Bacini di competenze e processi di agglomerazione. I distretti tecnologici in Europa
Contributi
Andrea Mondello, Grid Thoma
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 400,      1a edizione  2006   (Codice editore 1812.27)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 49,50
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788846477781

Presentazione del volume

Il tema dei distretti tecnologici, dei processi generatori e delle dinamiche evolutive che ne sono alla base occupa un posto centrale nel dibattito odierno e nell'interesse dei policy makers. Questo studio risponde all'esigenza di approfondire la conoscenza delle dinamiche innovative radicate sul territorio, a partire dall'esame di alcune agglomerazioni a più alta capacità innovativa in Europa (in particolare, in Francia, Germania, Gran Bretagna e Svezia), che rappresentano casi di indiscussa eccellenza in settori industriali "nuovi" high tech (ICT e nanotecnologie) o "maturi" (aerospaziale e automotive).
Nonostante la diversità dei contesti e delle traiettorie di evoluzione storica dei singoli distretti, lo studio riesce a ricostruire un modello sottostante lo sviluppo dei distretti tecnologici analizzati. Un modello che pone al centro dell'attenzione il ruolo dei processi di generazione delle competenze scientifiche e tecnologiche nella nascita e nello sviluppo di tali distretti tecnologici. Si tratta di processi fortemente ancorati al territorio, che precedono e creano le condizioni di possibilità per fenomeni di agglomerazione di imprese innovative, così come osservabili nello loro forme mature descritte nei casi di studio.
I risultati dello studio hanno inoltre profonde implicazioni di policy. Vengono messi in evidenza il ruolo e le responsabilità degli attori istituzionali, e di quelli pubblici in particolare, nella promozione dei distretti tecnologici; al tempo stesso, emerge però in tutta evidenza la illusorietà di soluzioni e politiche di "accelerazione" che puntino unicamente sullo sviluppo di attività economiche innovative non adeguatamente sostenute, a livello di sistema della ricerca locale, da eccellenze scientifiche di livello globale.
Lo studio quindi, muovendo dall'analisi approfondita di 8 casi europei, consente agli operatori del settore di riflettere sulle componenti di un modello di sviluppo territoriale innovativo e sul modo in cui tali componenti possano operare all'interno di un sistema integrato e autopropulsivo. Questa riflessione può offrire spunti di interesse anche ai policy maker nazionali nella promozione delle eccellenze scientifiche e tecnologiche del Sistema Italia.

Indice


Andrea Mondello, Presentazione. Innovazione, competitività, sviluppo economico: perché un Osservatorio sui distretti tecnologici in Europa
Andrea Bonaccorsi, Grid Thoma, Agglomerazione territoriale, capacità innovative, sviluppo economico. Una rassegna della letteratura
Andrea Bonaccorsi, Francesco Nesci, Distretti tecnologici. Istruzioni per l'uso
Parte I. Aerospaziale
Introduzione. Mercato, organizzazione industriale e R&S nel settore aerospaziale
Grande impresa e sviluppo territoriale. Il caso di Tolosa
Leadership europea tra grandi programmi di ricerca ed effervescenza imprenditoriale: il distretto tecnologico aerospaziale di Monaco di Baviera
Parte II. Automobilistico
Introduzione. Innovazione tecnologica nel settore automobilistico tra produzione di massa e motorsport
Governance e network a servizio dell'innovazione: il distretto tecnologico dell'automobile di Stoccarda
Motorsport: il volto inedito dell'high tech "made in Oxford"
Parte III. Information and Communication Technologies
Introduzione. Innovazione nel settore ICT in Europa
Dalla leadership individuale a quella collettiva: genesi e sviluppo nei distretti tecnologici svedesi
Lo scienziato della porta accanto. Rapporti di prossimità tra piccole imprese e mondo della ricerca nel distretto ICT di Karlsruhe
Parte IV. Nanotecnologie
Introduzione. Caratteristiche e studio di sviluppo del settore delle nanotecnologie nel mondo
Istantanea di un distretto allo "stato nascente": le nanotecnologie a Karlsruhe
Quando la dimensione fa la differenza: intensità degli investimenti e ruolo dei grandi players nella costruzione sociale della "capitale europea delle micro- e nanotecnologie".