White flight a Milano. La segregazione sociale ed etnica nelle scuole dell'obbligo
Contributi
Sabina Banfi, Simona Colucci, Giuseppe Como, Marta Cordini, Elena Granata, Aramburu Guevara, Nilva Karenina, Fabio Manfredini, Andrea Parma
Collana
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 166,      1a edizione  2017   (Codice editore 330.1)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 23,00
Disponibilità: Discreta





Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 16,00
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (ePub) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 16,00
Formato: Epub con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare

In breve
I risultati di una ricerca sulla segregazione territoriale e scolastica a Milano. Lo studio è fondato su analisi cartografiche e statistiche sulla popolazione delle scuole dell’obbligo a Milano, accompagnate da approfondimenti qualitativi e interviste realizzati in alcuni quartieri e in due comuni della regione urbana milanese.
Utili Link
Corriere della Sera (ed.Milano) Crisi di risultati nelle scuole ghetto (di Federica Cavadini)… Vedi...
La Vita Scolastica Il rischio della "segregazione" (di Graziella Favaro)… Vedi...
Presentazione del volume

Milano è ormai una città multietnica a tutti gli effetti: quasi un quarto dei bambini residenti proviene da un paese a forte pressione demografica.
Nella scuola dell'obbligo questi futuri cittadini trovano l'opportunità per integrarsi e sviluppare le loro capacità.
Questo volume segnala che tutto ciò avviene solo parzialmente. A frenare il processo è la forte segregazione scolastica di cui sono vittime i bambini stranieri, al pari di quelli residenti nelle periferie.
Invece di ridurre le disuguaglianze sociali e le differenze etniche, la scuola dell'obbligo finisce per ampliarle e radicalizzarle. Fondato su dati originali, il volume dimostra che la segregazione è l'esito di una "fuga degli italiani" verso le scuole private e quelle a forte dominanza di italiani. L'esito è una netta separazione tra gli alunni italiani di classe sociale elevata, e quelli stranieri o svantaggiati socialmente.
Il volume consegna questi risultati ai genitori, agli insegnanti e alle istituzioni, allo scopo di alimentare un dibattito pubblico informato e consapevole.

Carolina Pacchi è professore associato in Tecnica Pianificazione Urbanistica presso il Politecnico di Milano. Si occupa di temi di conflittualità locale e mobilitazione dei cittadini nelle trasformazioni locali e di disuguaglianze urbane. Ha pubblicato saggi e paper su questi temi su riviste italiane e internazionali.

Costanzo Ranci è professore ordinario di Sociologia economica al Politecnico di Milano, ha svolto ricerca in università italiane (Trento, Milano) e straniere (Berkeley). Studia temi inerenti alle politiche sociali e al welfare state, al ruolo del terzo settore e dell'azione volontaria, alla vulnerabilità sociale.

Indice
Sabina Banfi, Prefazione
Carolina Pacchi, Costanzo Ranci,
Dinamiche di segregazione scolastica nell'area milanese
Marta Cordini,
Il contributo della letteratura internazionale
Fabio Manfredini,
I dati ANASCO per lo studio della segregazione scolastica a Milano
Andrea Parma, Costanzo Ranci,
Dal territorio alle scuole: i risultati dell'indagine
Nilva Karenina Aramburu Guevara,
Forme di segregazione locale e risposta delle scuole in due quartieri milanesi: Corvetto e Sempione
Simona Colucci,
Forme di segregazione locale e risposta delle scuole in due contesti della regione urbana: Desio e Cologno Monzese
Elena Granata,
Postfazione. Il fattore umano, risorsa non misurabile che fa la differenza
Giuseppe Como,
Postfazione. Cosa è cambiato nella scuola milanese
Bibliografia
Autori.