Wiki Brands. Reinventa il business nell'era della partecipazione
Contributi
Don Tapscott
Livello
Testi per professional
Dati
pp. 352,      1a edizione  2012   (Codice editore 100.774)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 40,50
Disponibilità: Buona


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856844658

In breve
Sia che lavoriate in un’azienda consolidata e cerchiate di renderla importante per i wiki-consumatori di oggi, sia che stiate lanciando da zero una start-up, Wikibrands vi offrirà innumerevoli idee creative per definire e raggiungere il vostro pubblico. Sviluppato nel contesto del pionieristico progetto di ricerca di Don Tapscott questo libro offre centinaia di esempi eccellenti, scelti tra i business di maggiore successo oggi.
Utili Link
Panorama Economy Non mettete in secondo piano il digitale (di Marco Lombardi)… Vedi...
Blog.DeBiase.com Recensione (di Luca De Biase)… Vedi...
Italia Oggi Intervista a Marco Lombardi (di Carla Signorile)… Vedi...
DAL LIBRO Prefazione (di Don Tapscott)… Vedi...
NinjaMarketing.it Recensione (di Alberto Maestri)… Vedi...
L'Impresa I sei benefici del wikibrand (di Sean Moffitt e Mike Dover)… Vedi...
NinjaMarketing.it Ninja Marketing intervista Mike Dover… Vedi...
Media Key Comincia l'era dei Wikibrand (di Raul Alvarez)… Vedi...
La Repubblica Il nuovo marketing nell'era di Wikipedia (di Gianfranco Marrone)… Vedi...
Mediakey.tv Identità nel caos: Wikibrands e digital trends… Vedi...
360 Attenzione ai sensi unici (di Luca Anelli)… Vedi...
Presentazione del volume

Il brand continua a rappresentare un valore fondamentale per il business solo se saprà abbracciare pratiche di comunicazione realmente innovative, in una difficile transizione dall'immagine alla relazione. Con l'affacciarsi sul mercato di una nuova generazione di nativi digitali, col passaggio della maggior parte dell'informazione dalle mani delle aziende a quelle delle singole persone e con l'emergere di nuovi comportamenti culturali dettati dalle nuove tecnologie, il marketing si espone a una sfida epocale, individuando strategie basate sull'engagement con i consumatori, sulla collaborazione e persino sulla condivisione della proprietà del brand.
Wikibrand è una chiamata alle armi, una guida strategica e una road map verso il futuro. Un appello alle aziende a spostare l'attenzione da ciò che fanno (pubblicità, comunicazione, vendite) a come lo fanno (connessione, partecipazione, brand engagement).
Il libro, frutto degli studi di due tra i maggiori esperti mondiali di media e marketing, spiega come sfruttare i nuovi modelli di business, le tecnologie e le community di appassionati online, fornendo centinaia di esempi e testimonianze dirette di casi di successo.
Che lavoriate in un'azienda ormai consolidata o che siate alle presa con il lancio di una start up, questo libro saprà offrirvi numerosi spunti e suggerimenti:
- come creare engagement con i consumatori attraverso il passaparola e i contenuti generati dagli utenti;
- come generare un'esperienza condivisa di valutazioni, recensioni e cultura online;
- come costruire una comunità mediante il microblogging e il crowdsourcing.
- come stabilire una connessione veramente autentica e capace di creare valore.
Destinato a imprenditori e manager, ma anche ai responsabili di marketing e comunicazione che dovranno dirigere questo cambiamento, Wikibrands è uno strumento prezioso anche per gli esperti del digitale, gli studiosi di comunicazione e per chiunque sia interessato a capire come le aziende leader siano costantemente alla ricerca del coinvolgimento del proprio pubblico.

