Principi di comunicazione interculturale. Paradigmi e pratiche
Autori e curatori
Livello
Textbook, strumenti didattici. Testi per insegnanti, operatori sociali e sanitari
Dati
pp. 264,      2a edizione, aggiornata e ampliata  2015   (Codice editore 1168.2.4)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 31,00
Disponibilità: Buona




Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788891706652
Informazioni sugli e-book

Clicca qui per provare l'e-book
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 21,50
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788891723611
Disponibile anche in:
Informazioni sugli e-book


Clicca qui per provare l'e-book

In breve
Questa nuova edizione del volume amplia i contenuti relativi all’analisi dell’interazione tra persone di culture diverse, presentando anche la teoria degli stili percettivi sottostanti il modo in cui individui con diverso retroterra culturale preferiscono, collettivamente, pensare e imparare.
Presentazione del volume

Il libro di Milton J. Bennett Principi di Comunicazione Interculturale. Paradigmi e pratiche non è solo una nuova edizione di Principi di comunicazione interculturale, ma un nuovo testo.
Nella prima parte l'autore, concentrandosi sull'accuratezza del lessico e dei livelli di analisi appropriati per potere parlare di comunicazione interculturale, focalizza la propria prospettiva entro la dimensione epistemologica costruttivista, alla base del noto Modello Dinamico di Sensibilità Interculturale (MDSI).
Lo stesso modello è qui presentato nella sua ultima versione in cui Bennett suggerisce un diverso linguaggio per riferirsi al continuum di esperienza della differenza all'interno del paradigma quantistico.
L'autore arricchisce i contenuti relativi all'analisi dell'interazione tra persone di culture diverse, rendendo finalmente nota al pubblico la sua teoria di stili percettivi sottostanti il modo in cui individui con diverso retroterra culturale preferiscono, collettivamente, pensare e imparare. Di grande interesse è poi il capitolo su come la prospettiva interculturale costruttivista si declina in diverse applicazioni pratiche: 1. dal contesto dell'educazione internazionale (la visione strategica degli scambi studenteschi) a quella multiculturale (per una nuova scuola multiculturale); 2. dal management globale alla leadership globale (prospettiva tattica e strategica delle aziende e agenzie globali, profit e non-profit).
Nella seconda parte del testo Bennett seleziona otto saggi "classici" su alcuni concetti fondamentali della comunicazione interculturale. Il libro è stato pubblicato in prima mondiale nel 2012 dall'Università di Pechino, poi pubblicato in inglese nel 2013 e in italiano nel 2015.
Charles Hampden-Turner, docente emerito dell'Università di Cambridge, così commenta: "Questo è un libro che ci porta lontano da approcci semplicistici della differenza culturale, offrendo invece una visione della comunicazione interculturale come un grande esercizio di coscienza della specie umana".

Milton J. Bennett, Ph.D., ha fondato e dirige l'Intercultural Development Research Institute con sede a Portland, Oregon e a Milano (www.idrinstitute.org). Già professore alla Portland State University, è professore a contratto presso l'Università di Milano-Bicocca dove insegna Comunicazione interculturale nella Laurea magistrale in Programmazione e Gestione delle Politiche e dei Servizi Sociali. In ambito manageriale è stato docente per la Dartmouth's Tuck School of Business, Smith College, Boeing Leadership Center, Motorola University, la Stockholm School of Economics e per Eni Corporate University. Attualmente è associato al Global Leadership Program del Mesa Research Group. Milton J. Bennett è noto in tutto il mondo per avere creato il Developmental Model of Intercultural Sensitivity che è una cornice teorica molto utilizzata sia per la ricerca, sia per la formazione in ambito interculturale dal 1986.

Indice
Ida Castiglioni, Introduzione
Parte I. Paradigmi interculturali, principi e pratiche
Una cornice costruttivista per la comunicazione interculturale
Epistemologia interculturale e confusione paradigmatica
Contesto culturale e interazione
Adattamento interculturale
Pratiche interculturali
Riferimenti bibliografici
Parte II. Contributi scelti
Benjamin Lee Whorf, Scienza e linguistica
Edward T. Hall,
Il potere delle differenze nascoste
Marshall R. Singer,
Cultura: un approccio percettivo
Milton J. Bennett,
Superare la Regola d'Oro: simpatia ed empatia
LaRay M. Barna,
Gli ostacoli della comunicazione interculturale
Edward C. Stewart, Jack Danielian,
Robert J. Foster, Assunti culturali e valori
Dean Barnlund,
La comunicazione nel villaggio globale
Peter S. Adler,
Oltre l'identità culturale: riflessioni sul multiculturalismo
Riferimenti bibliografici.