulla capacità di ridefinirsi ogni volta, in base ai contesti e ai contributi dei protagonisti adolescenti.
Il volume si rivolge, quindi, in primo luogo ai professionisti che desiderano confrontarsi con nuovi modelli di educazione in adolescenza, vogliono rinnovare i propri progetti e anche raccogliere le sfide poste da chi esprime bisogni affettivi e sociali antichi, in contesti convulsamente nuovi.

Enzo Mirarchi lavora in Svizzera nel cantone Ticino come educatore professionale. Ha iniziato la sua carriera nell'ambito delle dipendenze, formandosi presso il Gruppo Abele a Torino e Comunità Nuova a Milano. Lavora con la Fondazione Amilcare da più di trent'anni: è stato responsabile di foyer per adolescenti fino al 2006, ha iniziato un progetto innovativo di accoglienza per minori in piccoli appartamenti, è stato responsabile dei gruppi di educatori, ha gestito e organizzato la formazione continua.

Fabio Sbattella insegna psicologia clinica nella Facoltà di Scienze dell'educazione dell'Università Cattolica di Milano. È psicoterapeuta didatta e giudice onorario presso il Tribunale per i minorenni di Milano. Tra le sue pubblicazioni con i nostri tipi: con C. Castelli, Psicologia del ciclo di vita (2004); Manuale di psicologia dell'emergenza (2009); Persone scomparse. Aspetti psicologici dell'attesa e della ricerca (2016); con G. Scaduto, Promuovere e difendere i diritti dell'infanzia e dell'adolescenza. Il contributo della psicologia (2018).

Indice
Raffaele Mattei, Prefazione
Fabio Sbattella,
Premessa
Introduzione. Significati ed esperienze in cammino
Adolescenza in Ticino
(Dati demografici e dati del disagio; Il sistema di protezione delle famiglie e dei minorenni; Buoni servizi per i giovani; Nodi scoperti e bisogni emergenti; Ipotesi e proposte nel 2005)
L'ipotesi Adoc
(I valori di partenza e le opzioni educative; I fondamenti teorici; Il modello organizzativo che attualizza la scommessa)
Il cammino
(Dati dei dieci anni; Testimonianze; Momenti ed episodi critici, la gestione dei rischi)
Adoc oggi
(Il modello consolidato; Motivazione dei cambiamenti rispetto alle ipotesi iniziali; Ricadute nella Fondazione Amilcare, nel sistema di protezione e nella cultura ticinese; Raccomandazioni e prospettive)
Riferimenti bibliografici.


  • Psichiatria, neuropsichiatria, neuroscienze, psicofisiologia, psicobiologia
  • Psicologia cognitiva, psicologia della personalità
  • Psicologia sociale, di comunità, politica, ambientale, dell'emergenza, del turismo
  • Scienze e tecniche psicologiche per l'intervento clinico

    Scienze e tecniche psicologiche per il lavoro, l'impresa, le organizzazioni

    Teoria e tecniche dei test, psicometria, psicodiagnostica

    Scienze e tecniche psicologiche dello sviluppo e dell'educazione

    Teoria e tecniche per la riabilitazione

    Prevenzione e clinica delle dipendenze

    Psicologia giuridica, investigativa, forense, criminale, psicologia della devianza

    Psicologia della salute, psicologia del benessere, educazione al benessere

    Psicologia dell’arte e della letteratura, psicologia estetica

    Storia della psicologia

    Professione psicologo

    Servizi di cura


    Pubblicità