Professione formazione
Contributi
Pier Luigi Amietta, Ennio Baldini, Dante Bellamio, Massimo Bellotto, Massimo Bruscaglioni, Roberto Ferrari, Dario Forti, Paola Manzoni, Vanna Oliveri, Maria Giovanna Rotondi, Giovanni Vaccani, Giuseppe Varchetta
Livello
Testi per professional
Dati
pp. 416,   figg. 50,  6a ristampa 2012,    13a edizione  2002   (Codice editore 25.4)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 35,50
Disponibilità: Buona


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788820498191

In breve
Un manuale ormai classico: in un unico volume tutti gli strumenti e le conoscenze della formazione. Prezioso sia per il formatore che per l'utente della formazione.
Presentazione del volume

Fare formazione comporta una professionalità specifica, che si è venuta precisando negli ultimi decenni.

Secondo un modello comune a tutte le professioni, anche la professione del formatore è connotata da una funzione esplicita, richiesta dall'ambiente che la utilizza; da un corpo di conoscenze padroneggiato da coloro che tale professione esercitano; da un insieme definito di attività che essi debbono essere in grado di svolgere; e quindi da una serie di tecniche e metodologie, strumenti atti a garantire l'efficacia del loro operato. Di tali aspetti è importante abbiano consapevolezza tutti coloro che esercitano il mestiere di formatore, sia all'interno delle aziende sia in posizione di consulenti; ma anche coloro che la formazione utilizzano, come strumento per la gestione del personale e per la massimizzazione del contributo fornito dalle risorse umane al funzionamento delle aziende e delle organizzazioni; e infine coloro che partecipano alle iniziative di formazione come discenti, se il gioco dell'apprendimento deve svolgersi, come è condizione per la sua efficacia, a carte scoperte.

Questo volume raccoglie, ad opera di un gruppo di formatori di collaudata esperienza, gli scritti più significativi, alcuni «classici» e altri appositamente preparati, per illustrare in modo sistematico gli elementi che caratterizzano la professionalità di chi voglia legittimamente porsi come valido interlocutore dei gruppi di adulti in situazione di apprendimento.

