La comunicazione medico/sanitaria. Le transazioni sulla salute nella comunicazione ospedaliera, ambulatoriale e di Pronto Soccorso
Autori e curatori
Contributi
Tullio Lombardi
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 128,      1a edizione  2004   (Codice editore 1370.1.11)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € ,00
Condizione: esaurito
Disponibilità: Nulla
Codice ISBN: 9788846452641

Presentazione del volume

Con approccio diretto e conciso, l'autrice vuole mettere in grado medici e paramedici di comunicare in modo efficace con i pazienti nel contesto del luogo di cura: ospedale, ambulatorio e pronto soccorso.

Avere tecniche, strumenti, informazioni più approfondite per praticare una buona comunicazione si rivela da tempo come un'esigenza irrinunciabile nell'ambiente sanitario, soprattutto oggi, in un contesto di accentuata gestione manageriale del settore. Con coerenza si chiede ai medici e agli operatori dell'ambiente medico di saper costruire e gestire, prima di tutto, un rapporto di comunicazione con il paziente, nell'ottica di uno scambio rispettoso, empatico e attento. La novità del libro sta infatti nell'applicazione del modello sanitario alle tecniche di comunicazione, e non viceversa.

Partendo dalla routine quotidiana, a cominciare dalla prima visita in ospedale, per continuare nel periodo della degenza, fino alla dimissione, si percorrono i vari momenti, evidenziando le particolarità delle diverse situazioni, suggerendo i modi di comunicare, verbali e non verbali.

Il paziente di qualsiasi cultura, in quanto persona, è al centro della comunicazione, in accordo con la teoria rogersiana. La realtà di oggi infatti mette il medico di fronte a persone appartenenti alle culture più svariate, che hanno concetti di salute, malattia e cura molto diversi da quelli occidentali.

E il medico, anche in questo caso, non può tirarsi indietro, non può non sapere come comportarsi.

Il libro vuole essere, da questo punto di vista, uno strumento, ricco di suggerimenti anche pratici, legati a situazioni tipiche, concreto ed efficace.

Si dice che i medici non siano grandi lettori, ma ognuno si deve rendere conto che trasformare il proprio modo di relazionarsi, usare attenzione empatetica, ascoltare oltre le parole, significa comunque, avere un plus notevole della propria professionalità.

Vittoria M. Borella , è docente di Comunicazione presso la Scuola post-universitaria per medici Agorà di Milano. Psicologa, laureata in Psicologia, Scienze Ipnagogiche (Leo University of Mental Sciences) e Scienze Politiche, è un'esperta delle tecniche di comunicazione (Analisi transazionale, Programmazione Neurolinguistica, Dynamic Listening). Per i tipi FrancoAngeli ha pubblicato: Comunicare, persuadere, convincere. Come ottenere dagli altri quello che si vuole con le tecniche neurolinguistiche (1997); Il rapporto medico-paziente . Tecniche e suggerimenti per un buon rapporto coi propri pazienti (1999); La paura oltre l'alcol . Risposte per chi beve e per i suoi familiari (con Giorgio Cerizza, 2000); Volti familiari, vite nascoste . Comprendere e accettare un figlio omosessuale (2001) .

Indice

Tullio Lombardi, Introduzione

Introduzione alla comunicazione sanitaria

(Un modello di comunicazione sanitaria; I soggetti che partecipano al processo; La comunicazione; Le transazioni; Transazioni sulla salute; Il contesto nel suo complesso; I tipi di transizioni secondo l'Analisi Transazionale)

Peculiarità nella comunicazione sanitaria

(Le variabili nella comunicazione sanitaria; Esercizio di formazione: gli strokes (unità di attenzione) e il profilo di stroking)

Suggerimenti pratici

(Significati non condivisi; Un esempio significativo; Trovare i termini giusti; Non esageriamo con le spiegazioni!; Essere "scientifici" oppure no?; Ma i pazienti, ascoltano oppure no?; Quando il male è "positivo" e il "bene" è negativo; Parole scritte e dette; Offrite chiare istruzioni scritte; Non usate frasi generiche e impositive; Come evitare che i medicinali non vengano presi; Il paziente è sempre il paziente)

L'intervista/visita nel contesto del luogo di cura

(Definizione; Tipi d'interviste; Approcci all'intervista terapeutica; Fasi dell'intervista terapeutica; Tecniche di comunicazione nell'intervista; Tipi di comunicazione che bloccano l'intervista; In sintesi; Esercizio di formazione: test di autovalutazione dell'ascolto)

La comunicazione per le prescrizioni di medicinali

(Casi e suggerimenti; Informazioni essenziali; La comunicazione delle informazioni; L'uso delle pause, velocità, tono e tempo della voce; Anticipate le eventuali obiezioni; Medicamenti e medicina alternativa; Ricordando i punti essenziali; Scrivete!; Esercizio di formazione: la Struttura della personalità secondo l'Analisi Transazionale; Come è composta la mia Struttura della personalità?)

La comunicazione al Pronto soccorso

(Ansia e comunicazione; Si può sorridere dei malanni? Nei locali del Pronto soccorso; Uno studio per migliorare la situazione; Risk management; Perché i pazienti fraintendono o non ascoltano?; Il gergo medico; Evitare le fasi della serie "chiudi il becco!"; Esercizio n. 1)

Il rapporto tra medico e familiari/parenti del paziente

(Un problema attuale; Comunque rimane un problema!)

La comunicazione non verbale

(Definizioni; Importanza della comunicazione non verbale per il paziente; L'attenzione del medico alla comunicazione non verbale; Che cosa si intende per comunicazione non verbale?; La prossemica; Differenze culturali nella "distanza interpersonale"; Esercitatevi a verificare la vostra "bubble"; Gestualità; Un particolare tipo di comunicazione non verbale: il tocco o contatto fisico; Considerazioni cliniche sul contatto fisico)

Comunicazione sanitaria con pazienti multiculturali

(Il contesto socio/culturale attuale; La cultura; Etnicità; Etnocentrismo; Comunicazione incrociata; La comunicazione sanitaria e la multiculturalità; La comunicazione non verbale; Strategie e tattiche per superare le barriere; Suggerimenti su cosa fare nella pratica; La mediatrice culturale: una professione da scoprire)

Salute e malattia: le differenze di origine e significato

(Cultura cinese; Orientali e Paesi in via di sviluppo; Le "malattie folkloristiche"; Modelli di cura della salute... non tradizionali per gli Occidentali; Latino americani; Africani e Afro americani; Sud-est asiatico; Antropologia e psicanalisi; Che cosa fare? Suggerimenti)

Management

Finanza. Amministrazione. Controllo

Marketing. Pubblicità. Comunicazione. Vendite

Produzione. Logistica. Qualità.

Risorse umane

Banca, credito e assicurazioni

Commercio e turismo

Pubblicazioni in Open Access


Pubblicità