Il vantaggio competitivo dei sistemi locali nell'era della globalizzazione

Cultura e competizione nella Silicon Valley e nella Route 128

Autori e curatori
Contributi
Vito Vacca
Livello
Testi advanced per professional
Dati
pp. 224,   figg. 8,     1a edizione  2002   (Codice editore 1481.73)

Il vantaggio competitivo dei sistemi locali nell'era della globalizzazione. Cultura e competizione nella Silicon Valley e nella Route 128
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 35,50
Disponibilità: Limitata


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788846439710

Presentazione del volume

Gli insegnamenti per le imprese italiane della vicenda delle due aree leader nel mondo per l'innovazione tecnologica : la Silicon Valley e la Route 128 (vicino Boston). Perché una ha avuto successo e l'altra no? Quanto la loro esperienza vale anche per noi?

Nell'arco di poco più di due decenni, la Route 128 perde la sua posizione di leadership a favore della Silicon Valley, e negli anni successivi la prima continua nel declino economico e la seconda a crescere, superando i duri attacchi competitivi provenienti dal Giappone e da altre aree del mondo ad elevato sviluppo di nuove tecnologie.

Questo libro racconta la storia della nascita e dello sviluppo della Silicon Valley e dei suoi principali protagonisti , con testimonianze di prima mano. La genesi e lo sviluppo di aziende, ormai famose a livello mondiale, viene descritto con dovizia di particolari, facendoci comprendere le interazioni reciproche tra cooperazione e competizione, all'interno di un sistema a rete che attiva un circolo economico virtuoso . Dall'altro canto, il libro mette a fuoco i motivi per i quali la DEC, la Data General, la Prime, la Wang ed altre grandi aziende ubicate sulla Costa Est nella Route 128 non sono riuscite a rimanere competitive a fronte dei cambiamenti delle tecnologie e dei prodotti nei mercati mondiali.

A fronte dell'accuratezza nelle ricerche svolte dall'autrice, e della notevole quantità di dati allegati, il testo è assolutamente godibile (per la scorrevolezza con cui si fa leggere), mentre spiega come un'area , qualche decina di chilometri a Sud di San Francisco, dove all'inizio degli anni '50 c'erano solo estesi frutteti, sia diventata la capitale mondiale nell'innovazione elettronica d'avanguardia . Spiega anche come l'area di Boston, di più antica industrializzazione e maggior blasone economico, abbia visto la sua Route 128 declinare nella competizione a livello mondiale, superata dalla Silicon Valley.

Questi risultati diametralmente opposti sono il frutto di una "cultura" differente, una cultura che pervade il territorio, costituisce il suo "imprinting", caratterizza il suo DNA, favorendo il decollo di un'area ed il declino di un'altra.

Il carattere innovativo di questo studio, che si occupa di sviluppo economico locale, sta nella strategicità della parola "cultura". Questo libro spiega che cosa genera la cultura di un territorio, la sua capacità d'adattamento ai cambiamenti sempre più rapidi del contesto esterno e dei mercati, spiega perché il cambiamento culturale è così difficile da realizzare e richiede tempo.

AnnaLee Saxenian è professore all'Università della California a Berkeley, dove insegna nel Department of City and Regional Planning e nella School of Information Management and Systems. È considerata una specialista di livello internazionale sui temi del vantaggio competitivo dei sistemi locali e dello sviluppo dell'Information Technology.

Vito Vacca è consulente di direzione ed organizzazione, specializzato in sviluppo locale, pianificazione degli investimenti e redazione di business plan.

Indice


Vito Vacca, Prefazione all'edizione italiana
(Due storie emblematiche a confronto; La "cultura" locale come paradigma dello sviluppo; Come sostenere lo sviluppo locale)
Introduzione: I sistemi economici locali
(Sistemi a rete contro aziende autonome; Il vantaggio regionale; Far parte di un sistema economico; Adattarsi al cambiamento)
La genesi: Università, spesa militare ed imprenditori
(La Route 128; La Silicon Valley)
Silicon Valley: comunità e competizione
(Una comunità di tecnici; Cooperazione e competizione; Lo "stile HP")
Route 128: indipendenza e gerarchia
(Un'industria puritana; 'impresa autosufficiente; Gerarchia e formalismo; Il declino regionale)
Scommettere su un prodotto
(Dal "fuori serie" al prodotto base; L'abbandono delle reti; Il derby dell'"hot box"; I costi dell'autarchia)
Compendio con la tecnologia
(Economie divergenti; Imparando dai fallimenti; Opportunità soffocate; I nuovi produttori di "chip"; Specializzarsi e diversificarsi; False partenze)
La rivoluzione organizzativa: i confini aziendali si dissolvono
(Ripensare le grandi aziende; La formulazione delle reti di produzione; I fornitori come partner; Network e cultura; Reti regionali in economia globale)
Conclusioni: luoghi proteiformi
Appendice
(Dati storici; Definizione e fonti dei dati; Lista delle interviste).