Indice

LA FUNZIONE DELLA FORMAZIONE
1. Il contributo della formazione e le esigenze a cui risponde, a cura di Ennio Baldini
* Umberto Agnelli: Formazione dei quadri e formazione manageriale
* Mertens De Wilmar: Natura delle esigenze di formazione
* Giancarlo Lombardi: Innovazione, formazione, sviluppo
2. La definizione della formazione, di Paola Manzoni
* Struttura delle frasi e loro analisi
* Struttura di proposizione basata su un soggetto chiave
* I soggetti ed i predicati chiave
* I fini assegnati alla formazione
* L'oggetto della formazione
* Il modo/metodo con cui la formazione si compie
* L'ambito nella quale la formazione si esplica
IL SAPERE DELLA FORMAZIONE
3. L'apprendimento degli adulti, a cura di Dante Bellamio
* Hilgard: La natura dell'apprendimento: apprendimento di risposte e apprendimento di strutture cognitive
* Hilgard: Apprendimento automatico e apprendimento per insight
* This, G. Lippit: Teorie sull'apprendimento e attività di formazione
* Knowles: I contributi dell'ambito psicoterapeutico
* Salvemini: Leggi, condizioni, aree, tipi di apprendimento
* Knowles: Dalla pedagogia alla andragogia
* Visalberghi: La gerarchia degli apprendimento di Gagné
4. Le discipline tradizionali alla base del sapere della formazione, a cura di Maria Giovanna Rotondi
5. Altre discipline e multidisciplinarietà nel sapere della formazione, a cura di Giuseppe Varchetta
* Cocco: La specializzazione emisferica encefalica
* Andreoli: La plasticità encefalica
* Quaglino, G. Varchetta: il concetto di complessità
* Van Maanen, St.R. Barley: Lo specifico culturale delle organizzazioni
* Schein: li concetto di cultura organizzativa
* Cartoccio, G. Varchetta: Una definizione proponibile di cultura organizzativa
* Altre discipline: la linguistica
* Leso: Semiolinguistica ed analisi del contenuto
ATTIVITA' E STRUMENTI SPECIFICI DELLA PROFESSIONE FORMAZIONE
Introduzione: le tappe del processo operativo della formazione, di Roberto Vaccani
6. La diagnosi organizzativa e l'analisi dei bisogni di formazione, a cura di Roberto Ferrari
* Gaeta: Caratteristiche della diagnosi
* Volpe: Il processo diagnostico
* Quaglino, G.P. Carozzi: Metodologia della ricerca applicata e analisi dei fabbisogni di formazione
* Esempi di strumenti di rilevazione: questionari e checklists inediti delle società Sperry, RSO, MAIN
* Boldizzoni: Problemi concettuali e di metodo nell'analisi dei bisogni di formazione
7. La progettazione dell'azione Normativa, a cura di Massimo Bruscaglioni e Vanna Oliveri
* Capucci: Fattori oggettivi caratteristici dell'azienda di cui tener conto nella progettazione
* Vaccani: Dall'analisi dei bisogni all'esplicitazione degli obiettivi didattici
* Bellotto: La progettazione di massima della metodologia
* Demetrio: La progettazione dei contenuti: tipologie decisionali
* Ranzani: Il ruolo della progettazione nel processo realizzativo di un edificio
* Baldini: Punti di attenzione operativa nella progettazione Normativa
* Bellotto: Le "centrature" del progetto di dettaglio
* Garuti Ghirardini: La progettazione di azioni di formazione a carattere tecnico specialistico: aspetti particolari e criteri
* Amietta: li briefing dalla formazione interna alla consulenza-docenza esterna
* Bruscaglioni: Schemi sequenziali di progettazione Normativa
8. Le metodologie didattiche attive, a cura di Massimo Bellotto
* Vaccani: La lezione
* Bellamio: Il lavoro di gruppo
* Goguelin: Il metodo dei casi
* Anonimo: I business games
9. La valutazione dei risultati delle azioni formative, a cura di Pier Luigi Amietta
* Amietta: Introduzione al problema della valutazione
* Di Rosa: Complessità e attendibilità della valutazione
* Quaglino: Un modello teorico di riferimento per la valutazione dei risultati
* Gruppo Interformazione: Parametri nella valutazione e questionario di fine corso
* Bakken, A. Bernstein: Checklist per la valutazione della formazione
* Quaglino: Esempi sulla misurazione dell'apprendimento di atteggiamenti e di comportamenti
10. Esempi di azioni formative, a cura di Maria Giovanna Rotondi
* Capucci: Tipologia storica di azioni formative
* Documenti aziendali inediti
IL LAVORO DEL FORMATORE: TEMI E PROBLEMI
11. Il lavoro del formatore: temi e problemi, a cura di Dario Forti e Vanna Oliveri
* Quaglino: Quale formatore
* Gagliardi: Configurazioni professionali nell'area della formazione
* Vaccani: Le professionalità specifiche e i punti critici nelle diverse fasi del processo operativo della formazione
* Enriquez: Ulisse, Edipo e la Sfinge: il formatore tra Scilla e Cariddi
* Ferrario: Modelli di formazione nel rapporto formatore-utente
* Rogers: I celebri 10 punti
* Schein: Presa di contatto e definizione di un rapporto di consulenza
* Senise, G. Varchetta: Il rapporto committente-cliente-consulente negli interventi di sviluppo organizzativo: riflessioni su un'esperienza



Management

Finanza. Amministrazione. Controllo

Marketing. Pubblicità. Comunicazione. Vendite

Produzione. Logistica. Qualità.

Risorse umane

Banca, credito e assicurazioni

Commercio e turismo

Pubblicazioni in Open Access


Pubblicità