Monitoraggio e valutazione dei progetti nelle organizzazioni pubbliche e private
Autori e curatori
Livello
Testi advanced per professional
Dati
pp. 272,   figg. 22,     2a edizione  2000   (Codice editore 1481.27)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 38,50
Condizione: esaurito
Disponibilità: Nulla
Codice ISBN: 9788846401687

In breve
Le nuove tecniche che consentono di seguire la realizzazione di ogni progetto: reengineering, piani di sviluppo, modelli organizzativi...
Presentazione del volume

In un mondo dominato dalla complessità, dalla globalizzazione e dal cambiamento, urge affrontare i problemi in modo creativo e risolverli in tempi rapidi. Occorrono approcci e tecniche che consentano di seguire passo passo la realizzazione d'ogni progetto - il reengineering di un processo, piani di sviluppo, modelli organizzativi, nuove strade per raggiungere un obiettivo - mediante un feedback costante per individuare tempestivamente ostacoli e sfruttare possibilità non previste e circostanze propizie all'efficienza nell'uso delle risorse, all'efficacia nel raggiungimento degli obiettivi, all'economia nella scelta delle migliori alternative e varianti, e alla trasparenza delle decisioni: il requisito 3E + T.

L'M&V interessa egualmente tutti coloro che hanno posizioni di responsabilità nelle aziende private e pubbliche, gli enti locali e regionali, le amministrazioni dello Stato, le Usl e gli ospedali, le Università e le scuole, nonché i professionisti.

Ibrido di diverse discipline, l'M&V è interattivo: non si fonda su un rapporto controllore-controllato ma su una dialettica costruttiva fra il proprietario, l'esecutore, il finanziatore e il beneficiario (utente o cliente) del progetto, ivi inclusi gli eventuali enti regolatori. Da ciò il suo effetto evolutivo sull'organizzazione, oltre quello specifico sul progetto.

Originarie del Nord-America, adottate poi dall'Unione Europea con l'Approccio integrato al ciclo del progetto ed il Quadro logico, teoria e tecnica dell'M&V sono state poste sul "banco di prova" in Italia. Dalla conseguente rielaborazione sono derivati dei principi, delle procedure, delle riflessioni empiriche e una casistica applicabili da noi ad una gamma di progetti: espansione aziendale, ristrutturazione di un ente, rilancio economico regionale, investimento in opere pubbliche, ammodernamento dell'istruzione, attuazione di politiche sociali, risanamento urbano, sviluppo rurale, ricerca, privatizzazioni, fusioni, internazionalizzazione di un mercato, ecc. Gli stessi strumenti servono anche ad istituire un sistema di M&V nell'organizzazione e ad attuare la formazione professionale in argomento.

Vittorio Masoni, economista, con esperienza quarantennale in posizioni di rilievo all'Istituto Mobiliare Italiano, alla Banca Mondiale e come libero professionista, è autore di libri sulla comunicazione scritta ed orale nell'organizzazione, oggetto di numerose edizioni da oltre venti anni, nonché docente di M&V in corsi per dirigenti. Questo volume si inquadra nel suo impegno di contribuire al rafforzamento in Italia della cultura del servizio, della professionalità e del riconoscimento di quanto l'esito di un progetto dipenda dalla qualità del lavoro intellettuale investito nella sua concezione, pianificazione, direzione e controllo interattivo.

