Sguardi e modelli. Saggi italiani di antropologia
Autori e curatori
Contributi
Giulio Angioni, Bernardo Bernardi, Matilde Callari Galli, Alberto M. Cirese, Pietro Clemente, Antonino Colajanni, Clara Gallini, David I. Kertzer, Vittorio Lanternari, Luigi M. Lombardi-Satriani, Antonio Marazzi, Silvana Miceli, Francesco Remotti, Tullio Seppilli, Amalia Signorelli
Argomenti
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 272,      1a edizione  1993   (Codice editore 62.38)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € ,00
Condizione: fuori catalogo
Disponibilità: Nulla
Codice ISBN: 9788820477776

Presentazione del volume

Nel novembre del 1989 e nel marzo 1990 tra Fisciano (Salerno) ed Amalfi, organizzati dall'Università di Salerno, si tennero due Convegni con una medesima linea di dibattito intorno ai temi principali dell'antropologia italiana contemporanea: L'antropologia italiana: stato di lavori e L'antropologia e la società italiana contemporanea.

L'intenzione era di contribuire al peculiare momento caratterizzante l'attuale sviluppo delle discipline etnoantropologiche, le quali, da una parte presentano un notevole aumento di "addetti", dall'altra vantano una riconosciuta centralità di alcune categorie antropologiche nel sapere collettivo: valga per tutte il concetto di cultura o la costellazione di riferimenti relativi all'etnicità. Centralità cui peraltro non corrisponde analogo ruolo delle discipline stesse.

I contributi raccolti nel volume registrano il momento delicato e fecondo dell'antropologia italiana, muovendosi da questioni di teoria generale, di modellizzazione, di statuto disciplinare, a sondaggi su terreni di specificità antropologica riconosciuta o rivendicata, quali i beni culturali folklorici, la cooperazione internazionale, la scuola, la città, il razzismo, la pianificazione sociale.

Fili intrecciati di discorsi che contribuiscono ad aprire orizzonti comuni di riferimento benché su livelli diversi. Da una parte immagini di un'area disciplinare che ha maturato nuovi tempi, forme, consapevolezze di intervento sociale e che tende, sulla base di una forte domanda di antropologia, a più sottili e penetranti ramificazioni nella società contemporanea; dall'altra la necessità di bilancio critico e di interrogazione sulla tenuta di un quadro concettuale che ha avuto fin dagli inizi, l'intenzione peraltro ottimista, almeno nei termini della fretta originaria, di dir qualcosa di generale sull'umanità.

Indice


• Rapporto tra antropologia ed etnologia, di Bernardo Bernardi
• Antropologia e scuola,
di Matilde Callari Galli
• Modelli di comportamento e modelli teorici,
di Alberto Mario Cirese
• Prova e controllo nei modelli antropologici, di Silvano Miceli
• Note su antropologia e beni culturali, di Pietro Clemente
• Esperienze a confronto: l'antropologia in Usa,
di David Kertzer
• Distanze scientifiche e nuove organizzazioni disciplinari. Il caso della demologia,
di Luigi M. Lombardi Satriani
• Antropologia della comunicazione non verbale, di Antonio Marazzi
• Per un 'antropologia del "Noi",
di Francesco Remotti
• Antropologia e strategie di pianificazione sociale,
di Tullio Seppilli
• Antropologia e cooperazione internazionale allo sviluppo. Possibilità e limiti dell'antropologia applicata,
di Antonio Colajanni
• Antropologia e città,
di Amalia Signorelli
• La ripartizione "demo-etno-antropo": questioni di delimitazione e prospettive di superamento, Tavola rotonda con G. Angioni, B. Bernardi,
L.M. Lombardi Satriani, P. Clemente, F. Remotti
• "Demo-etno-antropo": quanto vale oggi questa formula?,
di Vittorio Lanternari
• Professione dell'antropologo,
di Antonio Marazzi






  • Antropologia
  • Pubblicazioni in Open Access


    Pubblicità