Sesto Rapporto sull'obesità in Italia. Cervello e obesità: neurobiologia e neurofarmacologia
Contributi
Domenico Adamo, Gianluca Aimaretti, Giovanni Ancarani, Matteo Baldi, Rita Bichi, Mauro A.M. Carai, Michele Carruba, Francesco Cavagnini, Vincenzo Cesareo, Giancarlo Colombo, Ginevra Corneli, Amleto D'Amicis, Paolo Fanari, Secondo Fassino, Lidia Gargiulo, Valentina Gasco, Gian Luigi Gessa, Ezio Ghigo, Karine Goulene, Fabio Lanfranco, Antonio Liuzzi, Mauro Maccario, Paolo Marzullo, Alessandro Mauro, Enrico Molinari, Eugenio Muller, Enzo Nisoli, Umberto Pagotto, Valentina Panetta, Renato Pasquali, Maria Letizia Petroni, Andrea Pierò, Lorenzo Priano, Massimo Procopio, Antonello E. Rigamonti, Giuseppe Riva, Alberto Salvadori, Mariangela Seardo, Marco Stramba-Badiale, Elena Valassi, Valentina Vicennati, Paola Vittori, Alberto Zanchetti
Collana
Livello
Dati
pp. 432,   1a ristampa 2007,    1a edizione  2006   (Codice editore 2000.1163)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 28.50
Disponibilità: Nulla
Codice ISBN: 9788846482419

Presentazione del volume


Il Sesto Rapporto sull'Obesità in Italia, così come quelli che lo hanno preceduto, si pone l'obiettivo di approfondire la conoscenza dei molteplici aspetti clinici che caratterizzano tale malattia, al fine di contribuire alla sensibilizzazione e alla corretta informazione scientifica, nonché per fare il punto sullo stato della ricerca e degli approcci clinico-terapeutici a questa patologia.
La particolare attenzione oggi rivolta al problema dell'obesità da parte delle autorità sanitarie è dovuta non solo alla sua rilevanza epidemiologica ma, soprattutto, alla crescente evidenza che questa condizione costituisce, a tutti gli effetti, una malattia.
L'Istituto Auxologico Italiano ha inteso quest'anno puntare l'attenzione sui rapporti tra cervello e obesità e, in particolare, sugli aspetti neurobiologici e neurofarmacologici. Viene dunque affrontato in questo volume un problema scientifico di grande attualità sia sul fronte della ricerca nell'ambito delle neuroscienze - grazie alle moderne tecniche di analisi - sia sul versante della terapia, prendendo in considerazione i meccanismi neurobiologici su cui agirebbero nuovi farmaci ad azione centrale.
Il Rapporto presenta alcune delle più importanti declinazioni del problema, dall'analisi epidemiologica ai risultati delle più recenti ricerche, dalle problematiche di cura a quelle legate a particolari patologie correlate.

L'Istituto Auxologico Italiano è una Fondazione, dal 1963 ente non profit, con finalità di ricerca, cura e formazione in campo biomedico. L'attività scientifica e clinica dell'Istituto Auxologico Italiano si rivolge allo studio dello sviluppo umano dal concepimento all'età matura, curandone le anomalie e i processi degenerativi, con particolare attenzione ai settori genetico, endocrino-metabolico, cardiovascolare, delle neuroscienze e della riabilitazione.
Le competenze consolidatesi in questi settori hanno consentito di affrontare in modo multidisciplinare alcune delle anomalie del processo dello sviluppo umano, tra le quali le malattie metaboliche e in particolare l'obesità grave. Quest'ultima costituisce una delle sfide dell'Istituto: la ricerca genetica, quella farmacologica e quella clinica sono preordinate alla validazione di nuove procedure diagnostiche e alla sperimentazione di nuove modalità di trattamento di questa patologia e delle sue principali complicanze: cardiovascolari, osteo-articolari, gastro-nutrizionali, pneumologiche, neurologiche e psicologiche.

