Valutazione partecipata della qualità. Il cittadino-utente nel giudizio sugli interventi di politica e servizio sociale
Autori e curatori
Livello
Saggi, scenari, interventi
Dati
pp. 160,   1a ristampa 2006,    1a edizione  2004   (Codice editore 1900.1.6)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 16,50
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788846463982

Presentazione del volume

Negli ultimi anni le generali esigenze di innovazione e di razionalizzazione dei processi produttivi hanno portato a un'accentuazione generale della riflessione tecnica e metodologica sui temi della qualità degli interventi, anche nel campo delle politiche pubbliche e, tra questi, segnatamente delle politiche e dei servizi sociali. In particolare, la nuova consapevolezza circa il rilievo assunto dai vari portatori/attivatori di interesse ( stakeholders ), e dai cittadini-utenti, nella determinazione del processo e del risultato degli interventi spinge a considerare sempre più spesso tale riflessione come una funzione essenziale della governance dei sistemi organizzativi da questi messi in atto.

La necessità di valutare i processi di intervento sociale ha favorito importanti sviluppi delle scienze economico-statistiche ed organizzative. Tuttavia gli studi valutativi 'tradizionali' si sono spesso dovuti fermare di fronte alla fluidità magmatica e difficilmente prevedibile di quei contesti (come nel caso dei servizi sociali o dei processi di sviluppo di comunità) nei quali i destinatari e gli operatori degli interventi possono retro-agire sull'architettura logica e gerarchica dei programmi con aggiustamenti personali, re-interpretazioni, critiche o innovazioni non coordinabili che rendono assolutamente vani tutti i tentativi di avanzamento caratteristici dei modelli strutturati di work-flow .

L'unica soluzione, allora, sembra essere quella di sviluppare modelli di programmazione e valutazione che sappiano e possano tenere conto di tutti i punti di vista e di tutti gli schemi concettuali mobilitati, in modo tale che il contraddittorio tra le parti, la formazione e diffusione a tutti i livelli di capacità critiche specializzate possano favorire una reale deliberazione di indirizzo circa la qualità e gli esiti delle azioni collettivamente intraprese orientata, peraltro, ad una logica di apprendimento costante e condiviso.

A cavallo tra la Participatory Action Research ed il Project Management , la "valutazione partecipata della qualità" rappresenta una metodica, ma anche una teoretica, di evocazione e chiarificazione pragmatica delle intenzionalità dell'agire all'interno del flusso delle azioni collettive sviluppate in contesti organizzativi dotati di elevata turbolenza, finalizzata al potenziamento ( empowerment ) ed alla sistematizzazione ( learning ) delle capacità individuali e collettive di formulare giudizi qualificati sulle reali e vitali valenze degli interventi.

Gabriele Tomei , dottore di ricerca in Sociologia dello sviluppo insegna "Cooperazione decentrata ed internazionale" presso la Facoltà di Scienze Politiche dell'Università di Pisa ed è stato consulente dell' International Secretariat for Human Development and Democratic Governance (MAE/UNOPS/ILO). Ha svolto ricerche sulla valutazione partecipata della qualità presso il Dipartimento di Scienze Sociali dell'Università di Pisa e attualmente dirige programmi di ricerca sullo stesso tema in Toscana, Liguria e Lombardia. Tra le sue pubblicazioni ricordiamo Città, cittadinanza e welfare municipale , Baroni Editore, Viareggio, 2001 e Alla sinistra del Padre. Teologia e sociologia della liberazione in America latina , FrancoAngeli, Milano, 2004.

Indice


Introduzione
L'affermazione del punto di vista del cittadino-utente nella valutazione della qualità degli interventi di politica e di servizio sociale
(Per una fondazione teoretica del punto di vista del cittadino-utente; La qualità come costruzione sociale; Il mito dell'ancoraggio metodologico; Complessità e comprensione; Moltiplicazione dei punti di vista ed expertise del cittadino; Partecipazione tra inclusione ed emancipazione; Crisi della democrazia e sfide della valutazione)
Valutazione e convalidazione degli interventi sociali: appunti per un modello di Valutazione Partecipata della Qualità
(Le dimensioni dell'intervento sociale: progetto, processo, ambiente; La Valutazione Partecipata della Qualità nel contesto di un sistema di osservazione riflessiva; Partecipazione e governo del ciclo di progetto: dall'approccio Pcm a quello Pcg; Quale qualità?)
Esperimenti di Valutazione Partecipata della Qualità
(Per una pragmatica ed una retorica dell'esperimento; Le mappe comunitarie dei bisogni e delle risorse; Il focus group per la costruzione partecipata degli indicatori di qualità; Le matrici di adiacenza e la validazione collettiva dei networks di progetto; Dialogo per 4 voci e 5 finali)
Conclusioni
Appendice 1: Fattori/indicatori di qualità condivisi dai partecipanti al focus group del progetto Stiega
Appendice 2: Strumento di Valutazione della Qualità Percepita utilizzato nell'azione diretta alla formazione e supervisione di un sistema di interventi a rete in favore di persone che versano in stato di povertà e senza fissa dimora nell'area metropolitana di Milano




newsletter facebook rss

Linkedin Facebook Twitter RSS Informatemi