Un ospedale a misura di bambino. Esperienze e proposte
Autori e curatori
Livello
Testi per insegnanti, operatori sociali e sanitari
Dati
pp. 212,   figg. 8,  1a ristampa 2010,    2a edizione, aggiornata e ampliata  2004   (Codice editore 1168.1.9)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 23,50
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788846454331

Presentazione del volume

A 5 anni dall'uscita della prima edizione del testo, le continue evoluzioni e le nuove esperienze che si sono registrate nell'ambito dell'attenzione al bambino malato e ospedalizzato hanno reso opportuno ampliare e aggiornare le indicazioni e le riflessioni precedentemente proposte.

Considerare il bambino malato nella sua globalità, e quindi non solo relativamente alla sua patologia, ma anche alle sue emozioni, alla sua storia familiare, alle esigenze della sua personalità psicofisica, è infatti una conquista recente: solo alla fine degli anni Cinquanta con la pubblicazione in Gran Bretagna del Rapporto Platt e degli scritti di James Robertson si diede avvio agli studi in merito, la cui eco si diffuse rapidamente in tutta Europa principalmente grazie alle associazioni di volontariato attive nei reparti pediatrici.

A oltre 40 anni di distanza da allora, però, molto resta ancora da fare, soprattutto perché la formazione di operatori sanitari, medici e infermieri insiste molto sulla malattia e molto poco sulle esigenze psicologiche del bambino ospedalizzato.

Per segnalare queste carenze e rimediare ad esse, in attesa di ulteriori interventi istituzionali, alcune associazioni di volontariato attive nei vari Paesi europei si incontrano periodicamente per confrontare le iniziative svolte e le strategie adottate, concordando nuovi obiettivi volti a migliorare le condizioni del bambino ospedalizzato.

Anche questa nuova edizione del testo quindi si propone di far conoscere le esperienze in atto nei vari Paesi e suggerire interventi (sulle strutture, la formazione del personale, i regolamenti interni), che consentono di rendere un reparto pediatrico un reparto "a misura di bambino".

Giuliana Filippazzi si occupa da oltre 25 anni in modo attivo dell'umanizzazione dell'ospedale pediatrico. Per conoscenza diretta, ha un'ampia visione della situazione europea, australiana e statunitense delle più avanzate iniziative nel campo. Ha partecipato alla stesura della Carta dei diritti del bambino in ospedale (Leida, 1988) ed attualmente è coordinatrice europea di EACH (European Association for Children in Hospital).

Indice


Introduzione
Parte I. Un ospedale a misura di bambino
I punti fondamentali
(L'accoglienza; Genitori in reparto; La preparazione al ricovero; Gioco e animazione; L'ambiente; Il contenimento non farmacologico dolore)
Suggerimenti per un ospedale accogliente
(Una giornata da animatore; Accogliere il piccolo paziente; Pupazzi da personalizzare; Kit di preparazione all'intervento)
Parte II. Un'esperienza avanzata: il Child Life Research Project
Impostazione generale del programma
(Elementi di base della ricerca; Inquadramento teorico; Struttura e organizzazione del programma)
Dalla teoria alla pratica
(Programmare l'assistenza del bambino; Costruire una relazione di supporto col bambino e la sua famiglia; Parlare con il bambino e la sua famiglia della sua esperienza in ospedale; Il gioco dell'ospedale; Lo stress da separazione; Preparazione del bambino e della famiglia all'esperienza ospedaliera; Facilitare il ritorno a casa dall'ospedale)
Appendici
(Carta di EACH; EAXH - European Association for Children in Hospital; Associazioni aderenti a EACH; ABIO - Associazione per il Bambino in Ospedale; Questionario APACHE)
Glossario
Guida all'approfondimento bibliografico.