I presidi dell'Istituto Auxologico Italiano sono riconosciuti dal Ministero della Salute, di concerto con il Ministero dell'Università e della Ricerca Scientifica e Tecnologica e le Regioni, come Istituti di ricovero e cura a carattere scientifico.

Indice


Giovanni Ancarani, Presentazione
Alberto Zanchetti, Premessa
Vincenzo Cesareo, Introduzione
Il Punto
Amleto D'Amicis, Valentina Panetta, Lidia Gargiulo, Domenico Adamo, Paola Vittori, Epidemiologia dell'obesità. Dati recenti e patologie neuropsicologiche associate
(Premessa; Prevalenza del sovrappeso; Sovrappeso e patologie; Conclusioni; Bibliografia)
Parte I. Fisiopatologia
Antonello E. Rigamonti, Eugenio E. Müller, Cervello e obesità: neurobiologia e neurofarmacologia
(Neuroendocrinologia dell'introito e del dispendio calorico; Controllo omeostatico del peso corporeo e del metabolismo; Strutture neuroanatomiche che presiedono al controllo dell'omeostasi energetica; Segnali ormonali e nutrizionali con azione a livello ipotalamico; Il trattamento farmacologico dell'obesità: future prospettive terapeutiche; Bibliografia)
Antonio Liuzzi, La attività neuroindocrina del tessuto adiposo
(Premessa; Regolazione della attività secretoria dell'organo adiposo; L'adipocita e i suoi recettori; Adipochine e asse neuroindocrino; Conclusioni; Bibliografia)
Mauro A.M. Carai, Giancarlo Colombo, Gian Luigi Gessa, Ruolo dei cannabinoidi endogeni nel controllo dell'appetito e del peso corporeo
(Bibliografia)
Umberto Pagotto, Valentina Vicennati, Renato Pasquali, Le aree cerebrali ed i neurotrasmettitori deputati al senso di sazietà, piacere e dipendenza: quale ruolo nel mantenimento dell'obesità? Il parere del clinico
(Introduzione; Basi neuroanatomiche del comportamento alimentare; La via della gratifica: il circuito dopaminergico; I modulatori della via della gratifica: gli oppioidi e gli endocannabinoidi; I glucocorticoidi e la scelta del cibo gratificante; Dalla motivazione al comportamento: sensibilità alla gratificazione, iper-nutrizione e preferenze alimentari nel profilo di rischio per l'obesità; Farmaci che sopprimono il senso di appetito: quali implicazioni nel trattamento dell'obesità?; Ricadute cliniche e conclusioni; Bibliografia)
Secondo Fassino, Andrea Pierò, Genetica del comportamento alimentare: dal trattamento al disturbo alimentare
(Introduzione; I disturbi del comportamento alimentare e l'obesità sono ereditari?; Geni candidati nella regolazione del comportamento alimentare e principali modulatori; Il ruolo dell'ambiente (e della famiglia); Implicazioni cliniche e conclusioni; Bibliografia)
Parte II. Clinica
Enzo Nisoli, Michele O. Carruba, La Neurofarmacologia dell'obesità: presente e futuro: Il punto di vista del farmacologo
(Premessa; Processi centrali e periferici che controllano l'equilibrio energetico; Interventi per ridurre l'introito energetico; Interventi che aumentano il dispendio energetico; Conclusioni; Bibliografia)
Maria Letizia Petroni, La Neurofarmacologia dell'obesità: presente e futuro. Il punto di vista del clinico
(Introduzione; L'utilizzo della terapia farmacologica nella prospettiva attuale del clinico; Farmaci approvati in Italia per il trattamento dell'obesità; Farmaci approvati in altri Paesi per il trattamento dell'obesità; Farmaci approvati per altre indicazioni; Riflessioni conclusive e prospettive future; Bibliografia)
