Kosovo: un paese al bivio. Islam, terrorismo, criminalità organizzata: la nuova Repubblica è una minaccia?
Livello
Saggi, scenari, interventi
Dati
pp. 146,      1a edizione  2013   (Codice editore 1785.5)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 20,00
Disponibilità: Limitata




Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788820446567
Informazioni sugli e-book

Clicca qui per provare l'e-book
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 13,50
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788820458942
Disponibile anche in:
Informazioni sugli e-book


Clicca qui per provare l'e-book

In breve
Cosa potrà succedere nel prossimo futuro in un territorio così vicino alla nostra cara vecchia Europa? La situazione in Kosovo potrà evolversi negativamente sino a costituire una minaccia per le nostre Nazioni? L’opera nasce dall’esperienza maturata “sul campo” da due funzionari che hanno lavorato a lungo in Kosovo e, per oltre due anni, nel settore dell’intelligence finanziaria.
Utili Link
Radio Veneto Uno Intervista a Roberto Magni… Vedi...
Gazzetta di Mantova Vi ricodate il Kosovo? Parilamone… Vedi...
Il Tempo L'ombra lunga del terrorismo su Kosovo e Balcani (di Simona Caporilli)… Vedi...
Il Piccolo Terrorismo islamico bomba…del Kosovo (di Mauro Manzin)… Vedi...
La Provincia Al Qaeda ci vive accanto. Il Kosovo è una polveriera (di Luciano Barocco)… Vedi...
Panorama Kosovo: intevento Nato non è servito… Vedi...
La Stampa.it Kosovo, calamita per i martiri del jihad (di Francesco Semprini)… Vedi...
The Bulletin of European Strategies Bookshelf… Vedi...
Il Sannio Perché capire il Kosovo (di Antonio De Lucia)… Vedi...
Latina Editoriale Oggi Un paese al bivio (di Francesca Del Grande)… Vedi...
L'Espresso Troppa opacità, le ong islamiche un rischio per il terrorismo (di P. Fantauzzi)… Vedi...
Presentazione del volume

Cosa resta da dire del Kosovo dopo oltre dieci anni dai bombardamenti della NATO? Sicuramente ancora molto, perché la giovane Repubblica del Kosovo rischia di diventare una vera "isola di Tortuga" per chi volesse sfruttare la fluida situazione e l'oggettiva difficoltà di stabilire appieno la cosiddetta "rule-of-law", ossia la legalità intesa nel senso più ampio del termine.
La società kosovara sta tuttora attraversando un periodo di grande fermento, che rende ogni giorno diverso dal precedente, sotto molteplici punti di vista.
È vero che dal 1999 ad oggi sono stati consumati fiumi di inchiostro per cercare di spiegare agli Europei "occidentali" le innumerevoli sfaccettature di questa multiforme, variegata società, così vicina geograficamente all'Unione Europea, ma, sotto vari aspetti, altrettanto lontana dalla nostra mentalità.
Questo libro, lungi dal voler avere la pretesa di fornire un'esaustiva spiegazione di un fenomeno articolato e complesso, qual è il terrorismo, ha come scopo, attraverso uno scritto di facile lettura, quello di tentare di dare una risposta ad alcune domande: "Cosa potrà succedere nel prossimo futuro in un territorio così vicino all'Europa? La situazione in Kosovo potrà evolversi negativamente sino a costituire una minaccia per le nostre Nazioni?"
Per capire il presente occorre conoscere il passato. Il libro, partendo da una breve storia del Kosovo, tratta gli argomenti concernenti l'Esercito di Liberazione del Kosovo (UCK), la criminalità organizzata nella Regione, i rapporti tra le organizzazioni terroristiche e le ONG Islamiche, talora usate come copertura per finanziare il terrorismo. Segue l'esame delle fonti e dei meccanismi di finanziamento dei gruppi terroristici di matrice islamica, anche mediante lo sfruttamento del sistema finanziario "legale" per finalità di riciclaggio, e si conclude con l'esame della situazione del Kosovo.
L'opera nasce dall'esperienza maturata "sul campo" da due funzionari che hanno lavorato a lungo in Kosovo e, per oltre due anni, nel settore dell'intelligence finanziaria, orientata prioritariamente al contrasto dei fenomeni di riciclaggio e finanziamento del terrorismo.

Roberto Magni, dirigente nella Guardia di Finanza, ha lavorato dal 2006 al 2011 in Kosovo sia con l'ONU sia con l'UE.
Luca Ciccotti, funzionario nella Guardia di Finanza, ha operato sin dal 1995 in Albania, Macedonia (FYROM) e Kosovo in diversi incarichi nel settore dell'intelligence per conto dell'UE, dell'OSCE e dell'ONU.

Indice


Shaul Shay, Preface
Shaul Shay, Prefazione
Introduzione
Cenni storici (e non) sul Kosovo
L'UCK, la guerra del 1999 e il successivo sviluppo degli eventi geopolitici, geografici e demografici
La criminalità organizzata in Kosovo
La presenza del terrorismo Islamico nei Balcani: ONG Islamiche e organizzazioni terroristiche
Le associazioni umanitarie come copertura
Lo Sfruttamento delle organizzazioni umanitarie da parte dei gruppi terroristici
Le fonti di finanziamento del terrorismo Islamico
I meccanismi di finanziamento del terrorismo Islamico
La penetrazione nel sistema legale degli affari ai fini del riciclaggio
I sistemi di distribuzione dei capitali
Considerazioni e raccomandazioni
Le organizzazioni umanitarie in Kosovo
La lotta al riciclaggio ed al finanziamento del terrorismo in Kosovo
Conclusione
Bibliografia e Sitografia.




newsletter facebook rss

Linkedin Facebook Twitter RSS Informatemi