Pedofilia

Un approccio multiprospettico

Contributi
Marco Gaetani, Elena Mariani
Collana
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 272,   1a ristampa 2012,    1a edizione  2007   (Codice editore 287.13)

Pedofilia. Un approccio multiprospettico
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 21,50
Condizione: esaurito
Disponibilità: Nulla
Codice ISBN: 9788846481030

In breve

Il volume presenta una lettura multiprospettica della questione pedofila, ponendosi quale obiettivo prioritario quello di offrire un’esplorazione del tema che vada oltre il pregiudizio. Dopo aver richiamato le radici storico-culturali della pratica pedofila, vengono illustrati gli apporti definitori offerti alla questione della pedofilia dal sapere psichiatrico. Un’attenzione particolare è dedicata alla percezione sociale del problema, con l’analisi dei più diffusi stereotipi e pregiudizi che si contendono il ruolo di facile strumento per una comprensione corriva della pedofilia. L’indagine sulla percezione sociale trova nel contesto scolastico un campione di riferimento particolarmente rappresentativo. Anna Coluccia, avvocato specialista in Criminologia Clinica, insegna Criminologia e Difesa Sociale presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia di Siena. È direttore scientifico dell’Osservatorio sulla sicurezza della provincia di Siena. Ernesto Calvanese, criminologo clinico e psicologo, insegna Criminologia alla Facoltà di Giurisprudenza di Milano.

Presentazione del volume

Il volume presenta al lettore una lettura multiprospettica della questione pedofila, ponendosi quale obiettivo prioritario quello di offrire una esplorazione del tema che vada oltre il pregiudizio. Gli autori procedono quindi ex negativo, vale a dire assumendo come dato di partenza l'inquietante proteiformità del fenomeno oggetto della loro analisi, interrogandosi metodologicamente sul suo inafferrabile profilo di fenomeno sociale ancora vivente, e come tale riottoso ad essere intrappolato in gabbie ermeneutiche rigide e solo nominalmente "infallibili".
Dopo aver richiamato le radici storico-culturali della pratica pedofila, sottolineandone la intrinseca diversità rispetto al fenomeno come appare oggi, vengono illustrati gli apporti definitori offerti alla questione della pedofilia dal sapere psichiatrico. Un'attenzione particolare è dedicata alla percezione sociale del problema, con l'analisi dei più diffusi stereotipi e pregiudizi che si contendono il ruolo di facile strumento per una comprensione corriva della pedofilia.
L'indagine sulla percezione sociale trova nel contesto scolastico un campione di riferimento particolarmente rappresentativo: sapere che cosa pensano insegnanti e studenti del pedofilo e della pedofilia si dimostra operazione conoscitiva non fine a se stessa, ma vera e propria azione di intervento culturale dotata di un suo feedback efficace, dal momento che contribuisce a donare una nuova prospettiva di riferimento a chi fronteggia il problema "sul campo".

Anna Coluccia, avvocato specialista in Criminologia Clinica, è professore di Criminologia e Difesa Sociale presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell'Università degli Studi di Siena. Dirige, in qualità di direttore scientifico, l'Osservatorio sulla sicurezza della provincia di Siena. È responsabile tecnico del progetto "Siena Città Sicura" su incarico del Comune di Siena. È autrice di oltre 130 pubblicazioni, di cui 16 monografiche, in materia criminologica, in particolare sull'immigrazione, la tossicodipendenza, l'infanzia maltrattata, le patologie sociali e familiari di interesse criminologico.

Ernesto Calvanese è professore di Criminologia presso la Facoltà di Giurisprudenza dell'Università degli Studi di Milano. Criminologo clinico e psicologo, è stato membro esperto dei Tribunali di Sorveglianza di Milano (1979-1986) e di Brescia (1986-1992). È autore di oltre 80 pubblicazioni in materia criminologica, nonché di altre due monografie, la prima sulla questione del rapporto, controverso, tra media e prospettiva riabilitativa della pena e la seconda in tema di reazione sociale e del quadro di consenso e dissenso nei confronti di condotte devianti e delinquenziali, appartenenti all'area della tossicodipendenza, del reato tout court, della sessualità, del conflitto sociale.

Indice



Marco Gaetani, Presentazione
Introduzione
Pedofilia: tra metodo e storia
(Pedofilia e contesti definitori; La pedofilia nella storia: la Grecia e Roma come esempi canonici)
Pedofilia e Clinica
(Pedofilia e Psichiatria; La pedofilia nel DSM-IV-TR: un disturbo parafilico; Pedofilia e ICD-10; Altri apporti definitori; Il soggetto pedofilo: tipologie a confronto; Pedofilia e disturbo mentale; Pedofilia e incesto)
La violenza sessuale sui minori nelle statistiche giudiziarie ufficiali
(Alcune considerazioni di ordine metodologico; La "violenza sessuale" e le sue aggravanti: gli artt. 609 bis e 609 ter c.p.; Gli "atti sessuali con minorenne: l'art. 609 quater c.p.; La "corruzione di minorenne": l'art. 609 quinques c.p.; Qualche considerazione sul biennio 1999-2000; Anni 2001-2003)
Pedofilia, percezione sociale e ricerca
(Opinione pubblica e percezione: considerazioni di metodo; Pedofilia: stereotipi e pregiudizi; La percezione sociale della pedofilia in Italia: cinque ricerche sul campo)
Alcune conclusioni
Appendice normativa - Profili internazionali e legislazione nazionale
Appendice statistica
Prefazione al saggio di Elena Mariani
Elena Mariani, Pedofilia e mass media: un'analisi dell'informazione mediatica nel quinquennio 1997-2001
(Premessa; Finalità e metodologia della ricerca; Rilievi di carattere generale; Il Giornale; Il Corriere della Sera; La Repubblica; Riflessioni qualitative; Note conclusive; Riferimenti bibliografici)
Bibliografia.