Le nostre spedizioni verranno sospese per la pausa estiva dal 27 luglio al 21 agosto (inclusi). Buone vacanze!
Geopolitica dei Balcani orientali e centralità delle reti infrastrutturali

A cura di: Carlo Jean, Tito Favaretto

Geopolitica dei Balcani orientali e centralità delle reti infrastrutturali

Edizione a stampa

23,50

Pagine: 192

ISBN: 9788846459480

Edizione: 1a edizione 2004

Codice editore: 165.4

Disponibilità: Discreta

Nel contesto geopolitico europeo, la stabilizzazione dei Balcani orientali rappresenta un interesse prioritario dell'Italia e dell'Europa, anche in vista del prossimo allargamento del 2007 alla Romania e alla Bulgaria. Ed è scopo della ricerca pubblicata in questo volume (incentrata sulle infrastrutture di questi due paesi) attirare l'attenzione sull'importanza futura della regione e sottolineare come la prossima entrata nell'Unione ne farà mutare la stessa geopolitica, coinvolgendo l'Unione nell'intero bacino del Mar Nero.

Recentemente i due paesi sono entrati nella Nato e la loro importanza geopolitica e geoeconomica risulta crescente, sia come via d'accesso al Caspio e all'Asia centrale, sia come snodo per i collegamenti energetici da queste due aree verso l'Alto Adriatico e l'Europa Centrale. Per l'Unione Europea e per l'Italia, in particolare, ritardi nel processo di integrazione con queste aree potrebbero aumentare problemi di stabilità e sicurezza in un contesto internazionale di per sé già complesso.

Vi è quindi un interesse a rafforzare gli interventi e la collaborazione con questi due paesi, anche se tale sforzo deve poter trovare un analogo più forte impegno dall'altra parte, in termini di riforme, di istituzioni credibili, di garanzie alla cooperazione, che costituiscono le condizioni necessarie per un aumento costante degli investimenti esteri, essenziali per il loro sviluppo. Al momento, quindi, l'interesse geopolitico e la spinta politica ed economica dell'Europa tendente a favorire questo ulteriore allargamento vengono controbilanciati da situazioni di insoddisfazione e preoccupazione per una lentezza, a volte incertezza, dei progressi evidenziati dai due paesi (soprattutto la Romania) nei negoziati e nella realtà.

Tale situazione di incertezza va registrata anche nei settori specifici trattati dalla ricerca pubblicata in questo volume (frutto di una collaborazione fra il Centro Studi di Geopolitica Economica (CSGE), l'Istituto di Studi e di Documentazione sull'Europa comunitaria e sull'Europa orientale (ISDEE), l'Impregilo e la Todini Costruzioni Generali spa): dagli aspetti normativi riguardanti l'intervento e la gestione dei grandi lavori nel settore delle infrastrutture alla loro conformità ai parametri europei; dalle caratteristiche delle imprese e dalle possibilità di collaborazione alla situazione di sviluppo delle infrastrutture e dei collegamenti con l'Unione e l'Italia.

Carlo Jean è presidente del CSGE e docente di studi strategici alla LUISS- Guido Carli.

Tito Favaretto è direttore dell'ISDEE.


Carlo Jean , Introduzione
A cura di ISDEE , Il quadro normativo per le imprese operanti nel settore delle infrastrutture
(Il quadro normativo attuale; Adeguamento della normativa settoriale all'acquis communautarie; Conclusioni)
A cura di ISDEE, Impregilo spa, Todini Costruzioni Generali spa , Le caratteristiche delle imprese di costruzioni nel Balcani Orientali: imprese locali e possibilità di impegno internazionale
(Il quadro settoriale delle imprese nazionali; I finanziamenti internazionali, comunitari e italiani a disposizione delle imprese operanti nei Balcani Orientali)
A cura di ISDEE , Il quadro macroeconomico regionale
(Introduzione; Bulgaria; Romania; Conclusioni)
A cura di ISDEE, Impregilo spa, Todini Costruzioni Generali spa , Il sistema delle infrastrutture di trasporto
(Introduzione; La situazione delle infrastrutture; Il quadro degli interventi necessari per le infrastrutture di trasporto, con particolare riferimento alle strade e alle ferrovie; L'adeguamento settoriale alle norme comunitarie e la liberalizzazione del settore dei trasporti; Collegamenti e traffici tra UE, Italia, Romania e Bulgaria; Conclusioni)
A cura di ISDEE , Il sistema energetico
(Il quadro delle infrastrutture; L'adeguamento alle norme comunitarie e la liberalizzazione del mercato energetico; Conclusioni)
A cura di ISDEE , Potenziali effetti economici dei progetti riferibili alle infrastrutture di trasporto
(Il quadro generale: investimenti infrastrutturali, sviluppo e integrazione; Investimenti strutturali e crescita; Una proposta di stima iniziale degli effetti economici aggregati degli investimenti infrastrutturali; Conclusioni)
Tito Favaretto , Sintesi e considerazioni conclusive

Contributi: Impregilo, Isdee, Todini Costruzioni Generali

Collana: Centro Studi di Geopolitica Economica

Argomenti: Economia europea e internazionale - Politica estera, relazioni internazionali

Livello: Studi, ricerche

Potrebbero interessarti anche