Il perchè del lavoro. Come i grandi leader creano organizzazioni abbondanti generatrici di senso e di successo
Autori e curatori
Contributi
Marshall Goldsmith, Giovanni Marchisio, Francesco Monopoli, Michelangelo Patron
Traduttori
Michele Riva
Livello
Testi per professional
Dati
pp. 256,   1a ristampa 2013,    1a edizione  2012   (Codice editore 614.12)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 30.00
Disponibilità: Buona


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856847604

In breve
Dave e Wendy Ulrich, segnalati tra i personaggi più influenti nel management e nel marketing da Thinkers 50, ci mostrano “come” ogni leader può creare significato e valore nel proprio ambiente di lavoro, nel proprio team, nella propria impresa.
Utili Link
Corriere della Sera L'arte di motivare i dipendenti (di Irene Consigliere)… Vedi...
DAL LIBRO Pagine introduttive… Vedi...
L'Impresa Che fine ha fatto la motivazione? (di Raul Alvarez)… Vedi...
Manager Italia.it 10 Consigli ai manager per far decollare il lavoro… Vedi...
Business People Oltre al denaro c'è di più (di Cecilia Lulli)… Vedi...
Dirigente Intervista a Dave Ulrich (di Michele Riva)… Vedi...
La Gazzetta dell'Economia Il lavoro ha il suo perché… Vedi...
Presentazione del volume

Prima di chiedere: "Perché i miei collaboratori non lavorano di più?" Fareste meglio a domandarvi: "Perché i miei collaboratori lavorano?"
Secondo diverse ricerche, il motivo per cui lavoriamo è lo stesso per tutti. Non si tratta solo di denaro, ma della ricerca di un senso. Attraverso il lavoro ci sforziamo di dare uno scopo alla nostra vita, di contribuire a qualche cosa, di stabilire un contatto con gli altri. Cerchiamo valore e speranza.
Questo è il presupposto, semplice ma profondo, che ispira il libro di Dave Ulrich, celebre esperto di management, e di Wendy Ulrich, psicologa, che hanno parlato con migliaia di persone (semplici impiegati, clienti e consumatori, numeri uno in azienda) e sintetizzato i risultati di ricerche compiute in diverse discipline per identificare il "perché" che sta alla base delle nostre esperienze di successo.
Utilizzando il modello dell'organizzazione generatrice di abbondanza, Dave e Wendy Ulrich ci mostrano "come" ogni leader può creare significato e valore nel proprio ambiente di lavoro, nel proprio team, nella propria impresa.
Seguendo passo a passo il cammino proposto dagli autori, il lettore potrà innescare una
reazione a catena dai durevoli effetti positivi. I dipendenti che trovano significato nel lavoro
che svolgono sono più competenti, più impegnati e più desiderosi di portare il proprio contributo: un atteggiamento che determina a sua volta un maggior coinvolgimento del cliente e consente all'azienda di ottenere una performance economica di successo.
Il perché del lavoro comprende checklist mirate, questionari e altri strumenti pratici che consentono al lettore di trasformare le proprie aspirazioni in realtà.
Sapere perché lavoriamo equivale a sapere come avere successo.

Thinkers 50 (la prestigiosa classifica dei personaggi più influenti nel management e nel marketing) ha segnalato Dave Ulrich ai primi posti, assieme a Clayton Christensen, Don Tapscott, Michael Porter, Henry Mintzberg, Gary Hamel, Richard D'Aveni, Seth Godin, Stephen Covey, Jonas Ridderstråle...

Dave Ulrich è professore di business alla Ross School of Business dell'Università del Michigan, e cofondatore di RBL Group. Ha scritto 23 libri in tema di risorse umane, leadership e organizzazione.
Wendy Ulrich , psicologa, ha fondato il Sixteen Stones Center for Growth, che propone seminari residenziali sulla creazione dell'abbondanza e del significato. Ha scritto due libri
sul cambiamento personale.

Indice


Michelangelo Patron , Francesco Monopoli, Giovanni Marchisio, Prefazione all'edizione italiana
Marshall Goldsmith, Premessa
Dave e Wendy Ulrich, Introduzione
(I nostri creatori di significato; Perché abbiamo scritto questo libro)
Elogio del significato
(Il significato nel lavoro; L'organizzazione generatrice di abbondanza; Il valore di mercato del perché; I leader come creatori di significato; Le crisi di significato; La prevalenza del pensiero della carenza; I leader che si concentrano sul significato generano risposte positive)
Costruire l'abbondanza
(Combattere il paradosso; Da ristrutturazione a trasformazione; Scoprire il significato; Perché proprio questi risultati?; Sette domande verso l'abbondanza; Applicazioni organizzative)
Per che cosa sono noto? (Identità)
(Punti di forza e capacità)
Dove sono diretto? (Finalità e motivazione)
(Luoghi dove andare: quattro tipi di finalità; Consapevolezza di sé per leader, dipendenti e organizzazioni; Trovare la versione ad alto livello di abbondanza del vostro quadrante; Espandersi in altri quadranti; Trovare il giusto accordo; Un'agenda per la leadership)
Con chi viaggio? (Relazioni e team efficaci)
(Manuale di relazioni; Relazioni abbondanti)
Come costruisco un ambiente di lavoro positivo? (Cultura o ambiente di lavoro efficace)
(Atteggiamento verso il successo: arroganza vs. umiltà; Atteggiamento verso il valore e i valori: implicito vs. esplicito; Atteggiamento verso il servizio: egoismo vs. altruismo; Atteggiamento verso le idee: criticare vs. invitare; Atteggiamento verso le relazioni: impersonale vs. personale; Atteggiamento verso il coinvolgimento: lavarsene le mani vs. sporcarsi le mani; Atteggiamento verso la responsabilità: indebolire gli altri vs. responsabilizzare gli altri; Atteggiamento verso la comunicazione: scarsa vs. aumentata; Atteggiamento verso il conflitto: scappare vs. scontrarsi; Atteggiamento verso lo spazio fisico: come capita vs. studiato; L'ambiente di lavoro positivo in azione; Un esercizio)
Quali sfide mi interessano? (Contributo personale)
(Capire quali risultati il collaboratore considera importanti; Rendere chiaramente visibile la linea di continuità tra ciò che i collaboratori fanno e i risultati cui aspirano; Aiutare i collaboratori a scoprire il valore intrinseco del proprio lavoro; Agire sulle condizioni lavorative per offrire abbondanza a ogni dipendente; Il lavoro abbondante)
Come reagisco al cambiamento e alla cultura dell'usa-e-getta? (Crescita, apprendimento e resilienza)
(Imparare; Resilienza; In conclusione)
Che cosa mi dà gioia? (Gentilezza e felicità)
(Creatività; Piacere; Umorismo e allegria; Gentilezza e buona educazione; I clienti e la gioia; Un'inattesa lezione di gioia)
Implicazioni per i numeri uno, le risorse umane e i singoli
(Due casi; Il perché del significato al lavoro; Il "come" del significato; Le implicazioni per i leader; Le implicazioni per le risorse umane; Implicazioni per i dipendenti; Una nuova value proposition)
Appendice. Le sfide della leadership e le azioni dei leader per generare significato
Gli autori.


Management

Finanza. Amministrazione. Controllo

Marketing. Pubblicità. Comunicazione. Vendite

Produzione. Logistica. Qualità.

Risorse umane

Banca, credito e assicurazioni

Commercio e turismo

Pubblicazioni in Open Access