Progetto & multisensorialità. Come gli oggetti sono e come ci appaiono
Contributi
Massimo Bonfantini, Daniela Calabi, Gianni Forcolini, Ignazio Gadaleta, Giuseppe Gavazza, Massimo Hachen, Marinella Levi, Anna Meroni, Dina Riccò, Valentina Rognoli, Paolo Rosa, Bruno Scagliola, Narciso Silvestrini, Jorrit Tornquist, Giuliano Zosi
Livello
Studi, ricerche. Textbook, strumenti didattici
Dati
pp. 208,      1a edizione  2010   (Codice editore 85.72)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 31,50
Disponibilità: Buona


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856816327

In breve
Il volume analizza il mondo del percepito, allo scopo di fornire agli operatori del progetto strumenti sugli aspetti sensoriali, spesso relegati nell’ambito degli specialisti. Esperti in diverse discipline – del colore, della luce, della forma, della materia, del suono, dell’odore e del sapore – hanno indagato sul ruolo che la dimensione multisensoriale riveste nella loro disciplina e sulla dialettica fra aspetti sensoriali diversi.
Presentazione del volume

Volume riccamente illustrato

Viviamo in un'epoca in gran parte dominata dalla specializzazione. Lo richiede lo sviluppo tecnologico, la sofisticazione dei mezzi di ricerca e di produzione, lo esige la complessità degli interventi. La cultura del progetto non fa eccezione. C'è lo specialista delle forme, quello del colore, quello delle luci, quello del suono, eccetera. E in tal modo, il progetto si articola in specialismi sempre più in dettaglio, che sembrano guardare la realtà solo con una lente d'ingrandimento.
Ma nel progettare occorre invece guardare "con il grandangolo". Poche sono le discipline che tentano di usarlo: sono quelle che non fanno riferimento ad aree professionalizzanti ma ad aree problematiche, che utilizzano e finalizzano tutti i saperi necessari ai loro obiettivi, allo scopo di ritrovare la trasversalità fra i vari approcci disciplinari al progetto. Questo libro vuole approfondire il mondo del percepito allo scopo di fornire agli operatori del progetto strumenti sugli aspetti sensoriali che rimangono relegati nell'ambito degli specialisti e sono sviluppati in corsi di studio altrettanto specialistici che difficilmente si occupano della trasversalità del sapere.
Esperti in diverse discipline - del colore, della luce, della forma, della materia, del suono, dell'odore e del sapore - hanno indagato sul ruolo che la dimensione multisensoriale riveste nella loro disciplina e sulla dialettica fra aspetti sensoriali diversi.

Indice


Luigi Bandini Buti, Mario Bisson, Cristina Boeri, Gisella Gellini, Salvatore Zingale, Premesse
Daniela Calabi, La multisensorialità
(La sensorialità plurima; I sensi e il progetto; La vista; Il tatto e l'aptico; Percezione visiva e percezione aptica; Sensorialità e valori percettivi; Conclusioni)
Dina Riccò, Multisensorialità
Introduzione; Multisensorialità vs Sinestesia; Tre accezioni della sinestesia; Intersoggettività delle corrispondenze; Qualità sin estetiche del colore)
Massimo Hachen, Visione e percezione
(Il progetto e la Gestalt; Il progetto e la visione; Il progetto e la multisensorialità; Conclusione)
Jorrit Tornquist, Cristina Boeri, Colore, progetto e multisensorialità
Bruno Scagliola, Funzione pratiche e funzioni di linguaggio di un oggetto
(Introduzione; Il bilanciamento delle funzioni di linguaggio; Lessico figurativo, matrici strutturali dei segni e percezioni sensoriali; Percezione sensoriale e lessico; Strutturazione della forma e carattere percepito; Qualità sensoriali dei segni formali)
Ignazio Gadaleta, Variabili e contraddizioni percettive della forma, dall'opera d'arte ambientata all'arte ambientale
(L'apparenza; L'interpretazione; La costruzione)
Narciso Silvestrini, La materia
(La Passione e Azione; Il "Mi" e il "Ma"; L'argilla)
Tavole
Luigi Bandini Buti, Progetto e materia: pesante è bello
La qualità del peso; Le materie plastiche; Le materie finte; Il peso tattile; Conclusioni)
Valentina Rognoli, Marinella Levi, I materiali come materia prima per il progetto della (multi)sensorialità
(Il disegno della materia)
Gianni Forcolini, Luce: vedere il non visibile
(Il potenziamento tecnico dei sensi; Architettura e multisensorialità; Design e grandi brand; Il primato della vista; La visione cieca; La visione distratta; La simulazione multisensoriale; Sensi versus spiritualità)
Paola Rosa, Gisella Gellini, Multisensorialità versus Polisensorialità
Giuseppe Gavazza, Ears wide shut
(Armonico/disarmonico, gradevole/sgradevole; Pesante/leggero, solido/fragile; Caldo/freddo, morbido/duro)
Giuliano Zosi, La musica come rappresentazione
(Introduzione; Fragile e Solido; Armonico e Disarmonico; Caldo; Freddo; Duro; Morbido; Leggero (Fragile); Pesante; Conclusione)
Anna Meroni, Del design (e) del sapore
(Design del cibo e design per il cibo; I concetti di qualità; Food design e modernità alimentare; Il design del prodotto alimentare; Il design per l'esperienza alimentare; Il design strategico per i sistemi alimentari; Sapore, sapere, sentire)
Mario Bisson, L'odore del design
Massimo Bonfantini, Salvatore Zingale, Il dialogo dei sensi
(La bicicletta e Baudelaire; Dalla foresta al giardino; Dalla Cagnara all'armonia; L'armonia e l'isolamento; Il flâneur in taxi; Il suono delle cose; Attenuare e semplificare)
Gli autori.