Risorgimento cosmopolita. Esuli in Spagna tra rivoluzione e controrivoluzione 1833-1839
Autori e curatori
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 264,      1a edizione  2017   (Codice editore 1573.458)
Peer reviewed content
Peer Reviewed Content

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 32,00
Disponibilità: Discreta




Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788891762214
Informazioni sugli e-book

Clicca qui per provare l'e-book
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 22,00
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788891766724
Disponibile anche in:
Informazioni sugli e-book


Clicca qui per provare l'e-book

In breve
Dal 1833 al 1839, rivoluzionari e controrivoluzionari da tutta Europa accorsero nella penisola iberica a sostegno della successione al trono della regina Isabella o del pretendente Carlo. La vicenda della guerra de los Siete Años raccontata da una prospettiva transnazionale, mettendo in luce i suoi effetti sulla circolazione delle pratiche e dei linguaggi della nuova politica nel Mare Nostrum e sul processo di definizione delle identità europee.
Presentazione del volume

Quando si parla di guerra civile spagnola e di brigate internazionali, il pensiero corre al periodo tra il 1936 e il 1939. Ma già un secolo prima, dal 1833 al 1839, rivoluzionari e controrivoluzionari da tutta Europa si erano mobilitati per accorrere nella penisola iberica a sostegno della successione al trono della regina Isabella o del pretendente Carlo.
Erano gli anni della prima guerra carlista, un conflitto dinastico che presto si era trasformato in uno scontro ideologico su scala continentale tra liberalismo e legittimismo. Nel solco dei più recenti studi sulla storia del Mediterraneo e attraverso la comparazione di fonti conservate presso diversi archivi europei, il volume racconta la vicenda della guerra de los Siete Años da una prospettiva transnazionale, mettendo in luce i suoi effetti sulla circolazione delle pratiche e dei linguaggi della nuova politica nel Mare Nostrum e sul processo di definizione delle identità europee nella prima metà del XIX secolo.

Chiara Maria Pulvirenti è una ricercatrice e docente a contratto di Storia contemporanea presso il Dipartimento di Scienze politiche e sociali dell'Università degli Studi di Catania. Si occupa dei temi dell'esilio, delle migrazioni internazionali, della rivoluzione e della controrivoluzione in Europa tra XIX e XX secolo. Tra le sue pubblicazioni si segnalano L'Europa e l'isola. Genesi del manifesto di Ventotene (2009) e Biografia di una rivoluzione. Nicola Fabrizi, l'esilio e la costruzione dello Stato italiano (2013).

Indice
Elenco delle abbreviazioni
Introduzione
Nazioni sorelle: lo sguardo italiano sull'Ottocento spagnolo
(La Spagna è sogno: la deliciosa novela del mondo iberico; Le guerre degli esuli; "Cuando falte el tapón...")
A ferro e fuoco: la penisola iberica tra rivoluzione e controrivoluzione
(Più realisti del re; Doppio scontro: la Catalogna tra carlisti e radicali; Il nemico condiviso: fueristi e carlisti contro i liberali)
Le ambigue relazioni: la mobilitazione diplomatica nella prima guerra carlista
(La Cuádruple Alianza: un accordo polisemico; Parenti scomodi; L'Italia unita dalla conservazione)
Il mito dell'esperienza della guerra
(Il tempo del movimento; Le guerre degli altri; Cosmopoliti in armi)
La rivoluzione itinerante
(Diplomatici clandestini; L'esilio come opportunità; Memorie di Spagna per la costruzione della nazione)
Indice dei nomi.




newsletter facebook rss

Linkedin Facebook Twitter RSS Informatemi