La mobilità job-to-job.

Transizioni lavorative verso il terziario

Contributi
Michele Colasanto, Rosangela Lodigiani, Mario Lucchini, Francesco Marcaletti
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 176,      1a edizione  2008   (Codice editore 1529.2.106)

La mobilità job-to-job. Transizioni lavorative verso il terziario
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 18,50
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856807196

In breve

I risultati di uno studio sulla mobilità job-to-job. La ricerca indaga i percorsi professionali che dal tradizionale lavoro nell’industria e nel terziario – assicurazioni, credito, commercio, pubblico impiego – portano ad attività lavorative ed economiche, non necessariamente dall’elevato contenuto professionale, collocabili nel “nuovo terziario”, ovvero nei nuovi servizi in via di consolidamento entro l’economia metropolitana.

Presentazione del volume

Il volume presenta i risultati di uno studio quali/quantitativo sulla mobilità job-to-job, cofinanziato dal Miur nell'ambito dei Prin-Cofin 2005 e condotto da un'equipe della Facoltà di Sociologia dell'Università Cattolica di Milano.
La ricerca ha indagato i percorsi professionali che dal tradizionale lavoro nell'industria e nel terziario portano ad attività lavorative, non necessariamente dall'elevato contenuto professionale, collocabili nel "nuovo terziario", ovvero nei nuovi servizi in via di consolidamento entro l'economia metropolitana. Come mostra l'indagine, le traiettorie di mobilità si presentano complesse. Risentono delle trasformazioni strutturali a livello macro ma sono l'esito, altresì, di un processo, al contempo interpretativo e progettuale, grazie al quale i soggetti studiati cercano di tradurre predisposizioni e motivazioni, da lungo presenti nella storia personale, nel criterio guida del proprio percorso professionale, così da renderlo coerente con il proprio vissuto e con la parte più intima e profonda del sé.
In questo percorso, il successo è proprio di quanti dispongono di una duplice dotazione: della capacità riflessiva, grazie alla quale giungono a maturare consapevolezza di sé; di informazioni e risorse, premessa indispensabile per conseguire la capacità di azione. Non si tratta, tuttavia, degli unici attori sulla scena. Al loro fianco emergono, infatti, altri soggetti che, non riuscendo a sfruttare a proprio vantaggio il sistema di vincoli e opportunità, vivono una pluralità di episodi frammentati e non riescono a conseguire un'identità professionale che racchiude al proprio interno anche elementi tipici della soggettività.

Egidio Riva è assegnista di ricerca in Sociologia dei processi economici e del lavoro presso la Facoltà di Sociologia dell'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Fra i suoi lavori Quel che resta della conciliazione. Lavoro, famiglia, vita privata tra resistenze di genere e culture organizzative, Vita e Pensiero, Milano, in stampa.
Eugenio Zucchetti insegna Sociologia delle relazioni di lavoro e Analisi dei gruppi e delle disuguaglianze presso la Facoltà di Sociologia dell'Università Cattolica di Milano. Tra le sue opere più recenti: La disoccupazione. Letture, percorsi, politiche, Vita e Pensiero, Milano 2005; con M. Colasanto (a cura di), Mobilità e transizioni nei mercati del lavoro locali, FrancoAngeli, Milano 2008.

Indice



Eugenio Zucchetti, Prefazione
Mario Lucchini, Il volume della mobilità inter e intraclasse nell'Italia contemporanea
(Il problema; Ipotesi, dati e variabili; Le tecniche di analisi; I risultati delle analisi: tavole di mobilità, descrizioni universitarie e bivariate; Analisi descrittiva di quattro particolari processi di mobilità sociale; Analisi esplicativa di quattro particolari processi di mobilità sociale; Conclusioni)
Francesco Marcaletti, Le dinamiche del mercato del lavoro milanese. Un inquadramento di tipo statistico
(L'offerta di lavoro: segnali di rallentamento in una situazione di piena occupazione; La domanda: il rafforzarsi della terziarizzazione e la crisi delle professioni dirigenti; Considerazioni di sintesi)
Egidio Riva, Mobilità del lavoro ed espressione del sé: dalla carriera lavorativa alla "carriera di vita"
(Le ipotesi conoscitive della ricerca; I tragitti verso il "nuovo terziario"; Risorse e competenze: le coordinate che orientano la mobilità; La "carriera di vita": un traguardo non alla portata di tutti)
Rosangela Lodigiani, Progetti di vita, riflessività e metacompetenze come fattori interpretativi della mobilità job-to-job
(Transizioni lavorative, narrazione di sé e identità; A conversazione con se stessi per una vita buona; Progettualità e competenze, tra razionalità riflessiva e apprendimento continuo; Per concludere: supportare la mobilità)
Michele Colasanto, Egidio Riva, Eugenio Zucchetti, Una mobilità ineguale
(Mobilità e persistenze; Situare la mobilità del lavoro; Per una diversa qualità delle politiche del lavoro).