Concorrenza e monopolio nel settore elettrico. L'Asm di Brescia dalle origini agli anni sessanta
Autori e curatori
Contributi
Alberto Cova
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 320,      1a edizione  2001   (Codice editore 1572.9)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 39,00
Disponibilità: Buona


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788846427892

Presentazione del volume

Il volume ripercorre le vicende legate all'origine e allo sviluppo della sezione elettrica dell'azienda municipalizzata di Brescia fino all'avvenuta nazionalizzazione del settore dei primi anni '60.

La ricerca si è avvalsa del ricco e ordinato archivio aziendale e di fonti provenienti da archivi locali e nazionali, che hanno permesso una puntuale ricostruzione dei molteplici aspetti attinenti la gestione dell'azienda e i suoi legami con le vicende economiche, politiche e sociali della città.

Il periodo considerato copre pressoché interamente i decenni che videro l'affermarsi della nuova fonte energetica e la sua diffusione nell'area urbana, accompagnata dal consolidarsi del controllo della produzione e della distribuzione esercitato nella provincia dalla Società Elettrica Bresciana.

In queste particolari condizioni, ossia di impresa pubblica operante in un mercato contraddistinto dall'assenza di libera concorrenza e di sostanziale dominio del maggior gruppo elettrico nazionale - la Edison - si è rilevato come la continua ricerca dell'autonomia produttiva e finanziaria abbia rappresentato, per la 'proprietà' e per la direzione aziendale, uno dei fattori distintivi dell'azienda pubblica, tanto da influenzare lo sviluppo nazionale del settore elettrico, grazie all'azione svolta all'interno delle associazioni di categoria.

Inoltre si evidenzia come la modernizzazione della città abbia ricevuto un contributo decisivo dalla presenza dell'impresa municipale: sia per l'apporto consistente alle finanze municipali, che come strumento indispensabile nel dotare la città delle infrastrutture necessarie alla sua espansione.

Valerio Varini , dottore di ricerca in Storia economica e Sociale, è attualmente assegnista di ricerca presso il Dipartimento di Storia della società e delle istituzioni dell'Università di Milano. Si è occupato prevalentemente di questioni legate all'industrializzazione italiana tra XIX e XX secolo e di finanza municipale.

Indice


L'intervento pubblico. Dalla concessione in favore delle società private alla municipalizzazione
(L'illuminazione pubblica e la competitiva convivenza tra gas ed energia elettrica; La municipalizzazione del servizio elettrico. Ragioni e finalità dell'intervento municipale; La costituzione della "sezione energia elettrica" ed i primi anni della gestione municipale; Finanza locale e municipalizzazione. Il carattere originale dell'impresa pubblica)
Il mercato elettrico e la gestione municipale. Dalla guerra alla pace
(L'amministrazione comunale tra le emergenze della guerra ed il ritorno alla pace; La sezione elettrica e la domanda di energia; Il decreto 'Bonomi' e le occasioni di cooperazione con l'industria bresciana; Mercato elettrico e concorrenza: opportunità e vincoli alla crescita nella provincia bresciana; Il rinnovo degli impianti di produzione; I risultati della gestione e le difficoltà incontrate nel periodo di transizione del primo dopoguerra)
La concorrenza tra pubblico e privato. La difficile via dell'indipendenza
(Il governo cittadino e il ruolo dell'impresa municipale; I tentativi di accedere a nuove fonti ed il rinnovo degli accordi con la Seb; Gli scontri tra Giarratana e Motta. Le ragioni della presenza municipale nel settore energetico; La politica tariffaria tra stimoli alla domanda e vincoli di bilancio; Il consolidarsi dell'impresa: interventi organizzativi e investimenti per la produzione e la distribuzione dell'energia elettrica; I risultati negli anni della concorrenza e dell'avversa congiuntura economica)
La guerra e la ricostruzione. Tra limiti energetici e bisogni della città
(La fine della presidenza Giarratana ed il rinnovo dei contratti di fornitura; L'Azienda negli anni del dopoguerra; L'amministrazione cittadina di fronte alle necessità della ricostruzione; I bisogni della città e la scarsità delle risorse. La gestione economica tra guerra e dopoguerra)
La fine della concorrenza "privata" e la raggiunta indipendenza. Le incertezze della nazionalizzazione
(Il governo della città e la domanda di servizi negli anni della forte crescita economica; La lunga marcia verso l'indipendenza energetica; Asm e Seb. La fine della difficile convivenza; Prospettive di crescita e ristrettezze finanziarie: il fragile equilibrio degli anni '50; Risorse e sviluppo negli anni della conquistata indipendenza; La nazionalizzazione elettrica e l'affermazione della propria autonomia).