Risorse umane: prospettive per il 2000. Dati e commenti di una ricerca IBM condotta dalla Towers Perrin a livello mondiale
Autori e curatori
Contributi
Giorgio Aiuto, Enrico Auteri, Giuseppe Cattaneo, Giovanni Costa, Andrea De Virgiliis, Giuseppe Parrello, Bruno Soggiu, Roberto Spingardi, Adriano Teso, Pier Vittorio Tugnoli, Sheryl Turping
Livello
Testi per professional
Dati
pp. 144,   figg. 37,     1a edizione  1993   (Codice editore 834.3)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 22.00
Condizione: fuori catalogo
Disponibilità: Nulla
Codice ISBN: 9788820478926

Presentazione del volume

Una ricerca compiuta per conto di IBM dalla Towers Perrin in 12 paesi e le esperienze di Fiat, Fininvest, IBM Semea, Montedison Ferruzzi, Olivetti e di altre imprese ci propongono il quadro di come sta mutando la gestione delle persone nelle aziende e l'ipotesi di come sarà ancor più differente negli anni 2000.

Le aziende hanno la necessità, talvolta drammatica, di cambiare da subito le loro strutture e i loro comportamenti per rispondere alla competizione: lean organization, integrazione orizzontale e lavoro per team, produttività intellettuale e fabbrica automatizzata...

Le innovazioni organizzative implicano e presuppongono competenze, atteggiamenti e comportamenti diversi nelle risorse umane. Come adeguare le persone all'organizzazione e l'organizzazione alle persone? Cosa sostituire ai "vecchi principi" organizzativi dell'autorità gerarchica, della responsabilità individuale, della specializzazione frammentata? Quale evoluzione è in atto nel rapporto tra la Direzione del Personale e la Linea?

Questo volume fornisce le tendenze in atto come risposta a queste domande. Sono indicazioni di grande valore per tutti coloro che, a diverso titolo (manager, professionisti del personale, studiosi e consulenti), si pongono i problemi della produttività e della motivazione delle persone nelle organizzazioni e nelle imprese di oggi e di domani.

Contributi di: Giorgio Aiuto, Enrico Auteri, Giuseppe Cattaneo, Giovanni Costa, Andrea De Virgiliis, Giuseppe Parrello, Bruno Soggiu, Roberto Spingardi, Adriano Teso, Pier Vittorio Tugnoli, Sheryl Turping

Indice

• I risultati mondiali della ricerca - una sintesi, di S. Turping
• La ricerca: il confronto tra i risultati italiani e quelli mondiali,
di G. Aiuto
• Risorse umane per un vantaggio competitivo, di G.Cattaneo
* Evoluzione del settore informatico e risposte della IBM Semea
* Il ruolo della direzione del personale
* Le politiche per lo sviluppo professionale delle risorse umane
* L'individuazione delle competenze di base
* La creazione di cammini di crescita professionale
* Il riconoscimento dello sviluppo professionale raggiunto: la certificazione
* La difesa della professione: il profession owner e il resource development manager
• Il nuovo ruolo della direzione del personale, di E. Auteri
• Strumenti, formule, sensibilità per la gestione del cambiamento,
di G. Parrello
* L'esperienza del Gruppo Ferruzzi
* Complessità e governo dei possibili
* La selezione naturale
* Strategia e potere
* I valori come hard core della strategia d'impresa
* Un co-produttore di strategie
* Tradotto per slogan: meno strumenti e meno formule, più sensibilità e percezione
* Una joint-venture
* Un knack percettivo
* Una "coltura" dei saperi
• Valori, cultura, fattori di successo del Gruppo Fininvest,
di R. Spingardi
* I problemi come opportunità
* L'apprendimento continuo
* Anticipare i rischi
* Imprenditorialità diffusa
* L'integrazione
* Il gioco di squadra
* Cultura d'impresa
* Le alte professionalità
* L'autorganizzazione
* Le direzioni del personale
* Saper essere leader
• La partnership tra linea e personale: la testimonianza Olivetti, di B. Soggiu
• Risorse umane e qualità in Alusuisse Italia, di A. De Virgiliis
* Chi è l'Alusuisse Italia
* Come si è sviluppata l'Alusuisse Italia in questi ultimi 20 anni
* Il responsabile delle risorse umane
* Cultura aziendale
* Vantaggio competitivo
• Sviluppo imprenditoriale, risorse umane e competenze, di A. Teso
• La centralità delle risorse umane nell'industria alberghiera,
di P. V. Tugnoli
• Sopravviverà la direzione del personale fino al duemila?,
di G. Costa
* Un approccio più laico
* Non bruciare anche la qualità
* Un aiuto dal marketing
* Più metodo e meno modelli
* La catena del valore delle risorse umane
* Tra linea e staff