Il consumatore europeo e il benessere animale. Indagine di Slow Food sui consumi e le abitudini di acquisto della carne in funzione della percezione dell'animal welfare
Contributi
Andrea Dal Vecchio, Beatrice Marelli, Stefano Massaglia, Valentina Maria Merlino, Piero Sardo
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 136,      1a edizione  2015   (Codice editore 372.5)
Peer reviewed content
Peer Reviewed Content

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 18,00
Disponibilità: Discreta




Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788891726100
Informazioni sugli e-book

Clicca qui per provare l'e-book
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 13,00
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788891733009
Disponibile anche in:
Informazioni sugli e-book


Clicca qui per provare l'e-book

In breve
Rivolto a persone adulte sensibili al tema del benessere animale e alle problematiche a esso legate, nonché a consumatori interessati a un acquisto consapevole e informato dei prodotti di origine animale, questo libro presenta i risultati di un’indagine relativa alle abitudini e alle scelte di consumo alimentare dei cittadini dell’Unione Europea.
Utili Link
Slowfood.it Recensione (di Silvia Ceriani)… Vedi...
Presentazione del volume

Questo libro presenta i risultati di un'indagine relativa alle abitudini e alle scelte di consumo alimentare dei cittadini dell'Unione Europea.
Al fine di comprendere come il concetto di benessere animale possa, o meno, influenzare e determinare comportamenti diffusi nell'acquisto e consumo di carne, nel 2013 è stato avviato uno studio che ha coinvolto i 28 Paesi dell'Unione. Il campione di consumatori considerato si è costituito sulla base dell'appartenenza a Slow Food, un'associazione nata in Italia per la tutela della cultura legata al cibo, al territorio da cui nasce un alimento nonché alle sue tradizioni. È stato formulato quindi un questionario, sottoposto a 4321 soci, con l'obiettivo di indagare come il concetto di benessere animale, inteso come preferenza morale individuale e come caratteristica presunta di un prodotto commerciale, possa influenzare il comportamento d'acquisto di carne da parte di un consumatore.
L'analisi delle risposte al questionario è stata svolta, in primis, attorno alle specifiche della popolazione campionaria nella sua totalità, considerando le caratteristiche socio-demografiche (età, genere, istruzione, occupazione), per proseguire poi su specifiche comportamentali relative al rapporto consumatore- animale-ambiente.
Sono state analizzate, in particolare, le risposte fornite dai soci intervistati sul benessere animale, sugli attributi che essi associano ad una carne prodotta in condizioni di elevati standard di benessere, nonché sul comportamento d'acquisto della carne stessa.
Dalla ricerca emerge in maniera chiara come la scelta del prodotto di consumo sia spesso associata ad una specifica idea di qualità di vita dell'animale, che diventa valore aggiunto e standard di un'alimentazione consapevole.
Questo lavoro è rivolto a persone sensibili al tema del benessere animale e alle problematiche ad esso legate, nonché a consumatori interessati ad un acquisto consapevole ed informato dei prodotti di origine animale.

Danielle Borra ricercatore universitario presso il Dipartimento di Scienze agrarie, forestali e alimentari (DISAFA) dell'Università degli Studi di Torino. Docente di marketing presso il DISAFA di Torino e Scienze gastronomiche di Pollenzo. Ha partecipato a ricerche per il Ministero della Pubblica Istruzione e per il CNR, per la Regione Piemonte e per alcune associazioni di categoria riguardanti la cooperazione in Piemonte, il settore zootecnico e quello ortofrutticolo in Piemonte, l'analisi delle principali filiere agroalimentari, la valorizzazione dei prodotti agroalimentari di nicchia, la valorizzazione dei prodotti enologici e enoturismo.
Martina Tarantola ricercatrice presso il Dipartimento di Scienze veterinarie dell'Università degli Studi di Torino, settore di zootecnia. Dopo aver svolto un dottorato di ricerca riguardante lo studio del benessere degli animali dall'allevamento ha continuato ad interessarsi a questa tematica come docente e come ricercatrice. Membro della commissione "Benessere animale" e del "Comitato di bioetica" dell'Ateneo di Torino. Nel 1999 fonda l'AVEC-PVS (Associazione veterinaria di cooperazione). Dal 2008 consulente tecnicoscientifico di Slowfood; dal 2012 membro e consigliere di IRIS (Istituto di ricerche interdisciplinari sulla sostenibilità).

Indice

Piero Sardo, Premessa
Andrea Dal vecchio, Beatrice Marelli, Valentina Merlino, Martina Tarantola, Introduzione
(I fondamenti; La definizione di benessere animale; Percezione del consumatore e benessere animale)
Danielle Borra, Beatrice Marelli, Stefano Massaglia, Valentina Merlino, Martina Tarantola, Materiali e metodi
Danielle Borra, Beatrice Marelli, Valentina Merlino, Martina Tarantola, Il campione
(Caratteristiche del campione; Caratteristiche del campione: quale tipologia di carne consumi e con quale frequenza?)
Beatrice Marelli, Stefano Massaglia, Valentina Merlino, Martina Tarantola, Classificazione dei consumatori di carne
(Profilo degli intervistati che non consumano carne; I piccoli consumatori di carne; I medi consumatori di carne; I grandi consumatori di carne)
Danielle Borra, Beatrice Marelli, Valentina Merlino, Martina Tarantola, Il consumatore europeo e il benessere animale
(La percezione del benessere per le diverse classi di consumatori; Il comportamento d'acquisto del consumatore in base alla sua percezione di benessere animale)
Danielle Borra, Andrea Dal vecchio, Beatrice Marelli, Stefano Massaglia, Valentina Merlino, Martina Tarantola, Conclusioni
Ringraziamenti
Bibliografia
Gli autori.