Il disagio educativo al nido e alla scuola dell'infanzia
Autori e curatori
Livello
Textbook, strumenti didattici. Testi per insegnanti, operatori sociali e sanitari
Dati
pp. 236,   12a ristampa 2018,    1a edizione  2008   (Codice editore 292.4.24)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 30,00
Disponibilità: Buona




Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788846499783
Informazioni sugli e-book

Clicca qui per provare l'e-book
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 20,50
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856818215
Disponibile anche in:
Informazioni sugli e-book


Clicca qui per provare l'e-book

In breve
Utilizzando la lente dei “Contenitori Educativi”, il volume analizza in modo dettagliato le singole manifestazioni comportamentali attraverso le quali si manifestano le varie forme di disagio del bambino alla scuola dell’infanzia e al nido, e fornisce i principali elementi per la realizzazione di strategie educative adeguate.
Presentazione del volume

Il disagio che il bambino esprime nelle istituzioni educative della prima infanzia è un sintomo, ovvero un "messaggio" lanciato dal bambino in difficoltà nei confronti delle persone importanti per lui, la sua insegnante alla scuola dell'infanzia e la sua educatrice al nido.
Per questo, più che il disagio infantile in sé, questo libro affronta programmaticamente il "disagio educativo": il disagio degli adulti nel rispondere al disagio del bambino. Utilizzando la lente dei "Contenitori Educativi", il volume analizza in modo dettagliato le singole manifestazioni comportamentali attraverso le quali si manifestano le varie forme di disagio del bambino alla scuola dell'infanzia e al nido, e fornisce i principali elementi per la realizzazione di strategie educative adeguate. Si tratta di strategie che nulla hanno d'estraneo al normale "fare scuola", ma che, per essere attualizzate da parte degli adulti, implicano l'attivazione di un adeguato "spazio mentale" e di una disponibilità alla crescita professionale e personale, come si conviene a chi si occupa di educazione nella prima infanzia.
Alcuni dati riguardanti la diffusione del disagio educativo alla scuola dell'infanzia (tratti da una ricerca-azione sperimentale) completano il quadro, mentre in chiusura viene proposta l'esperienza della psicomotricità come prevenzione sia del disagio infantile (disagio specifico del bambino), sia del disagio educativo (formazione degli adulti coinvolti con il disagio del bambino).
Il libro è particolarmente indicato per tutte le persone che, per esigenze diverse, sono in costante contatto con l'infanzia e le sue "fatiche evolutive", e che intendono riflettere sulle proprie "fatiche educative".

Giuseppe Nicolodi, psicologo e psicomotricista, da anni si occupa dell'infanzia nei suoi risvolti terapeutici ed educativi, e si dedica alla formazione e aggiornamento delle persone professionalmente o personalmente coinvolte con essa. Ha pubblicato, fra l'altro, Maestra guardami (1992), Maestra aiutami (1996), Ti aiuto a giocare (2000), Caro amico (2001) Csifra, Bologna.

Indice


Introduzione. Il disagio che non fa rumore
Scelta di campo
(Il disagio educativo nella prima infanzia; Scelta di campo; Alcune precisazioni epistemologiche; Pedagogia dell'accoglienza)
Alcuni elementi teorici
(I "motori energetici" dello star bene a scuola; I "Contenitori Educativi"; Gli elementi corporei della relazione educativa; L'ordito e la trama: i fili dell'accoglimento educativo; Conclusione)
Il disagio educativo alla scuola dell'infanzia
(I segni di disagio nei Contenitori Istituzionali; I segni di disagio nei Contenitori Didattici; I segni di disagio nei Contenitori Liberi; Problemi connessi al rapporto scuola-famiglia; Griglie riassuntive)
Il disagio educativo al nido
(Particolarità istituzionali del nido; I segni di disagio nei contenitori istituzionali; ; I segni di disagio nei Contenitori Didattici; I segni di disagio nei Contenitori Liberi; Comportamenti trasversali ai singoli Contenitori Educativi; Problemi connessi al rapporto nido-famiglia; Griglie riassuntive)
I numeri del disagio
(Una griglia di rilevazione del disagio alla scuola dell'infanzia; Analisi quantitativa; Analisi qualitativa; Importanza delle problematiche rilevate; Fattibilità delle strategie rilevate; Fattibilità delle strategie educative; Conclusione)
La prevenzione del disagio
(La prevenzione nei confronti dei principali sintomi di disagio; La psicomotricità; Il setting psicomotorio come un nuovo "Contenitore")
Bibliografia
(Testi di riferimento; Bibliografia specifica sul disagio; Bibliografia sulla psicomotricità e le tecniche corporee).