Indice


Don Tapscott, Prefazione. Reinventare il brand
Ringraziamenti
Parte I. La storia dei wikibrand
La nascita dei wikibrand
(L'evoluzione del brand; La frattura del marketing: il consumatore ha il controllo; I media: aumenta il rumore; Sui mercati continua la battaglia)
Il grido di guerra dei wikibrand
(Costruire su Wikinomics; Perché ora? Le sette fratture: ragioni decisive per cambiare; La sveglia; Ma i brand hanno davvero un posto sul mio divano?; Il gap culturale: essere sociali vs fare i sociali; Il gap di cultura wikibrand; Perché siete la persona giusta per gestire questo cambiamento)
Una road map per i wikibrand
Parte II. Reinventare il paradigma del marketing
I sei benefici dei wikibrand
(I sei benefici dei wikibrand)
Una cultura del wikibrand
(Il brand engagement: dal controllo alla collaborazione; L'orientamento del brand: dal genio della comunicazione alla gestione dell'esperienza del consumatore; Lo stile del brand: da incentivi, promozione e branding ad autenticità, trasparenza e disseminazione; Il diverso ruolo degli uomini di marketing: da decisori a facilitatori del dialogo; Il ruolo del posizionamento del brand: dall'esterno all'interno; Monitorare il brand: dal computo degli occhi e dei clic all'ascolto delle vibrazioni del terreno)
Parte III. Il modello FLIRT - Costruire un wikibrand
Focus
(Conquistare il selvaggio west del social web e un appello alla ragionevolezza; Un primo sguardo al FLIRT: un manuale di base per costruire wikibrand; Focus; Le due regole fondamentali del focus; I quattro piedi del focus del "divano" wikibrand; Colmare il divario tra strategia ed esecuzione)
Linguaggio e contenuti
(L'istinto al brusio degli esseri umani; Il linguaggio dei wikibrand: anche noi siamo umani, solo un po' diversi; Sette principi linguistici chiave; Lezioni chiave sul linguaggio e sull'outreach)
Incentivi, motivazioni e outreach
(Motivazioni intrinseche; Motivazioni estrinseche; Motivazioni esplicite; Outreach: gli influenzatori e le folle stanno arrivando!; Perché gli influenzatori sono così potenti?; Chi sono gli influenzatori?; Sei classi di influenzatori; Il mondo là fuori: esplorare per la vostra prima linea di influenzatori; Dove trovare le persone: la porta principale del wikibrand e la piovra dell'outreach)
Regole, linee guida e rituali
(Regole e linee guida; Policy per i dipendenti; Facilitazione dell'esperienza; Sei regole e linee guida ulteriori per facilitare le esperienze con i wikibrand; Proprietà; Una tesi a favore dei rituali dei wikibrand: uno speciale tipo di regola)
Tecnologie e piattaforme
(Una generazione di conversatori; La formula del wikibrand; Piattaforme interne ed esterne: il bisogno di community proprie e affiliate; L'hub e i raggi della community; Le undici C delle community interne; Strumenti per le community affiliate; Il vasto mondo là fuori)
Parte IV. Come far crescere la vostra wikibrand community
Sviluppare la community
(Che cos'è una brand community?; Le quattro fasi di sviluppo delle brand community)
Introiettare la community e imitare Tom Sawyer
(Alcuni esempi di brand community; Coinvolgere le community esterne)
Community management
(Ostacoli e sfide; Errori comuni; Strategie per il community management; Il ruolo del community manager; Responsabilità del community manager; Esempi di brand community gestite in modo efficace)
Misurazioni e variabili
(L'engagement dei consumatori; La differenziazione del brand; La partecipazione alla community; Influenza/valore dei consumatori; Capacità dell'organizzazione)
Appendici
Applicare i wikibrand oltre i confini dell'azienda: il futuro
(Implicazioni per il futuro del marketing; Chi vince? Facebook, Twitter, Google o qualcun altro?; La lotta per sostituire la posta elettronica; La mobilità; La realtà aumentata; Interfacce tecnologiche)
Il manuale di wikibrand: una guida da consultare
(Undici modi per costruire un wikibrand; Cinquanta domande di autovalutazione: siete pronti per la brand community?; Andare avanti)
Marco Lombardi, Postfazione all'edizione italiana. L'importanza dell'idea creativa
(Wikibranding hard e soft; Il pericolo della frammentazione; L'idea creativa catalizzatrice; Talk power di marca: alcuni casi; Come ascoltare il brusio on line; La pubblicità aumentata)
Gli autori.




newsletter facebook rss

Linkedin Facebook Twitter RSS Informatemi

Management

Finanza. Amministrazione. Controllo

Marketing. Pubblicità. Comunicazione. Vendite

Produzione. Logistica. Qualità.

Risorse umane

Banca, credito e assicurazioni

Commercio e turismo


Segnalazioni

Pubblicità