Antonio Liuzzi, Il "Neuroimaging" funzionale nello studio dell'obesità
(Premessa; Cenni sulle tecniche di NF; "Neuroimaging Funzionale" e obesità; Conclusioni; Bibliografia)
Massimo Procopio, Fabio Lanfranco, Ginevra Corneli, Mariangela Seardo, Valentina Gasco, Matteo Baldi, Gianluca Aimaretti, Ezio Ghigo, Mauro Maccario, Diagnostica neuroindocrina del paziente obeso
(Asse GH-IGF-1; Asse ipotalamo-ipofisi corticosurrene; Asse ipotalamo-ipofisi-tiroide; Asse ipotalamo-ipofisi-gonadi; Bibliografia)
Francesco Cavagnini, Elena Valassi, L'obesità ipotalamica
(Introduzione; Cenni di regolazione neuroendocrina del bilancio energetico; Obesità da danno ipotalamico strutturale; Obesità monogenica non sindromica; Obesità sindromica; Conclusioni; Bibliografia)
Maria Letizia Petroni, Obesità e farmaci
(Ormoni steroidei; Farmaci antidiabetici; Anti-ipertensivi; Farmaci neuritropi e psicotropi; Altri farmaci ad azione sul SNC; Prevenzione e terapia dell'obesità nei pazienti psicotici; Conclusioni; Bibliografia)
Paolo Marzullo, Effetti Neuroendocrini della Chirurgia Bariatrica
(Introduzione; Implicazioni anatomo-funzionali della chirurgia bariatrica; Implicazioni neuroendocrine della chirurgia bariatrica; Effetti centrali della chirurgia bariatrica; Effetti neuroendocrini extraenterici della chirurgia bariatrica; Complicanze neuroendocrine della chirurgia bariatrica; Considerazioni conclusive; Bibliografia)
Lorenzo Priano, Paolo Fanari, Alberto Salvadori, Alessandro Mauro, Sonno e obesità
(Il sonno fisiologico; Correlati neuroendocrinologi del sonno; Sindromi neuroendocrinologiche associate a disturbi del comportamento alimentare e del sonno; Obesità e Siondrome delle apnee ostruttive nel sonno; Disturbi del sonno nell'obeso e deficit cognitivi; Bibliografia)
Marco Stramba-Badiale, Karine Goulene, Obesità e ictus cerebrale
(Impatto dell'incremento del tessuto adiposo sul sistema cardio-cerebrovasale; Body Mass Index e rischio di ictus cerebrale; Obesità addominale e rischio d'ictus ischemico; Ictus e sindrome metabolica; Obesità e rischio di ictus cardioembolico; Riduzione del peso nei pazienti obesi e rischio di ictus cerebrale; Bibliografia)
Giuseppe Riva, Corpo reale o corpo virtuale? Il ruolo dell'esperienza corporea nell'obesità
(Il rapporto tra immagine corporea e obesità; Le rappresentazioni corporee: Sistema Corporeo e Immagine Corporea; Il legame tra schema corporeo e immagine corporea: Embodied e Situated Cognition; Esperienza Corporea e Media; Modificare l'esperienza corporea: l'uso della realtà virtuale; Conclusioni; Bibliografia)
Enrico Molinari, Mente, stress, e iperfagia
(Introduzione; Stress e comportamenti alimentari disfunzionali; Emozioni e cibo; Eventi stressanti: l'esperienza dei pazienti obesi ricoverati presso l'Istituto Auxologico Italiano; Interventi riabilitativi per la gestione dello stress nel trattamento dell'obesità; Conclusioni; Bibliografia)
Appendice
Rita Bichi, La mente grassa: i lavoratori della coscienza e l'obesità
(Introduzione; I modelli culturali del "corpo intellettuale"; Il cibo come ricerca; I vissuti dell'intellettuale grasso; Note conclusive; Bibliografia)
Gli autori