Indice

1. Lo scopo del libro
2. Una previsione a medio termine
3. M&V : ars nova
Parte I - Principi e contesto del M&V
1. Monitoraggio & Valutazione: il panorama
1. Ottimizzazione degli investimenti e dei processi: 3E + T
2. M&V: strumento di "controllo"
3. M&V dei progetti in esecuzione
4. Valutazione = paragone
4.1. Quello che si voleva all'inizio
4.2. Quello che poteva essere se...
4.3. Quello che hanno fatto gli altri
4.4. Il progetto e gli obiettivi strategici
5. Multidisciplinarità e interattività del M&V
6. L'apporto storico delle "corti dei conti"
7. Il movimento per lo sviluppo della capacità nazionale di valutazione
2. L'ostacolo delle quattro "fissazioni"
1. L'attrazione fatale del manufatto
2. L'ipnotismo dei "conti in ordine"
3. "Non abbiamo i mezzi"
4. "La legge richiede che. . ."
3. II luogo ed i tempi del M&V
1. L'ambito del M&V: l'organizzazione
2. I capostipite delle forme di organizzazione
2.1. Organizzazione burocratica
2.2. Organizzazione a matrice
2.3. Organizzazione a reticolo stellare
2.4. Forme ibride di organizzazione
3. I tempi dei progetti
4. Progetto, programma, portafoglio
1. Il progetto
2. Il programma
3. Il portafoglio
5. Monitoraggio & Valutazione
1. Il monitoraggio
2. La valutazione
3 . Complementarità fra monitoraggio e valutazione
4. M&V interno ed esterno
5. Tipi di M&V e tipi di valutatori
6. Investigazione e audit
1. Investigazione
2. Audit legale
3. Audit finanziario
4. Audit tecnico
7. I ruoli nel M&V
1. Proprietario, finanziatore, controllore, ed esecutore del progetto
2. I destinatari del progetto
3. I ruoli nell'attività di M&V
4. La performance nei ruoli nel M&V
4.1. Lo sponsor
4.2. Il programmatore del M&V
4.3. Le altre parti
5. La collocazione della funzione di M&V nell'organizzazione
6. Altri "utenti" del M&V
8. II ciclo del progetto
1. I due versanti del ciclo
2. Versante dell'investimento
2.1. Studio
2.2. Decisione di finanziamento
2.3. Negoziazione
2.4. Esecuzione
3. Versante di produzione o di funzionamento
3.1. Rodaggio del progetto
3.2. Funzionamento a regime
9. L'approccio integrato
1. La concezione unitaria e finalistica del progetto
2. II Quadro Logico, QL (Logical Framework)
2.1. Studio di fattibilità a fondamento
2.2. Il Quadro Logico
2.3. Il QL e la valutazione sottostante
3. Le componenti del QL
3.1. La prima colonna: le due caselle degli obiettivi
3.2. La prima colonna output
3.3. La prima colonna: input
3.4. La seconda colonna: indicatori oggettivamente verificabili, IOV
3.5. La terza colonna: modalità di verifica degli IOV (e costi)
3.6. La quarta colonna: condizioni ed ipotesi negative e positive (e precondizioni)
4. Il QL master ed i QL subordinati
5. Ostacoli all'introduzione dell'approccio integrato
10. L'istruttoria esecutiva
1. La decisione di procedere con il progetto
2. La selezione dell'ente esecutore
3. Il processo di affidamento della realizzazione di opere
4. La contrattualizzazione
4.1. Le aree contrattuali da vigilare
4.2 Le prestazioni contrattuali
5. Il Project management
5.1. Il Critical Path Method
5.2. Il budget del progetto
Parte II - Attuazione del M&V
11. I dati per il M&V
1. Le informazioni per il QL
2. Il Management Information System, MIS
3. La mappa informatica e la "pista della documentazione" per il M&V
4. I dati nel M&V "quantitativo" o "qualitativo"
5. La questione degli indicatori e degli indici
12. Svolgimento del M&V
1. Accordo sponsor-valutatore: i termini di riferimento
2. Ricognizione del progetto
3. Giudizio prima facie
4. La metodologia di M&V
4.1. L'intervista
4.2. Il focus group
4.3. Il questionario
4.4. L'osservazione
5. Il piano ed il programma del M&V
5.1. Un esempio
6. L'attività periodica di M&V
6.1. La rassegna a scadenza
7. La frequenza delle rassegne di M&V
13. I rapporti di M&V
1. I rapporti periodici
2. Il rapporto iniziale
3. I rapporti intermedi
4. Il rapporto finale
5. La discussione dei rapporti
6. Lo stile delle comunicazioni del valutatore
14. I valutatori
1. Scarseggiano i valutatori
2. La selezione dei valutatori
3. La composizione della squadra di M&V
15. L'etica della valutazione
1. L'etica del valutatore
2. L'etica degli stakeholders
3. La convalida della qualità del M&V
Appendici
1. Rapporto di M&V del progetto...
2. La valutazione di portafoglio di un ente
3. Percorso critico di un progetto: esempio di analisi
1. Il programma di realizzazione del progetto
2. La tabella delle date: "Addizione in avanti"
3. La tabella delle date: "Sottrazione all'indietro"
4. Identificazione del percorso critico
5. Il grafico ed i dati e giudizi sottostanti
4. Situazioni tipiche incontrate neil'esercizio del M&V
1. Obiettivi strategici ed immediati del progetto
2. Concentrazione del M&V sui risultati dell'investimento
3. Termini di riferimento del M&V
4. Rapporto fra valutatore e sponsor del M&V
5. Composizione disciplinare della squadra
6. Impostazione del M&V
7. Manca il Management Information System
8. Il flusso delle comunicazioni (feedback e feedforward)
9. Dove trovare i benchmarks?
10. Gli stakeholders si oppongono al M&V
11. Il management di progetto non collabora
12. I beneficiari "muti"
13. I due stili del rapporto di M&V
14. La discussione del rapporto di M&V
15. Progetto da troncare?
16. Istituzione di un sistema di M&V
17. Il M&V costa troppo?
18. Etica del M&V
19. In che situazione riuscirà più efficace il M&V?