Valutazione 2002. Pratiche di valutazione in Italia: consolidamenti, ripensamenti e nuovi ambiti di riflessione
Contributi
Luca Campanelli, Stefania Ciraolo, Giuseppe De Filippi, Giulietta Delli, Valeria Iacch, Andrea Mairate, Giuseppe Pennini, Giordana Rabitti, Claudio Torrigiani, Luciano Vettoretto
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 272,      1a edizione  2003   (Codice editore 1900.1.5)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 25,00
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788846449955
Clicca qui per provare l'e-book

Presentazione del volume

L' Annuario AIV è una pubblicazione periodica nella quale vengono presentati lo stato dell'arte e le prospettive della valutazione in Italia. D'ispirazione pluralista, l'Annuario si propone di far conoscere ciò che di interessante si sviluppa nel campo della valutazione, in uno spirito di apertura a contributi provenienti da diversi ambiti di intervento, discipline di riferimento, approcci teorici e metodologici.

Ogni volume si appoggia sull'attività di scambio e confronto promossa dall'AIV nei suoi congressi, convegni e seminari; approfondisce le tematiche su cui si sono registrati i contributi più innovativi, proponendo anche una riflessione più matura ed organica grazie a interventi originali espressamente sollecitati.

Questo terzo Annuario raccoglie prevalentemente contributi presentati al V Congresso dell'Associazione tenutosi a Bologna nel 2002; in particolare rivolge l'attenzione a temi meno frequentemente dibattuti nelle precedenti pubblicazioni.

L' Associazione Italiana di Valutazione , fondata nel 1997, è un'associazione non profit che ha lo scopo di promuovere e sviluppare la cultura della valutazione tramite la diffusione della pratica della valutazione degli interventi e dei processi decisionali pubblici e privati, il dibattito sui metodi e sulle tecniche, la formazione dei valutatori.

Le sue caratteristiche principali sono:

- multidisciplinarietà e multiprofessionalità: favorire il dialogo tra saperi, professioni e ruoli, rivolgendosi sia ai professionisti che intendono confrontarsi e scambiare esperienze, sia agli utilizzatori della valutazione (quadri e dirigenti pubblici, operatori dei servizi, associazioni della società civile) che intendono partecipare ai processi valutativi con maggiore capacità critica;

- intensa azione culturale e formativa rivolta ai giovani desiderosi di cimentarsi con questa attività;

- chiara separazione delle azioni associative dalle attività professionali dei valutatori.

L'AIV (www.valutazioneitaliana.it) organizza annualmente un Congresso Scientifico, in occasione del quale si procede ad un parziale rinnovo degli organi sociali, numerosi Seminari e Giornate di Studio dedicati a tematiche specifiche, Scuole estive di carattere introduttivo e di specializzazione. Oltre alla collana "Valutazione" pubblica con FrancoAngeli la "Rassegna Italiana di Valutazione" e invia una Newsletter periodica.

Indice


Liliana Leone, Giancarlo Vecchi, Presentazione
Parte I. L'istituzionalizzazione della valutazione: un approfondimento su due segmenti significativi
Andrea Mairate, L'esperienza europea nella costruzione di capacità valutative nell'ambito dei fondi strutturali
Giulietta Delli, Giancarlo Vecchi, L'istituzionalizzazione delle misurazioni di performance negli enti locali italiani: riflessioni a partire da una sperimentazione
Liliana Leone, La valutazione dei piani gestiti da partnership locali nell'area sociale e sociosanitaria. Quali ricadute a livello di apprendimento istituzionale ed interorganizzativo?
Parte II. Dal Congresso di Bologna 2002: uno sguardo su nuovi ambiti di esplorazione
Giuseppe De Filippi, Giuseppe Pennini, Istituzioni e valutazione tra net economy ed integrazione internazionale
Luciano Vettoretto, Considerazioni critiche sull'opportunità di considerare la valutazione come capitale sociale - Giordana Rabitti, Autovalutazione di istituto: teoria e pratica
Parte III. Le tesi premiate al Congresso di Bologna
Luca Campanelli, Valutare in contesti tradizionali. Il caso del progetto "Andenes"
Stefania Ciraolo, Il rischio di credito delle Obbligazioni dei Paesi Emergenti
Valeria Iacch, I pazienti valutano l'ospedale che li assiste. Aspetti metodologici delle procedure di valutazione
Claudio Torrigiani, La valutazione degli esiti occupazionali della formazione professionale attraverso il tasso di occupazione coerente corretto.




newsletter facebook rss

Linkedin Facebook Twitter RSS Informatemi