La riunione che serve. Metodi collaudati per incontri di lavoro a "forte-relazione", costruttivi e concreti
Autori e curatori
Livello
Testi per professional
Dati
pp. 224,   1a ristampa 2010,    1a edizione  2008   (Codice editore 25.2.12)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 24,00
Disponibilità: Discreta





Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 16,99
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (ePub) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 16,99
Formato: Epub con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare

In breve
Se è vero che il 60% del tempo di una riunione è improduttivo, occorrono strumenti pratici per far circolare la parola, contenere la crescente distruttività, attivare dal basso risorse e abilità, “coinvolgere con metodo” persone, lavoratori, cittadini. Il testo offre mappe e tecniche costitutive della riunione, e spiega come affrontare la negatività e saper dare e togliere la parola.
Utili Link
Business People La riunione perfetta (di Andrea Telara)… Vedi...
Presentazione del volume

Con l'accelerazione e i cambiamenti in corso nel mondo, siamo chiamati a trovare metodi organizzativi più snelli, più partecipati, più "vincenti per tutti", che sappiano abbandonare i modelli di relazione vecchi piramidali che non funzionano più.
Se è vero che il sessanta per cento del tempo di una riunione è improduttivo, occorrono strumenti pratici per far circolare la parola, contenere la crescente distruttività, attivare dal basso risorse e abilità, per "coinvolgere con metodo" persone, lavoratori, cittadini. È la scommessa di questo libro: con la riunione di lavoro a forte-relazione, centrata sui cosiddetti "beni relazionali", un incrocio strategico di economia negoziaziale e psicologia della comunicazione, e sulla scorta di collaudati strumenti pratici "esperti", si possono fare riunioni più inclusive, partecipate, più brevi e fattive. In particolare il volume si segnala come:
- un avanzamento in fatto di mappe e tecniche costitutive della riunione;
- una via non formale alle capacità relazionali, finalmente con una serie di strumenti pratici per affrontare e contenere la negatività (lamento, malinteso, passività, critica, discordia).
- un modello dinamico e sequenziale "a imbuto", con fasi di apertura e chiusura, la tecnica chiave di saper dare la parola e saper togliere la parola.
Un volume agile, alla portata di tutti, adatto all'esercito di figure, ruoli e persone che ogni giorno passano incessantemente da un tavolo all'altro.

Pino De Sario, psicologo sociale e formatore, professore a contratto all'Università di Pisa in Metodi di facilitazione nel sociale; insegna Formazione relazionale all'Università di Siena. Membro associato della Società Italiana di Biosistemica. Interviene su scala nazionale nel ruolo di consulente nella facilitazione del lavoro, con un interesse specifico ai temi della negatività e ai sistemi di attivazione dal basso, presso gruppi, riunioni e tavoli multi-attore. Autore per FrancoAngeli di Professione facilitatore (2005) e Il facilitatore dei gruppi (2006).

Indice


Introduzione
(I contenuti chiave del libro; Lavorare in situazioni difficili: i blocchi interpersonali; Siamo a turno tutti cattivi, l'importanza della negatività; La riunione a mo' di imbuto (che serve); Un libro di allenamento e ricerca; Ringraziamenti)
Parte I. Scenari sulla riunione
La riunione come necessità e come scelta
(Il concetto di ecologie da riunire. La visione sistemica nei dintorni di Bateson e Morin; Discutendo si impara. La costruzione della conoscenza; Circolarità persona-lavoro. Appunti base di psicologia sociale; La tensione, il campo e l'interdipendenza. La dinamica di gruppo di Kurt Lewin; Compito e relazione. Il processo di interazione e le categorie di Bales; Il costrutto di salute organizzativa. L'Occupational Health Psychology)
Parte II. La riunione distruttiva
Lavorare in situazioni difficili, i blocchi chiave
(Finestre sull'interazione capo-collaboratore; Finestre sull'interazione tra colleghi)
Negatività in riunione, coordinate per affrontarla
(Il campo della riunione; Aggiornare le mappe: la negatività può servire; Origini della negatività: un dispositivo esavalente; Le negatività tipiche della riunione, rabbia e tristezza; La "sindrome da negatività negata"; Primo antidoto: la gestione efficace della negatività; Secondo antidoto: il capo deve dotarsi; Terzo antidoto: il "patto di capacità negativa")
Parte III. La riunione che serve: i metodi di gestione e conduzione
Natura dinamica della riunione: le sequenze di apertura e chiusura
(Inconcludenza: esiste una via di uscita?; Il "metodo imbuto" per la riunione che serve; Per superare l'inconcludenza, scandire le fasi; La riunione che serve, funzioni e metodi; I ruoli della riunione; Tipi di riunione, schemi di gestione)
Buone pratiche: repertorio delle tecniche
(Piccolo strumentario per condurre riunioni a forte-relazione, costruttive e concrete; Il cruscotto della "riunione che serve", sintesi finale)
Bibliografia.




newsletter facebook rss

Linkedin Facebook Twitter RSS Informatemi

Management

Finanza. Amministrazione. Controllo

Marketing. Pubblicità. Comunicazione. Vendite

Produzione. Logistica. Qualità.

Risorse umane

Banca, credito e assicurazioni

Commercio e turismo

Pubblicazioni in Open Access


Segnalazioni

Pubblicità