Memoria e comunicazione. Una teoria comunicativa complessa per le cose del moderno
Autori e curatori
Contributi
Vincenzo Cesareo
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 192,      1a edizione  2007   (Codice editore 266.1.21)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 20,00
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788846485397

Utili Link
D (la Repubblica) Globe trotter della nostalgia (di Laura Taccani)… Vedi...
Presentazione del volume

Non esiste comunicazione senza memoria. La memoria è un problema della comunicazione e una teoria della comunicazione se ne deve necessariamente preoccupare.
Questo libro riflette sul rapporto tra memoria e comunicazione da una prospettiva relativamente eccentrica, che è quella delle cose. Bambole islamiche e statue sovietiche, capanne alpine e grattacieli moscoviti, semafori pedonali e automobili proletarie sono osservati nella loro ambivalente veste di oggetti di memoria e di comunicazione, di oggetti per ricordare e oggetti per dimenticare. Le cose con la loro materialità rendono visibili i percorsi contraddittori e divergenti che segue oggi il simbolico: da un lato radicato nella significatività della vita umana, dall'altro espressione della società attuale, sempre più distaccata e autonoma dai vissuti soggettivi.
Le cose ci sveleranno allora che occuparsi di memoria non è un problema di nostalgia, ma di resistenza, e che non si tratta del passato, ma del futuro.

Roberta Bartoletti è professore associato della Facoltà di Sociologia dell'Università di Urbino "Carlo Bo", dove insegna Sociologia degli oggetti di consumo e Sociologia della comunicazione ed è presidente del Corso di laurea specialistica in Comunicazione e Pubblicità per le Organizzazioni. Si occupa principalmente degli oggetti e delle pratiche di consumo in una prospettiva culturale e comunicativa. Tra le sue pubblicazioni su questi temi: La narrazione delle cose (2002); Oggetti dell'indifferenza. Simbolico del sociale e oggetti mediali, "Sociologia della comunicazione" (2004); "Il consumo come luogo della comunicazione e del sociale: dalle differenze all'indifferenza", in Cum sumo. Prospettive di analisi del consumo nella società globale, a cura di E. Di Nallo, R. Paltrinieri (2006).

Indice


Vincenzo Cesareo, Prefazione
Introduzione. La comunicazione, la memoria e le cose
Il simbolico, idea e materia delle cose
(Il simbolico, energia formatrice; Radici e senso del simbolico; Le due vie del simbolico: soggetti viventi e società; Il simbolico sociale del moderno: dal mito alla comunicazione)
Memorie e comunicazione: una prospettiva complessa
(Memorie della specificità: vite individuali e forme del collettivo; La memoria dell'indifferenza: il sociale; Sintomi di crisi: luoghi di memoria e nostalgia; Problemi di memoria del moderno)
Le cose, tra memoria e comunicazione
(Comunicazione e memorie della specificità: forme del feticcio; Le memorie della comunicazione: le cose del sociale)
Varietà di memorie e cose nella comunicazione
(Culture e identità nella società globale: biografie di bambole islamiche; Simulacri di memoria collettiva: storie dalla Russia postsovietica; Mercificazione della nostalgia e turismi della memoria: viaggio a Heidiland; Identità e memorie da assaporare: la rivincita degli Ostprodukte)
Ringraziamenti
Riferimenti bibliografici.




newsletter facebook rss

Linkedin Facebook Twitter RSS Informatemi