Tutti i colori di Obama

L'altra storia delle elezioni americane

Autori e curatori
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 176,      1a edizione  2012   (Codice editore 1420.1.145)

Tutti i colori di Obama. L'altra storia delle elezioni americane
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 23,50
Disponibilità: Discreta





Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 15,99
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (ePub) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 15,99
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: Epub con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare

In breve

La straordinaria vicenda di mezzo secolo di campagne elettorali per la presidenza di personaggi afro-americani di spicco che hanno, ciascuno a modo proprio, tentato di realizzare il sogno di una nazione post-racial. Un testo illuminante che pone domande scomode sia per il pro-americanismo di maniera sia per la politica delle forze europee che si ritengono progressiste.

Utili Link

Avvenire Recensione (di Diego Giachetti)… Vedi...

Presentazione del volume

Il razzismo inconfessato è un tema caldo, temuto e accuratamente evitato in tutto il mondo Occidentale. Ma vivo e presente.
Ciò è particolarmente vero per gli Stati Uniti, dove ogni quattro anni in occasione del voto per la presidenza riemergono - nonostante l'esistenza di leggi sui diritti civili e il crescente peso della componente etnica sullo scacchiere socio-politico - gli effetti di un diffuso pregiudizio basato sul colore della pelle.
Tutti i colori di Obama. L'altra storia delle elezioni americane descrive con piglio da narratore e documentazione da studioso la straordinaria vicenda di mezzo secolo di campagne per la presidenza di personaggi afro-americani di spicco che hanno, ciascuno a modo proprio, tentato di realizzare il sogno di una nazione post-racial. Da Dick Gregory, comico di fama nazionale e attivista politico, alla democratica Shirley Chisholm, rappresentante dello Stato di New York, al reverendo Jesse Jackson, allievo di Martin Luther King e fondatore della Rainbow Coalition, simbolo per eccellenza del superamento della linea di colore e delle discriminazioni di genere, fino a Barack Obama eletto quarantaquattresimo presidente degli Stati Uniti nel 2008.
Illuminante per ciò che rivela di un paese che rimane ancora oggi, e sarà nel prossimo futuro, al centro di un sistema di poteri e rapporti mondiali, il libro pone problemi rilevanti sia per il pro-americanismo di maniera sia per le forze politiche che si ritengono progressiste.

Matteo Ceschi , studioso della cultura afro-americana e della controcultura statunitense, insegna Storia del giornalismo e del giornalismo musicale presso l'Università eCampus. Ha collaborato con le cattedre di Storia dell'America del Nord e di Storia Contemporanea alla Facoltà di Scienze Politiche dell'Università degli Studi di Milano. Dal 2000 è membro del Milan-Montpellier Group, gruppo di studiosi internazionali votato a un approccio interdisciplinare alla storia. È autore di Black Music/Musica Nera (Unicopli 2005), di Green Rock. Musica ed ecologia negli Stati Uniti da Bob Dylan a Bruce Springsteen (Cuesp 2008) e di numerosi saggi in italiano e in inglese.

Indice



Ringraziamenti
"Yes we can" o no?
"Dipingiamo la Casa Bianca di nero". La corsa di Dick Gregory alla presidenza
Shirley Chisholm, una donna per la Casa Bianca
Jesse Jackson e la "Rainbow Coalition"
Da Harvard alla Casa Bianca: Barack Obama e il trionfo della politica post-racial
Indice dei nomi.