Leadership Relazionale. I Tipi Psicologici come chiave di successo in azienda e nella vita privata
Collana
Livello
Guide di autoformazione e autoaiuto. Testi per professional
Dati
pp. 160,   3a ristampa 2019,    1a edizione  2009   (Codice editore 1796.209)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 21,00
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856802368

In breve
“Tratta gli altri come loro vorrebbero essere trattati”: questa la nuova regola d’oro per una più soddisfacente e arricchente vita di relazioni sociali. Il volume, opera di due noti consulenti di formazione manageriale, rappresenta una guida decisamente innovativa, semplice ma efficace, rivolta a chi opera nelle aziende e in tutti i contesti organizzativi.
Utili Link
DAL LIBRO Premessa… Vedi...
Presentazione del volume

Per chi opera nelle aziende e in altri contesti organizzativi è ormai diventato evidente come la complessità dei processi e delle condizioni di business richiedano oggi una risposta sempre più efficace in termini di capacità relazionali. A fianco infatti di tutte le competenze che ogni manager e ogni professional deve possedere per avere successo nella propria carriera lavorativa, la capacità di costruire e mantenere relazioni positive e costruttive con i propri interlocutori occupa oggi un posto di rilievo.
Il modello dei Tipi Psicologici fu ideato da Jung negli anni '20 e poi implementato, a partire dagli anni '40, da Myers e Briggs, che giunsero a elaborare, a partire da esso, il questionario noto come Myers-Briggs Type Indicator(r) (MBTI(r)), uno degli strumenti diagnostici più largamente usato in ambito internazionale in interventi di team building e coaching.
Il modello offre un quadro di riferimento semplice ma efficace di descrizione delle relazioni interpersonali, che non si ferma alla semplice "ripetizione" di formule e comportamenti, ma che parte da un profondo allineamento dell'individuo con le sue caratteristiche più profonde per costruire poi un ponte verso gli altri. Il valore positivo che questo modello psicologico attribuisce alle differenze comportamentali tra vari tipi psicologici, consente un utilizzo "ecologico" nella costruzione e nella gestione della relazione.
Esso apre la possibilità di superare l'antica "regola d'oro" della relazione con il prossimo: "Fai agli altri quello che vorresti fosse fatto a te", per arrivare a costruire una nuova "regola di platino": "Tratta gli altri come loro vorrebbero essere trattati". E saper rispondere alle aspettative degli altri, in allineamento con le loro motivazioni più profonde, apre la porta non solo a una più efficace relazione professionale, ma anche a una più soddisfacente e arricchente vita di relazioni sociali.

Ruth Ann Lake, laurea in International Relations, master in Public Administration and International Business e master of science in Communications, è una consulente indipendente che si occupa di formazione manageriale in azienda. Ha condotto molteplici workshop su leadership e team building con l'utilizzo dell'MBTI(r) per multinazionali e per aziende di varie dimensioni sia in Italia sia all'estero. È certificata nell'utilizzo dell'MBTI(r) dal 1999. www.ruthannlake.com
Andrea Baldo, laureato in Psicologia, counselor accreditato dalla Società Italiana di Counseling, consulente della comunicazione in analisi transazionale, è certificato MBTI(r) dal 2003. Tiene sessioni di counseling per l'apprendimento e workshop con l'utilizzo dell'MBTI(r) su team italiani e internazionali.

Indice


Ruth Ann Lake, Andrea Baldo, Ringraziamenti
Premessa
(Perché leadership relazionale?; Cosa otterrete dalla lettura di questo libro?; Come leggere questo libro)
Non un "test da ombrellone"
(Un po' di storia; La teoria dei Tipi nella psicanalisi junghiana; Il concetto di preferenza; I bambini sperimentano fino all'età dell'adolescenza; Dopo l'adolescenza, la personalità rimane abbastanza stabile; Le preferenze non sono competenze; Non è possibile essere nel "mezzo"; Il contributo di Myers e Briggs; L'utilizzo dell'MBTI oggi; Validità statistica; L'utilizzo in campo professionale)
Autovalutazione delle proprie preferenze
(Estroversione-introversione; Sensorialità-intuizione; Pensiero-sentimento; Giudizio-percezione; Il vostro Tipo Psicologico)
Le sedici tipologie
(Una casa accogliente; Preferenze, non competenze; I sedici tipi; Esempi di tipologie MBTI: ogni persone è unica; I "TJ" ai quattro angoli della casa; Conosciamo meglio i sedici Tipi; Spostarsi da una camera all'altra)
Riconoscere i Tipi degli altri
(Estroversione-introversione; Sensorialità-intuizione; Pensiero-sentimento; Giudizio-percezione)
Le applicazioni in ambito lavorativo e organizzativo
(Gestione dei team; La presentazione efficace e l'MBTI; L'Influenzamento; La gestione del tempo)
Lo sviluppo dei Tipi nel corso della nostra vita
(Funzione dominante; Funzione ausiliaria; Funzione terziaria e inferiore; La sfida per gli altri: capire gli introversi; Uno schema della dinamica dei tipi; La funzione inferiore nei momenti di stress)
Bibliografia.


Management

Finanza. Amministrazione. Controllo

Marketing. Pubblicità. Comunicazione. Vendite

Produzione. Logistica. Qualità.

Risorse umane

Banca, credito e assicurazioni

Commercio e turismo

Pubblicazioni in Open Access