Star politics. Processi di starizzazione della politica-per-media
Autori e curatori
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 138,      1a edizione  2014   (Codice editore 244.1.63)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 15,00
Disponibilità: Buona




Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788820476953
Informazioni sugli e-book

Clicca qui per provare l'e-book
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 10,50
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788891703347
Disponibile anche in:
Informazioni sugli e-book


Clicca qui per provare l'e-book

In breve
Le star e molti leader politici sono accomunati dall’avere carisma; tuttavia, quali circostanze storiche, strutture simboliche, narrazioni mediatiche ci hanno indotto a confondere i politici con le celebrità? Come e perché siamo arrivati a divertirci coi primi e a farci rappresentare dalle seconde?
Utili Link
la Repubblica ed.Napoli La politica e lo starsystem… (di Mario Franco)… Vedi...
Presentazione del volume

La star politics si manifesta in tre fasi che ricalcano un processo concomitante di evoluzione dello stardom: divismo, star system, postdivismo (o iperdivismo). Il fenomeno si rifà a una cronologia precisa, che inizia nel 1938, quando E.W. Hullinger, regista del documentario The Private Life of Benito Mussolini, definisce il duce "una star cinematografica", e si compie nel 2003, anno in cui Arnold Schwarzenegger viene eletto trentottesimo governatore della California. Vi concorre il susseguirsi alla ribalta internazionale di alcune figure coinvolte a vario titolo nel discorso politico - da Eva Perón a Grace Kelly, da Giovanni Paolo II a Lady Diana.
Evidenti processi di spettacolarizzazione riguardano la politica-per-media, ossia l'insieme delle espressioni di governo e di potere e splicitate attraverso tutti i mezzi di comunicazione via via che questi vanno strutturando il sistema mediale. Le modalità di gestione, insomma, della politica da parte dei media; e non necessariamente a scopi elettorali, ma in una più ampia attività di costruzione del consenso.
Le star e molti leader politici sono accomunati dall'avere carisma; tuttavia, quali circostanze storiche, strutture simboliche, narrazioni mediatiche ci hanno indotto a confondere i politici con le celebrità? Come e perché siamo arrivati a divertirci coi primi e a farci rappresentare dalle seconde?

Rosa Viscardi è dottore di ricerca in Sociologia e Ricerca sociale. Ha tenuto come docente a contratto le cattedre di Teorie e tecniche dei vecchi e nuovi media e di Teorie delle comunicazioni interattive e di massa alla Facoltà di Sociologia dell'Università di Napoli "Federico II". Tra le sue pubblicazioni: Teorie e tecniche dei nuovi media. I new media e le nuove industrie culturali (a cura di, 2002), Popular music. Dinamiche della musica leggera dalle comunicazioni di massa alla rivoluzione digitale (2004), CantaNapoli illustrata. Paradigmi iconografici dell'industria culturale partenopea tra Otto e Novecento (2005), Teorie dei media digitali. L'informatizzazione della società nelle opere dei digerati (a cura di, 2008).

Indice


Introduzione
Divismo di potere e di spettacolo
(L'efficacia simbolica della politica-per-media; Political starship; Duce e divo; Santa Evita; Da Venezia a Hollywood)
Star political system
(Dall'altra parte dello specchio; La principessa di Filadelfia; Piccolo schermo di potere; Dove il reale incontra l'immaginario; Papa e superstar)
Celebrity political system
(La negoziazione politica dello stardom; Soft power e money machine; La principessa del popolo; Biopolitiche del corpo; Blockbuster Governator)
Timeline
Conclusioni
Riferimenti bibliografici.




newsletter facebook rss

Linkedin Facebook Twitter RSS Informatemi