L'orientamento positivo (risonanza) o negativo (dissonanza) delle emozioni di un "leader aziendale". Il potere dell'intelligenza emotiva
Autori e curatori
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 60,      1a edizione  2018   (Codice editore 376.6)
Peer reviewed content
Peer Reviewed Content

Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 14,00
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788891785794
Clicca qui per provare l'e-book

In breve
Una particolare attenzione è posta sull’intelligenza emotiva e le altre intelligenze che concorrono a definire “l’intelligenza globale”, di cui devono essere dotati, a garanzia del successo aziendale, i leader-manager operanti in tale ambito; o ancora, ai vari stili di leadership che favoriscono la risonanza e le competenze dell’intelligenza emotiva riferibili ad un “gruppo” aziendale.
Presentazione del volume

Il lavoro, che si sottopone all'attenzione dei leader e dei manager operanti nei vari settori di attività che compongono il sistema aziendale, intende affrontare il tema della "risonanza" o della "dissonanza" delle emozioni dei responsabili di area.
Dopo una breve introduzione sull'argomento, il lavoro ripropone il sistema (aperto) dei principi definenti l'Economia Aziendale puntando, di seguito, l'attenzione sul principio dell'intelligenza emotiva e delle altre intelligenze che concorrono a definire "l'intelligenza globale", di cui devono essere dotati, a garanzia del successo aziendale, i leader-manager operanti in tale ambito.
Il lavoro affronta, di seguito, i vari stili di leadership che favoriscono la risonanza e le competenze dell'intelligenza emotiva riferibili ad un "gruppo" aziendale, nell'ambito del quale il leader svolge una funzione di orientamento e di coordinamento, dominando e misurando le proprie emozioni, evitando reazioni pericolose da parte dei vari componenti il gruppo stesso e lesive del successo aziendale.
Il lavoro si evolve individuando il nesso logico instaurabile tra l'intelligenza emotiva e la comunicazione strategica per poi incentrare l'attenzione sulla "casualità" che vede nella stessa intelligenza una componente limitatrice.
Il lavoro si conclude con la rappresentazione di uno schema nel quale si individuano i ruoli e le funzioni dei leader aziendali (dotati di intelligenza globale) e dei manager (dotati di intelligenza parziale).

Giuseppe Paolone è Professore Straordinario di Economia Aziendale nell'Università Telematica "Pegaso" ed è Rettore Vicario del medesimo Ateneo.

Indice
Introduzione
I principi ispiratori dell'economia aziendale inquadrati nella teoria generale e nella specializzazione per tipi di operatività
Il principio dell'intelligenza emotiva nell'ambito dei vari tipi generali di capacità organizzative
Le ulteriori "intelligenze" che, unitamente a quella emotiva, concorrono a definire l'"intelligenza globale" di un leader aziendale
La "risonanza" e la "dissonanza" della leadership nel processo decisionale
Gli stili di leadership che favoriscono la risonanza
Le competenze di intelligenza emotiva riferibili a un team aziendale
Il nesso logico tra l'intelligenza emotiva e la comunicazione strategica
Il processo vivente ed evolutivo del cambiamento finalizzato al successo aziendale
L'intelligenza emotiva quale componente limitatrice della casualità nel sistema aziendale
Conclusioni
Bibliografia.