Il bullismo omofobico. Manuale teorico-pratico per insegnanti e operatori
Contributi
Raffaele Lelleri, Alberto Pellai, Laura Pozzoli
Livello
Testi per insegnanti, operatori sociali e sanitari
Dati
pp. 304,      1a edizione  2010, allegati: cd-rom   (Codice editore 435.17)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 29,50
Disponibilità: Buona


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856807387

In breve
Il volume esamina un caso particolarmente importante nei comportamenti di aggressività: quello che prende di mira l’identità sessuale (vera o presunta) di bambini e ragazzi. Un testo per genitori, operatori e insegnanti nelle fasce di età dalle scuole elementari alle superiori.
Utili Link
Sette Il bullismo anti-gay (di Maria Egizia Fiaschetti)… Vedi...
PRIDE A scuola di civiltà (di Pasquale Quaranta)… Vedi...
Polizia e Democrazia Non sottovalutiamo il bullismo (di Michele Turazza)… Vedi...
Psicologia di Comunità Recensione (di Valentina Petralia)… Vedi...
Presentazione del volume

La pratica educativa di chi lavora a contatto con gli adolescenti testimonia come il linguaggio omofobico sia correntemente praticato per scherzare o per offendere nel litigio più banale, mentre in molti contesti scolastici l'etichetta denigratoria di "frocio" o "lesbica" è adoperata per escludere chi, al di là dell'orientamento sessuale, viene percepito come diverso rispetto alle aspettative di genere, configurando veri e propri casi di bullismo omofobico.
Non è un fenomeno di poco conto. Studi scientifici documentano quanto esso sia diffuso e deleterio per chi lo subisce, con conseguenze che - in questi più che in altri casi di prepotenze ripetute - possono arrivare fino all'abbandono scolastico o al suicidio. Il bullismo omofobico, dunque, è prima di tutto un problema culturale molto ampio. Riguarda ragazzi e adulti, prepotenti e vittime e astanti, coinvolti nella stessa dinamica di sopraffazione ai danni del più debole. Contrastare queste forme di esclusione e discriminazione è particolarmente difficile per gli adulti che vi assistono perché richiede di affrontare, seriamente ma serenamente, argomenti ancora inconsueti nella scuola come la diversità, le norme di genere, l'amore e la sessualità.
Il volume si propone di offrire basi teoriche, di ricerca ed esperienziali su cui insegnanti, psicologi scolastici, educatori possano costruire dei loro percorsi educativi indipendentemente dalle proprie posizioni, purché accomunati da una scelta etica-deontologica che mira a contrastare ogni forma di discriminazione e di violenza, sia essa verbale o fisica, e di violazione dei diritti umani. Il testo si apre con una contestualizzazione teorica del fenomeno e con una rassegna di ricerche nazionali e internazionali sul bullismo omofobico, quindi propone un'analisi di come la stampa italiana si è occupata di questo tema attraverso il caso di Matteo, il ragazzo suicidatosi nel 2007. Di seguito si svolge una riflessione teorico-metodologica sui percorsi preventivi e si presentano alcuni interventi realmente svolti nella scuola primaria e secondaria su situazioni specifiche. Nell'ultima sezione il lettore troverà un manuale articolato in attività strutturate all'interno dei percorsi curricolari, giochi pedagogici ad uso di educatori o insegnanti formati sulle dinamiche di gruppo e, infine, questionari e schede di ricerca e di valutazione.

Allegato al libro, un cd-rom raccoglie tutto il manuale operativo per la conduzione delle attività e un video didattico sull'omofobia.

