La flessibilità nella gestione delle risorse umane

Le norme, il sindacato, gli individui

Autori e curatori
Contributi
Gabriele Fava, Mario Giudici, Pietro Santi
Livello
Testi per professional
Dati
pp. 128,      2a edizione, aggiornata  2005   (Codice editore 1303.2)

La flessibilità nella gestione delle risorse umane. Le norme, il sindacato, gli individui
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 18,50
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788846465917

In breve

Questo è il primo libro che presenta in modo semplice, unitario e completo tutte le forme di flessibilità cui individui ed organizzazioni possono ricorrere per trovare lavoro, inserire il personale in azienda, gestirlo in periodi di difficoltà e per risolvere il rapporto di lavoro.

Presentazione del volume

Questo è il primo libro che presenta in modo semplice, unitario e completo tutte le forme di flessibilità cui individui ed organizzazioni possono ricorrere per trovare lavoro, inserire il personale in azienda, gestirlo in periodi di difficoltà e per risolvere il rapporto di lavoro.

Non è però un semplice manuale normativo. Si parte, infatti, dalla descrizione delle dinamiche sindacali, oggi in fase di grande cambiamento, per arrivare a capire cosa concretamente significa flessibilità per i singoli individui, quali sono i costi cui si va incontro, e quali le opportunità che questo nuovo mercato del lavoro può offrire.

Le nuove forme di flessibilità introdotte dalla legge Biagi vengono quindi presentate inserendole nel più generale dibattito che le ha accompagnate. Accanto a queste vengono riprese tutte le forme tradizionali di flessibilità, molte delle quali sembrano oggi meno di moda, ma che costituiscono la peculiarità del nostro Paese nel contesto europeo. Questo insieme di norme, al di là della loro applicabilità puntuale, sono l'effetto di una mutata cultura del lavoro e di un diverso rapporto individuo-organizzazione. La nostra società dovrà consentire ad un numero sempre maggiore di persone, a qualunque età, di scegliere tra più lavori flessibili, affinché questi non vengano subiti ma costituiscano il segno non della penuria ma della crescita e della maturazione, umana e personale, prima ancora che professionale.

Gabriele Fava , docente di Diritto del lavoro all'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, è autore di numerose pubblicazioni in materia giuslavoristica.

Mario Giudici , responsabile del servizio sindacale di un'importante associazione imprenditoriale, è tra i più noti esperti di relazioni sindacali e problemi del lavoro.

Paolo Iacci , direttore centrale del Personale e Qualità del Gruppo Pride, dirige Direzione del Personale, la rivista dell'Associazione Italiana per la Direzione del Personale.

Pietro Santi è responsabile del Coordinamento delle Relazioni Sindacali di una primaria compagnia di assicurazioni.

Indice


Paolo Iacci, Prefazione
Mario Giudici, Le relazioni sindacali: mutamenti, problemi e prospettive
(Premessa; Il sistema di relazioni sindacali italiano; Il mutamento delle strutture economiche; L'influsso dell'Unione Europea; I sindacati di fronte al nuovo; Prospettive di evoluzione)
Pietro Santi, Gli strumenti tradizionali di gestione della flessibilità nel rapporto di lavoro
(Premessa; Gli strumenti tradizionali per la gestione della flessibilità che intervengono sui percorsi d'attivazione di un rapporto di lavoro; Gli strumenti tradizionali per la gestione della flessibilità che intervengono durante il rapporto di lavoro; Gli strumenti tradizionali per la gestione della flessibilità che intervengono nella sospensione o cessazione del rapporto di lavoro; Prospettive future)
Gabriele Fava, I nuovi strumenti di gestione della flessibilità: la riforma "Biagi"
(Il nuovo collocamento. Le agenzie per il lavoro e la borsa continua nazionale del lavoro; La somministrazione di lavoro; L'appalto; Il distacco; L'apprendistato; Il contratto d'inserimento; Il lavoro a progetto; Il lavoro intermittente; Il lavoro occasionale e accessorio; Il lavoro ripartito; Il part time; Conclusioni)
Paolo Iacci, Gestione del personale e flessibilità: la prospettiva individuale
(Postfordismo e centralità del soggetto; Il dibattito in corso; Il ruolo psicosociologico dell'organizzazione; Cultura istituzionale e flessibilità; L'onere dell'incertezza; La ricchezza delle opportunità; La destrutturazione dei luoghi e dei tempi di lavoro; Sviluppo personale e crescita professionale; Crisi dell'età di mezzo; Per uno sviluppo sostenibile della flessibilità)




Management

Finanza. Amministrazione. Controllo

Marketing. Pubblicità. Comunicazione. Vendite

Produzione. Logistica. Qualità.

Risorse umane

Banca, credito e assicurazioni

Commercio e turismo

Pubblicazioni in Open Access


Pubblicità