Moneta e tecnologia. Le istituzioni instabili dell'economia capitalistica
Autori e curatori
Contributi
Giorgio Lunghini
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 192,      1a edizione  1996   (Codice editore 430.17)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 24,50
Disponibilità: Nulla
Codice ISBN: 9788820494728

Presentazione del volume

II sistema economico capitalistico è l'insieme di molteplici forze (economiche, culturali, sociali, religiose, ecc.), il più delle volte fra loro conflittuali e per questo destinate a eleggere un vincente ed un perdente. II conflitto di interessi è il suo motore. La dinamicità il suo lubrificante.

La moneta ed il progresso tecnico (il "denaro" e le "macchine" sono gli aspetti economici del conflitto interno alla struttura di accumulazione capitalistica e della sua capacità dinamica dì mutamento. Da quando l'economia politica si è sviluppata come disciplina sociale che cerca di studiare il funzionamento del processo di accumulazione e di creazione delle ricchezza materiale, la moneta e la tecnologia hanno rappresentato il fulcro centrale dell'analisi teorica ed empirica. Non c'è pensatore classico o moderno che non abbia trattato questi temi o álmeno uno di essi: da Smith a Ricardo, da Malthus a Marx, da Wicksell a Von Hayek, da Schumpeter a Keynes, da Marshall a Hicks, a Kaldor sino ai nostri giorni.

È invece la letteratura dominante di stampo anglossassone (e non solo) che oggigiorno prova un certo imbarazzo a trattare questi argomenti.

Ancora oggi si hanno notevoli difficoltà a riconoscere il carattere monetario del processo economico capitalistico e l'analisì dinamica del suo funzionamento è demandata più a studi di natura extra-economica che all'analisi di variabili economiche specifiche, come il progresso tecnologico. Se si escludono alcuni autori, la moneta e la tecnologia come variabili strutturali e dinamiche del processo capitalistico sono troppo spesso assenti nei convegni delle varie associazioni economiche. Se se ne parla, è per ribadire la loro "neutralità" rispetto ai processi di decisione individuale che stanno alla base della realizzazione degli scambi economici.

Questo libro intende invece studiare il ruolo della moneta e della tecnologia come elementi fondanti e motori dello sviluppo economico capitalistico, come parte intrinseca e caratterizzante il funzionamento dello stesso processo economico. II fine è quello di verificare la loro portata destabilizzante, cioè analizzare il ruolo dinamico che svolgono nel definire i conflitti interni al processo di accumulazione e che stanno alla base del suo perenne modificarsi.

Indice



1. Moneta e produzione: qualche riferimento teorico introduttivo
• Equilibrio economico generale e definizione dell'economia di produzione
• Equilibrio economico generale e moneta
• Approccio eterodosso e moneta
• La teoria del circuito monetario
• Questioni aperte e ricerche future
2. Attività di produzione e innovazione tecnologica
• L'innovazione tecnologica
• Attività innovativa e funzione degli investimenti I fondamenti microeconomici dell'innovazione tecnologica
• Diversità settoriale, varietà tra imprese e progresso tecnologico
• Le proprietà della tecnologia
• Innovazioni incrementali ed innovazioni radicali
• La formalizzazione microeconomica dellafunzione d'investimento
3. Innovazione e diffusione tecnologica
• La teoria del processo di diffusione tecnologica
• L'approccio evolutivo: dal paradigma tecnologico alle rnicrofòndazioni del cambiamento tecnologico
• Analogie e varietà nei modelli evolutivi
4. Uno schema microeconomico dell'evoluzione delle imprese e della tecnologia del settore
• Alcuni limiti principali dei modelli evolutivi e introciuzione alla forrnalizzazione del modello
• I risultati della simulazione
• Dinamica e varietà dell'attività di investimento in diverse attività innnovative
• Lo schema completo dell'evoluzione della struttura di mercato del settore e della dinamica tecnologica
• Alcune conclusioni preliminari





newsletter facebook rss

Linkedin Facebook Twitter RSS Informatemi