Le disuguaglianze sociali di salute.

Problemi di definizione e di misura

Contributi
Carla Ancona, Massimo Arcà, Eleonora Artesio, Silvia Bellini, Carla Bietta, Annibale Biggeri, David Blane, Silvia Candela, Patrizia Carletti, Achille Cernigliaro, Giulia Cesaroni, Costantino Cipolla, Gabriella Dardanoni, Igino Fusco Moffa, Guido Giarelli, Laura Grisotto, Ilaria Iseppato, Gavino Maciocco, Chiara Marinacci, Antonio Maturo, Gopal Netuveli, Marco Petrella, Sebastiano Pollina Addario, Salvatore Scondotto, Teresa Spadea, Juliet Stone, Francesca Vannoni
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 224,      1a edizione  2009   (Codice editore 1341.26)

Le disuguaglianze sociali di salute. Problemi di definizione e di misura
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 24,00
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856806281

In breve

Questo numero di Salute e Società affronta le difficoltà rilevate nella misurazione delle disuguaglianze di salute. In Italia difatti sono carenti quei sistemi di indagine longitudinale multiscopo in grado di studiare i meccanismi di generazione delle disuguaglianze di salute lungo le traiettorie di vita. A questo si aggiunge la diffusa incapacità delle diverse discipline nel condividere schemi esplicativi, metodi di studio, idee e fonti di finanziamento per far decollare una ricerca integrata sul tema.

Presentazione del volume

Dopo trent'anni di servizio sanitario nazionale la salute della popolazione si distribuisce ancora in modo disuguale tra i diversi gruppi sociali. Di fronte a questo problema, la politica italiana rimane incapace di intraprendere programmi di azione coordinati, coerenti e non settoriali. La responsabilità di questa impasse è da attribuire, da un lato, alla povertà di cultura empirica della politica nostrana, che preferisce argomentare di equità sul piano delle controversie ideologiche piuttosto che misurarsi con i dati. D'altro lato, viene scontata la natura episodica e monodisciplinare degli sforzi di ricerca finora realizzati in Italia su questi temi.
In Italia, è ancora molto difficile misurare sistematicamente le variabili di stato socio-economico in associazione con gli indicatori di salute e sono carenti quei sistemi di indagine longitudinale multiscopo in grado di studiare i meccanismi di generazione delle disuguaglianze di salute lungo le traiettorie di vita. A questo si aggiunge la diffusa incapacità delle diverse discipline nel condividere schemi esplicativi, metodi di studio, idee e fonti di finanziamento per far decollare una ricerca integrata sul tema.
Questo numero monografico di Salute e Società si propone appunto di affrontare queste difficoltà, in particolare per quanto riguarda gli strumenti di misura delle disuguaglianze di salute.

Giuseppe Costa, professore ordinario di Igiene alla Facoltà di Medicina e Chirurgia San Luigi Gonzaga dell'Università di Torino, Direttore della Struttura Complessa a Direzione Universitaria di Epidemiologia dell'Asl To3 del Piemonte.
Cesare Cislaghi, professore associato di Economia Sanitaria presso l'Università di Milano e dirigente presso l'Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari Regionali.
Nicola Caranci, statistico, dipendente dell'Agenzia Sanitaria e Sociale dell'Emilia-Romagna; ha collaborato con la Struttura Complessa a Direzione Universitaria di Epidemiologia della Asl To3 del Piemonte.

Indice



Eleonora Artesio, Editoriale
Giuseppe Costa, Cesare Cislaghi, Nicola Caranci, Introduzione
Saggi
Guido Giarelli, Modelli esplicativi delle disuguaglianze di salute: una riflessione sociologica
Gavino Maciocco, I determinanti della salute: alla ricerca di un conceptual framework
Teresa Spadea, Giuseppe Costa, I dati per la misura delle disuguaglianze di salute: adeguatezza, accessibilità, integrazione
Nicola Caranci, Giuseppe Costa, Un indice di deprivazione a livello aggregato da utilizzare su scala nazionale: giustificazioni e composizione
Annibale Biggieri, Laura Grisotto, Fonti di distorsione nella misura delle disuguaglianze di salute: la validazione, il confronto temporale e spaziale, l'aggiustamento per altre covariate, il bias ecologico
Cesare Cislaghi, Disuguaglianze a livello individuale e a livello di contesto: significati e indicazioni per l'uso
Carla Ancona, Massimo Arcà, Caratteristiche socio-economiche come confondenti e modificatori delle misure d'effetto negli studi epidemiologici
Silvia Candela, Patrizia Carletti, La misura delle differenze etniche nella salute
Confronti
Ilaria Iseppato, Quali metodi e strumenti per lo studio delle disuguaglianze sociali in sanità?
Esperienze
Giulia Cesaroni, Indici di posizione socioeconomica a livello aggregato da utilizzare su scala regionale e locale. L'esperienza di Roma
Achille Cernigliaro, Sebastiano Pollina Addario, Gabriella Dardanoni, Salvatore Scondotto, L'esperienza della Sicilia nella costruzione e nell'uso di un indice sintetico di posizione socioeconomica per la stima della salute nella popolazione
Marco Petrella, Carla Bietta, Igino Fusco Moffa, Adesione allo screening mammografico e livello di istruzione. Analisi del biennio 2004-2005 nel comune di Perugia per sezione censuaria di residenza
Prospettive internazionali
David Blane, Juliet Stone, Gopal Netuveli, Lo sviluppo dell'epidemiologia del life course
Chiara Marinacci, Spunti di riflessione nel contesto italiano
Francesca Vannoni, Il contributo dei modelli dei corsi di vita allo studio delle disuguaglianze sociali di salute
Recensioni
Autori vari, Salute globale e aiuti allo sviluppo. Diritti, ideologie, inganni. 3° Rapporto dell'Osservatorio Italiano sulla Salute Globale
Gavino Cacioppo, Politica, salute e sistemi sanitari. Le riforme dei sistemi sanitari nell'era della globalizzazione
Note
Antonio Maturo, Rinnovo delle cariche per la Sezione di Sociologia della salute e della medicina dell'Ais
Segreteria Tecnico-Scientifica, Istituito il Centro di Studi Avanzati sull'Umanizzazione delle Cure e sulla Salute Sociale (Ce.Um.S)
Costantino Cipolla, Ilaria Iseppato, Costruire una rete integrata di Osservatori regionali sulle disuguaglianze nella salute: un esempio di spendibilità pratica della ricerca sociale
Silvia Bellini, Le raccomandazioni della Commissione Oms sui Determinanti Sociali di Salute: "Closing the gap a generation". Le politiche di contrasto dei determinanti sociali di salute e il valore della misura delle disuguaglianze sociali di salute.