Gabriele Prati, psicologo, insegna Psicologia giuridica presso la Facoltà di Scienze Politiche dell'Università di Bologna. Ha pubblicato Il primo soccorso psicologico nelle maxi-emergenze e nei disastri (Clueb 2008) e Psicologia dell'emergenza (il Mulino 2009).
Luca Pietrantoni, psicologo, insegna e svolge attività di ricerca presso la Facoltà di Psicologia dell'Università di Bologna. Ha pubblicato: La psicologia della salute (Carocci 2001) e Psicologia dell'emergenza (il Mulino 2007), L'offesa peggiore: l'atteggiamento verso l'omosessualità. Nuovi approcci psicologici ed educativi (Del Cerro 1999).
Elena Buccoliero, sociologa, è giudice onorario presso il Tribunale per i Minorenni di Bologna e collabora con il Difensore civico della Regione Emilia-Romagna.
Marco Maggi, consulente educativo, è formatore Metodo Gordon per docenti, genitori e operatori socio-sanitari: hanno pubblicato insieme Bullismo, bullismi (FrancoAngeli 2005), Progetto bullismo (Berti, 2006), Kit No-Bullismo (Berti 2007) e Bullismo nella scuola primaria (FrancoAngeli 2008).

Indice


Alberto Pellai, Prefazione
Introduzione
I fondamenti teorici, metodologici ed empirici
Gabriele Prati, Luca Pietrantoni, Bullismo omofonico: prospettive teoriche e dinamiche psicosociali
(Alcune definizioni: sesso biologico, identità di genere, ruolo di genere, orientamento sessuale; Omosessuali: quanti sono e a che età si riconoscono; L'omofobia nella società; Stereotipi sulle persone omosessuali; L'interiorizzazione dell'omofobia; Caratteristiche generali del bullismo; Specificità del bullismo omofonico; Linguaggio denigratorio e deumanizzazione; Lo spettro del "finocchio" nel discorso maschile; Gli effetti psicosociali del bullismo omofonico)
Le ricerche
(Gabriele Prati, Luca Pietrantoni, Le ricerche internazionali: una rassegna; Raffaele Lelleri, Laura Pozzoli, La ricerca europea "Schoolmates"; Elena Buccoliero, Marco Maggi, Una ricerca sul bullismo e sull'omofobia in alcune scuole dell'Italia centrosettentrionale)
Elena Buccoliero, Media e omofobia. La stampa italiana racconta il suicidio di Matteo
(La griglia d'analisi; Uno primo sguardo alla rassegna stampa; L'uso di statistiche; Descrizioni e interpretazioni; Un racconto corale; L'immagine di Matteo; I giornali hanno descritto Matteo come etero o omosessuale?; Le ragioni del suicidio; Le inchieste; È stato bullismo omofonico oppure no?)
Luca Pietrantoni, Gabriele Prati, Teorie e modelli dell'intervento educativo
(Teorie sul contrasto al bullismo omofonico; Paradigmi e pratiche dell'intervento educativo; Appendice. Il progetto "Educare al rispetto")
Elena Buccoliero, Marco Maggi, Casi di bullismo omofonico affrontati in percorsi di prevenzione del bullismo a scuola
(I storia: Scarpette da danza o astronave da guerra?; II storia: Roberto in piedi sulla sedia; III storia: Gabriele e la seconda H; Ultime considerazioni)
Elena Buccoliero, Marco Maggi, Luca Pietrantoni, Gabriele Prati, Il manuale operativo
Come utilizzare il manuale
(Premessa; Dentro o fuori dalle discipline curricolari; Parlare di omosessualità o, più importante, di diversità; Parlare con i ragazzi, ascoltarli; Trattare di omosessualità in astratto, o i gruppi dove ci sono ragazzi omosessuali; Prevenire l'omofobia o contrastarla; I manuali non sono un ricettario; L'importanza di formarsi prima di sperimentare attività sulle dinamiche di gruppo; Riferimenti teorici nella costruzione delle attività; Tecniche e modalità di coinvolgimento dei ragazzi nel lavoro sul gruppo)
Parlare di omofobia e di omosessualità all'interno delle discipline scolastiche
Prevenire e contrastare l'omofobia attraverso la gestione delle dinamiche di gruppo
Strumenti per gli insegnanti e gli operatori
Parlare di omosessualità in classe
Strumenti di ricerca sull'omofobia a scuola
Bibliografia
Gli autori.




newsletter facebook rss

Linkedin Facebook Twitter RSS Informatemi