Città: ma quale?

Stimoli, confronti e suggerimenti

Contributi
Marilena Adamo, Piero Bassetti, Daniela Benelli, Alessandro Bertoja, Anna Lisa Boni, Virginio Brivio, Arianna Censi, Matteo Colleoni, Alessandro Fermi, Attilio Fontana, Giuseppe Gario, Emilio Misuriello, Nicola Pasini, Marta Pepe, Felice Perussia, Franco Sacchi, Giuseppe Sala, Giangiacomo Schiavi, Lanfranco Senn, Sergio Sorgi, Francesca Zajczyk
Collana
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 224,      1a edizione  2020   (Codice editore 2000.1530)

Città: ma quale? Stimoli, confronti e suggerimenti
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 28,00
Disponibilità: Discreta





Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 20,00
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (ePub) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 20,00
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: Epub con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare

In breve

Recenti studi hanno dimostrato che 600 città, pari a un quinto della popolazione globale, producono il 60% del Pil mondiale, e la metà di esse è responsabile del 50% della produzione del pianeta. Tra tutti i modelli di città che emergeranno nei prossimi anni, il volume cerca di individuarne uno, tenendo presente l’importanza che potrà assumere la Città di Milano.

Presentazione del volume

L'interesse di questo libro è motivato dall'autorevolezza di diversi recenti studi, in cui si afferma che 600 città, pari a un quinto della popolazione globale, producono il 60% del Pil mondiale; la metà di esse, inoltre, è responsabile del 50% della produzione del pianeta.
Nel prossimo decennio lo stesso numero di città sarà in grado di produrre un identico Pil, ma un terzo di esse, sostenuto da know-how e potere d'acquisto della nuova classe media, sarà rimpiazzato dalle economie emergenti provenienti dalla Cina e dall'India.
L'economia mondiale dipenderà quindi da queste 600 città per la qualità delle loro infrastrutture e servizi, per l'abilità di governare un'espansione urbana spesso non programmata, per la gestione dello stress ambientale e della manutenzione urbana, per la capacità di sostenere la crescita, di gestire la domanda e soddisfare i fabbisogni, in misura tale da rendere la città competitiva a livello mondiale.
Con molta probabilità vi potranno essere più modelli di città, qui si cerca di individuarne uno, tenendo presente l'importanza che potrà assumere la Città di Milano.

Paolo Monari
ha lavorato in imprese industriali e di servizio. È consulente di organizzazioni aziendali, materia che insegna all'Università di Padova, nel Master di Innovazione e Project Management.

Alessandro Patelli
ha ricoperto incarichi politico-istituzionali in Regione Lombardia e organizzato il convegno internazionale su "Nuovo Federalismo Europeo". È Segretario Generale della Associazione Consiglieri della Regione Lombardia.

Enrico Maria Tacchi
insegna Sociologia dell'ambiente e del territorio nel corso di studio TPALL dell'Università degli Studi di Milano. Al Dipartimento di Sociologia dell'Università Cattolica del Sacro Cuore è responsabile del gruppo di lavoro ULTRA (Urban Life & Territorial Research Agency).

Gianni Verga
, ingegnere, ha ricoperto incarichi politico-amministrativi in Regione Lombardia, Provincia di Milano e Comune di Milano. Ha svolto e svolge attività professionale in edilizia e urbanistica anche come consulente di importanti gruppi imprenditoriali del mondo immobiliare. È Presidente del Collegio degli Ingegneri e degli Architetti di Milano.

Indice

Alessandro Patelli, Presentazione
Alessandro Bertoja, Alessandro Fermi, Attilio Fontana, Giuseppe Sala, Saluti introduttivi
Relazioni di base
Anna Lisa Boni, Eurocities e l'Agenda europea delle città metropolitane
Piero Bassetti,
Le politiche per la città tra locale e globale
Paolo Monari, I fondamenti di una matrice per l'analisi e l'intervento sui sistemi urbani
Filosofia della città ideale
Paolo Monari, Princìpi e metodi per progettare una città bella, inclusiva e dinamica
Lanfranco Senn,
Verso una città che pone al centro le persone e le relazioni
Daniela Benelli, La partecipazione come requisito per una valida gestione dei vari livelli territoriali
Felice Perussia,
La realtà urbana e le sue rappresentazioni: osservazioni psicologiche sulla cittadinanza
Emilio Misuriello,
Infrastrutture, dati e mobilità nella città del futuro
Marta Pepe,
Diritti di tutti e disuguaglianze sociali
Sociologia della città ideale
Enrico Maria Tacchi, La città ideale tra utopia e pianificazione
Giuseppe Gario,
La rivoluzione digitale e il futuro di Milano
Franco Sacchi,
Le disuguaglianze territoriali e le criticità delle periferie
Matteo Colleoni,
La nuova morfologia della città: evidenze cartografiche e analisi sociologica
Sergio Sorgi,
Squilibri demografici e automazione: quale benessere nella città futura?
Francesca Zajczyk,
Recenti trasformazioni sociali e territoriali nella metropoli milanese
Governo della città ideale
Gianni Verga, Superare la "città metropolitana" per attivare tutte le sinergie tra sfera pubblica e sfera privata
Marilena Adamo,
Le criticità istituzionali dei passaggi dalle province alla città metropolitana e oltre
Arianna Censi,
Per un governo di area vasta sostenibile e competitivo
Virginio Brivio,
Aspetti amministrativi e finanziari che qualificano la competitività di Milano in Europa
Nicola Pasini,
Fattori prevedibili e imprevedibili che incidono sul governo urbano e territoriale
Giangiacomo Schiavi,
Perché Milano può vincere le sfide generate dall'istituzione della città metropolitana
Gianni Verga,
Conclusioni
Documentazione per proseguire il lavoro
Sintesi dello strumento matrice
Le tabelle della matrice.





newsletter facebook rss

Linkedin Facebook Twitter RSS Informatemi