Psicopatologia del management. La valutazione psicologica della personalità nei ruoli di responsabilità organizzativa
Livello
Testi per professional
Dati
pp. 448,   figg. 4,     2a edizione  2002   (Codice editore 100.461)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € ,00
Condizione: esaurito
Disponibilità: Nulla
Codice ISBN: 9788846430175

In breve
Fino a che punto, oggi, le aziende dedicano un'adeguata attenzione alla scelta dei loro referenti manageriali, commerciali e professionali? Che livello di coscienza esiste in merito alle sottili, nascoste, ma insidiosissime psicopatologie che molti responsabili presentano, ma che non possono essere visualizzate se non abbracciando un punto di vista psicologico, clinico e diagnostico?
Utili Link
Eccellere.com L'importanza di rileggere "Psicopatologia del management"… Vedi...
Corriere della Sera Dirigenti a prova di stress (di Enzo Riboni)… Vedi...
Leadership & Management Dirigenti a prova di stress… Vedi...
Presentazione del volume

L'assunzione di un ruolo di responsabilità organizzativa è un momento cruciale nella vita e nello sviluppo delle imprese; la scelta delle persone da collocare in tale ambiti riveste speciale importanza. Da loro, infatti, dipenderà il successo delle attività produttive, il conseguimento dei risultati e lo sviluppo del capitale umano, delle motivazioni e delle intelligenze diffuse nelle unità operative.

Ma fino a che punto, oggi, le aziende dedicano un'adeguata attenzione alla scelta dei loro referenti manageriali, commerciali e professionali? Che livello di coscienza esiste in merito alle sottili, nascoste, ma insidiosissime psicopatologie che molti responsabili presentano, ma che non possono essere visualizzate se non abbracciando un punto di vista psicologico, clinico e diagnostico?

Al fine di motivare le ragioni che sottendono un'impostazione clinica nella valutazione delle persone destinate ai ruoli di responsabilità - e delle organizzazioni in cui esse operano - nel libro si prendono in esame i contributi della psicoanalisi applicata alle organizzazioni, esaminandone nello specifico la loro applicabilità operativa e declinandoli in merito alla valutazione approfondita della personalità.

Si evidenzia così la psicopatologia diffusa nelle aziende di oggi, sia nei termini sintomatici che nelle configurazioni di vere strutture distorte di personalità e di modalità del vivere organizzativo.

Sono proposte rassegne specifiche sia dei quadri empirici di psicopatologia organizzativa, sia delle sintomatologie più "preoccupanti" in termini di igiene mentale e di stato di salute organizzativo, passando attraverso un'analisi delle modalità di difesa psicologiche - che rappresentano spesso l'aspetto più visibile della sofferenza individuale dei responsabili aziendali.

La personalità dell'uomo dell'organizzazione viene esplorata attraverso la classificazione diagnostica psicoanalitica, mentre l'essere umano adulto è posto in connessione con le fasi storiche del suo sviluppo al fine di rintracciare le fonti originarie del malessere aziendale che egli vive e che, inevitabilmente, infligge agli altri (colleghi, collaboratori e clienti).

Infine, sono presi in considerazione la patologia della leadership e i risvolti distruttivi dei principali stili di gestione della realtà aziendale, stressando in chiave positiva l'assunzione di responsabilità che ogni responsabile organizzativo, di fatto, deve compiere sul palcoscenico del teatro, interno ed esterno, del mondo del lavoro.

Andrea Castiello d'Antonio, psicologo specializzato nell'area organizzativa ed in quella clinica, consulente di direzione, si occupa da oltre venti anni di gestione e sviluppo delle risorse umane. Dopo un periodo di esperienza aziendale, dal 1987 opera come consulente. Ha scritto numerosi lavori scientifici e divulgativi, tra cui il suo ultimo libro, Interviste e colloqui in azienda (Raffaello Cortina, 1994).

Indice


Campo di osservazione
Contenuti e definizioni

Parte I. Desideri e pregiudizi nella valorizzazione delle persone al lavoro
La valutazione delle risorse umane e la psicodiagnosi dei responsabili
(Lo stato dell'arte; Luci e ombre dell'assessment manageriale; La necessità di innovare)
La diagnosi psicologica nel contesto organizzativo
(Organizzazione, personalità e responsabilità; Il punto di vista "clinico" e le caratteristiche della psicodiagnosi)
Parte II. Il contributo della psicoanalisi alla comprensione della psicopatologia organizzativa
La scoperta freudiana
(Cenni storici; Indirizzi di sviluppo della psicoanalisi)
Psicoanalisi e organizzazioni
(Sigmund Freud e i primi psicoanalisti; Psicoanalisti al fronte; L'esperienza di Elliott Jaques; Alcuni sviluppi recenti)
Parte III. Frameworks psicodiagnostici
La sanità relativa dell'uomo dell'organizzazione
(Lineamenti dell'uomo sano; Equilibrio interno ed assunzione di responsabilità organizzativa)
Approcci alla psicodiagnosi
(Venti descrizioni empiriche di psicopatologia organizzativa; Pragmatismo; Banalizzazione; Superficialità; Astoricità; Convenzionalismo; Attivismo; Controdipendenza; Opportunismo e machiavellismo; Assenza di valori; Distorsioni etico-sociali; Autocentratura; Vendere e acquistare; Megalomania; Aggressività distruttiva; Invidia; Impotenza; Essere vuoti; False identità; Il piacere di soffrire; Il cosiddetto adulto)
I quadri psicodiagnostici principali
(I principali indicatori sintomatici nella vita organizzativa; Ambivalenza; Narcisismo; Angoscia; Fobia; Depressione; Aggressività; Coazione a ripetere; Cinismo; Competizione distruttiva; Alessitemia; Senso di colpa; Impostura; Ipertrofia difensiva; Tossicodipendenza; Sentimento del tempo; La patologia della normalità; Vivere in secondo piano. La Passività; Semplificazionismo e stupidità; Dai sintomi alla personalità nevrotica)
I meccanismi di difesa e il loro impatto nell'organizzazione
(Il contributo di Anna Freud; Rassegna delle difese psichiche; Rimozione; Ritiro psicologico; Regressione; Inibizione; Razionalizzazione; Moralizzazione; Spostamento; Isolamento degli affetti; Intellettualizzazione; Erotizzazione; Formazione reattiva; Anullamento; Controllo onnipotente; Idealizzazione e svalutazione; Trasformazione nel contrario; Rivolgimento contro se stessi; Conversione; Acting out ; Sublimazione; Identificazione; Introiezione e proiezione; Identificazione proiettiva; Scissione; Compensazione)
La comprensione dell'essere umano
(La diagnosi psicoanalitica di personalità; La personalità ossessiva; La personalità isterica (istrionica); La personalità psicopatica (antisociale); La personalità narcisistica; La personalità schizoide (schizotipica); La personalità paranoide; La personalità depressiva e la personalità maniacale; La personalità masochistica (autodistruttiva); La personalità dissociativa; Quadri diagnostici focalizzati; Psicosomatica e responsabilità organizzative; Indicazioni dal DSM-IV; Disturbo della condotta; Episodio ipomaniacale; Fobia sociale; Disturbi di personalità; Scala del funzionamento difensivo)
L'infanzia nella vita dell'adulto
(Il trauma infantile; Il punto di vista di Alice Miller)
Manager malati in aziende insane
(Patologia della leadership; Il malessere organizzativo e le responsabilità dei capi ; La mediocrità del management e i suoi effetti distruttivi).