"> Con noi ce la puoi fare da sola! L'esperienza del progetto pilota di sostegno alla professionalità femminile "Milano per la donna" - FrancoAngeli

Con noi ce la puoi fare da sola! L'esperienza del progetto pilota di sostegno alla professionalità femminile "Milano per la donna"

Autori e curatori
Contributi
Andrea Bettini, Manuela Calise, Arianna Fontana, Marina Iori, Luigi Pozzoli
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 174,      1a edizione  2003   (Codice editore 1820.62)

Con noi ce la puoi fare da sola! L'esperienza del progetto pilota di sostegno alla professionalità femminile
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 21,50
Disponibilità: Buona


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788846449948

Presentazione del volume

L'impianto progettuale che ha dato vita a "Milano per la Donna" si è via via consolidato sulla base di un obiettivo di fondo: offrire alle donne milanesi interessate un luogo, spaziale e temporale, in cui trovare l'aiuto necessario a rafforzare la propria identità nei confronti del lavoro.

Se c'è una dimensione altamente complessa della personalità di un individuo, donna o uomo che sia, ma donna forse in modo ancora più marcato, questa è propriamente la dimensione dell'identità. Dell'identità in generale come tratto caratterizzante di una persona ma dell'identità stessa proiettata verso un aspetto specifico della vita quale è, come nel nostro caso, il lavoro.

Quali e quante sono le variabili (affettive, culturali, sociali, economiche, che attengono al campo delle attitudini piuttosto che a quello delle competenze, che si originano nei meandri della propria biografia personale piuttosto che nell'evoluzione del contesto storico di riferimento, ecc.) che concorrono a determinare l'identità femminile di fronte al lavoro?

La risposta che l'équipe tecnico-scientifica di governo del Progetto "Milano per la Donna" si è data, è stata quella di riconoscere il gran numero e la grande varietà con cui si manifestano tali variabili e, nello stesso tempo, di individuare un protocollo di azioni che consentisse di tenere insieme i "pezzi" (le variabili) interne a ciascuna personalità, di farle confluire verso l'obiettivo di fondo del Progetto: il rafforzamento dell'identità femminile verso il lavoro e, conseguentemente, l'attivazione di quelle risorse personali da cui autonomamente può scaturire una nuova ricerca per l'affermazione delle proprie potenzialità professionali.

Indice


Luigi Pozzoli, Presentazione
Milano per la Donna: Anno 1
Manuela Calise, Come abbiamo lavorato: considerazioni di un'operatrice
Il convegno conclusivo: una riflessione a più voci
Appendice
Il progetto esecutivo
I seminari
Marina Iori, La forza dell'autostima
Andrea Bettini, Ricerca di lavoro: che fare?
AndreA Bettini, Il linguaggio dei gesti: come interpretare i segnali del corpo nel processo di comunicazione
Andrea Bettini, Il colloquio di lavoro: come utilizzare i segnali del corpo in un contesto lavorativo
Arianna Fontana, I servizi per la prima infanzia: materiali per la progettualità femminile di impresa.