Verso l'autocura e l'automedicazione. Una convergenza apparente
Autori e curatori
Livello
Studi, ricerche. Textbook, strumenti didattici
Dati
pp. 160,      1a edizione  2012   (Codice editore 1341.1.30)
Peer reviewed content
Peer Reviewed Content

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 21,50
Disponibilità: Buona




Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788820401177
Informazioni sugli e-book

Clicca qui per provare l'e-book
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 15,00
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856875942
Disponibile anche in:
Informazioni sugli e-book


Clicca qui per provare l'e-book

In breve
Una riflessione e un approfondimento scientifico su automedicazione e autocura, due fenomeni diversi, ma che rispondono entrambi alla crescente necessità di personalizzare (e forse umanizzare) le cure e inoltre richiamano l’attenzione su stili di vita e abitudini ormai consolidati nella società odierna.
Presentazione del volume

Chi non si autocura oggi? La domanda, come la successiva risposta, pare banale: la maggior parte dei cittadini autogestisce i farmaci di libera vendita secondo prassi più o meno complesse, ossia secondo strategie, modalità e abitudini diversificate, eppure tali da rendere comunque possibile parlare di consuetudine del cittadino verso l' automedicazione e l' autocura . Se nella gestione quotidiana del farmaco, finalizzato alla risoluzione del banale malessere passeggero - stagionale, la magic bullet è il rimedio preferito, tuttavia ci si sofferma poco sul significato sociale che tale pratica assume oggi.
Automedicazione e autocura non sono la stessa cosa, e anche se spesso tali termini sono utilizzati come sinonimi, occorre rilevare le importanti differenze tra i due: il primo, infatti, si riferisce unicamente ad un rapporto diretto al farmaco "senza mediazione"; il secondo, invece, chiama in causa e problematizza il concetto di stile di vita e l'imprescindibile ruolo di "etero", ovvero del professionista che "veicola" i farmaci di libera vendita. Tuttavia l'automedicazione e l'autocura si discostano anche dall' autoprescrizione e dall' autoguarigione , concetti spesso non considerati né analizzati dalla letteratura specifica, nonostante il loro ruolo nella società odierna sia tutt'altro che secondario.
Il presente volume intende dunque fornire una prima riflessione e un primo approfondimento scientifico su queste problematiche, che accompagnano sempre più la vita corrente dei cittadini. Automedicazione e autocura rappresentano infatti fenomeni diversi, ma entrambe rispondono comunque alla crescente necessità di personalizzare (e forse umanizzare) le cure, richiamando l'attenzione su stili di vita e abitudini ormai consolidati nella società odierna.

Veronica Agnoletti è assegnista e professore a contratto in Sociologia Corso Avanzato presso la Facoltà di Scienze Politiche "R. Ruffilli" (Università degli Studi di Bologna). Ha pubblicato recentemente per la casa editrice FrancoAngeli: Cipolla C. e Agnoletti V. (a cura di) (2011), La spendibilità della sociologia fra teoria e ricerca ; Agnoletti V. e Stievano A. (a cura di) (2011), Antropologia culturale, infermieristica e globalizzazione .

Indice


Introduzione
Parte I. Automedicazione e autocura. Lo stato dell'arte
Automedicazione e autocura secondo una interpretazione sociologica
(Automedicazione versus autocura; Automedicazione e autocura: quali usi?; Le direttrici di senso dell'automedicazione e dell'autocura)
Stile di vita, stile di autocura e responsabilità intersoggettiva
(Il concetto di stile di vita: una sintesi; Fattori causali di autogestione della salute; Automedicazione, autocura e nuove tendenze; Stile di vita e rischio in automedicazione)
Automedicazione e autocura, una prassi convenzionale?
(Norme e classificazioni dell'automedicazione; Gli OTC e i SOP: quali malattie?; Erborista versus farmacista; L'automedicazione secondo uno sguardo comparato; L'automedicazione e l'autocura in Italia. Una sintesi)
Automedicazione e autocura nella libertà di scelta del cittadino
(Il cittadino e la libertà di cura: il difficile equilibrio salute farmaco; La salute del cittadino e la medicalizzazione della vita; "Medicine" tra spiegazione e comprensione; Umanizzazione e personalizzazione delle cure; Social media e reti e-Health: alcun e premesse)
Parte II. Nuove direttrici per l'autocura e l'automedicazione
Il rapporto medico-paziente e le forme di autogestione della salute
(Il rapporto medico-paziente e le ragioni della "crisi"; La relazione terapeutica come forma di care; La relazione medico-paziente e l'autocura; Fede e fiducia nel rapporto medico-paziente)
Autocura secondo uno sguardo non convenzionale
("Medicine" e autocura; Autocura, medicina orientale e medicina popolare occidentale; Autocura non convenzionale e alternativa; Medicalizzazione non convenzionale e alternativa. Alcune ipotesi; Benessere secondo strategie alternative)
Autocura e co-terapia: l'esempio della pet therapy
(Tra "auto" ed "eterocura": l'esempio della pet therapy; Pet therapy come autocura; Esperienze di autocura con gli animali; Nuove prospettive di autocura nella pet therapy)
Conclusioni. Autocura verso nuove forme di autoguarigione
(Nuove dimensioni simboliche dell'autocura: l'autoguarigione; Automedicazione, autocura e autoguarigione "inconclusione"; Un riepilogo per nuovi approfondimenti)
Bibliografia di riferimento.